CAPORAL TRAVAGLIO, A RAPPORTO! - IL DIRETTORE DE “IL FATTO” APPLAUDE ALL’IDEA DELLA LEVA OBBLIGATORIA: “AIUTEREBBE MOLTI RAGAZZI A USCIRE DA SE STESSI E DA QUEI MALEDETTI IPHONE PER GUARDARE OLTRE IL PROPRIO NASO - UN RITORNO DELLA NAJA (E DEL SERVIZIO CIVILE) CI DAREBBE UNA SOCIETÀ UN PO' MENO EGOISTA E INDIVIDUALISTA. A ME E’ SERVITA PARECCHIO PERCHE’…”

-

Condividi questo articolo

UN GIOVANE MARCO TRAVAGLIO UN GIOVANE MARCO TRAVAGLIO

Marco Travaglio per il “Fatto quotidiano”

 

Come gli orologi fermi che segnano due volte al giorno l'ora esatta, Salvini ne ha detta una giusta. Almeno secondo me. È stato quando ha proposto di ripristinare il servizio militare obbligatorio, abolito 20 anni fa da destra e sinistra. Parlo per esperienza che è, per forza di cose, la mia: a me la naja è servita parecchio, anche se l'ho capito solo dopo.

 

Durante, mi parve una gigantesca perdita di tempo e di opportunità, specie quand'ero costretto a montare la guardia notturna a palazzi e armerie vuoti. Dopo però mi ritrovai spesso a pensare che quei 13 mesi fuori di casa, per un bamboccione che - salvo rari periodi estivi - aveva sempre vissuto in famiglia, erano stati utili. La naja è, per i vivi, come 'a livella di Totò per i morti: impone un'eguaglianza sociale destinata a rimanere un unicum.

salvini sull aereo militare verso la libia salvini sull aereo militare verso la libia

 

Ricchi e poveri, studenti e lavoratori e disoccupati, settentrionali e meridionali, bianchi e neri e gialli vivono nella stessa caserma, svolgono le stesse mansioni, dormono nella stessa branda, sottostanno agli stessi ordini, mangiano lo stesso rancio, si lavano sotto la stessa doccia (gelida), indossano la stessa divisa.

 

Sì, lo so, c' erano anche le raccomandazioni e il nonnismo. Ma la mia esperienza, nonostante tutto, fu positiva. Imparai a liberarmi dal bamboccionismo, a convivere con persone che mai la vita mi avrebbe fatto incontrare, a obbedire a ordini assurdi in nome di interessi superiori incomprensibili, a riconoscere un'autorità superiore, a compiere sacrifici tanto gratuiti sul momento quanto proficui negli anni successivi, a scambiare parole, aiuti ed esperienze con ragazzi molto diversi da me.

LEVA OBBLIGATORIA LEVA OBBLIGATORIA

 

Mi sentivo parte di una comunità infinitamente più vasta del mio piccolo mondo: vogliamo chiamarla patria, cittadinanza, popolo, nazione? Ecco. Ora non so se quell'anno dedicato agli altri sia ripetibile: pare anzi che sia incompatibile col "nuovo modello di difesa". So però che aiuterebbe molti ragazzi a uscire da se stessi e da quei maledetti iPhone per guardare oltre il proprio naso. E mi dispiace che i miei figli ne siano esentati.

 

Un ritorno della naja (e del servizio civile per gli allergici alle armi) ci darebbe una società un po' meno egoista e individualista. Così l'avevano pensata i Padri Costituenti. E così la intendeva Calamandrei nel famoso discorso del 1955 sulla Costituzione: "Quando all'articolo 52 io leggo 'L'ordinamento delle forze armate si informa allo spirito democratico della Repubblica', l'esercito di popolo questo è Garibaldi!". Infatti l' esercito di popolo, e non di mercenari, era una battaglia di sinistra. Che ora lo sia della destra più becera, la dice lunga su come ci siamo ridotti.

 

Condividi questo articolo

media e tv

MILANOSPIA! - TUTTI PAZZI DELLE PERFORMANCE EROTICHE DELLA MARINI. MA TRA LEI E L'AITANTE SPAGNOLO C'È DI MEZZO UN TRUCCATORE. MA IL FLIRT CE L'AVEVA LEI O IL TENTATORE IBERICO? - FRECCERO VERSO UNA POLTRONA IMPORTANTE IN RAI - LA STAR DELLE SFILATE? SONA! - IL MATRIMONIO CHE UNIVA UN'EX DIRETTORA E UN GIORNALISTA PARE CHE SIA SCOPPIATO A CAUSA DI UNA DI LUI SCAPPATELLA - IL SENATORE PD E LA MOGLIE SONO MOLTO AMICI DI UN DISCUSSO OLIGARCA - IL GIORNALISTA EPURATO PASSA LE NOTTI TRA "PIATTI CALDI" E SONNIFERI. TROVERA' PACE? - IL FIGLIO DELLA NOTA IMPRENDITRICE E' IL CLIENTE PIU' AMATO DALLE TRANS MILANESI - LA COMPAGNA DEL POLITICO DI FARSA ITALIA E' SEGRETAMENTE LESBICA. E CON UNA SHOWGIRL...

politica

business

cronache

sport

cafonal