ASTENERSI DEBOLI DI CUORE - UN UOMO DI 36 ANNI, RICOVERATO IN UN OSPEDALE DI SAN FRANCISCO, HA TOSSITO TALMENTE FORTE DA ESPELLERE PARTE DEL SUO POLMONE – IL PAZIENTE, CON INSUFFICIENZA CARDIACA, DOPO UNA SUA PRIMA SETTIMANA DI RICOVERO, HA AVUTO UN ATTACCO DI TOSSE COSI' VIOLENTO CHE L’ALBERO BRONCHIALE DESTRO... (FOTO CHOC)

-

Condividi questo articolo



Da "www.corriere.it"

 

polmoni-1 polmoni-1

Un uomo di 36 anni ricoverato ha letteralmente tossito parte del suo polmone dopo essere stato ricoverato nel reparto di terapia intensiva al Medical Center di San Francisco per insufficienza cardiaca. Il caso clinico è stato pubblicato sul New England Journal of Medicine, dai chirurghi dell’Università della California che avevano in carico il paziente.

 

L’attacco di tosse

L’uomo, che aveva alle spalle seri problemi cardiovascolari era portatore di pacemaker. Durante la sua prima settimana di ricovero il paziente ha tossito sangue e muco ma durante un attacco di tosse estremamente violento ha espulso addirittura l’albero bronchiale destro. Nonostante il paziente sia stato subito e due giorni dopo estubato, è deceduto una settimana dopo per scompenso cardiaco.

 

Il precedente

tossire  tossire 

Non è la prima volta che accade un episodio simile. Sempre sul New England Journal of Medicine, nel gennaio del 2012, è stato riportato il caso di una donna di 40 anni ricoverata a Birmingham: ha tossito in modo così violento che ha espulso una parte del polmone.

 

I polmoni umani sono troppo grandi per adattarsi alla trachea, quindi non è possibile tossire un intero polmone. È tuttavia possibile tossire in modo tanto violento da spingere il polmone negli spazi delle costole e alcune sue parti possono, in eventualità rarissime, essere espulse attraverso compi di tosse molto forti.

cancro ai polmoni 4 cancro ai polmoni 4 cancro ai polmoni 2 cancro ai polmoni 2

 

 

Condividi questo articolo



media e tv

VIDEO: CORONA IN AMBULANZA! MICA L'HANNO MENATO IN VENTI, ''FURBIZIO'' RACCONTA AGLI INFERMIERI CHE I GRAFFI SE LI È FATTI SUI ROVI: ''SONO CADUTO TRA LE PIANTE''. LORO VOGLIONO PORTARLO IN OSPEDALE MA LUI VORREBBE RECUPERARE IL TELEFONO. ''MI HANNO TENUTO IN QUATTRO PUNTANDOMI IL COLTELLO ADDOSSO. HO FATTO 6 ANNI DI GALERA MA…''  - ALLORA CORONA A QUALCOSA SERVE: È IN CORSO AL "BOSCHETTO DELLA DROGA" DI ROGOREDO UN CONTROLLO DEI CARABINIERI PER ABBATTERE LE BARACCHE DEI PUSHER

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute