EROE PER CASO – UN 16ENNE RUSSO HA SALVATO DALLA FURIA DI UN ORSO BRUNO IL CUGINO 13ENNE: HA URLATO AL RAGAZZINO DI CORRERE IN DIREZIONE OPPOSTA ALLA SUA MENTRE LUI SI ADDENTRAVA NELLA FORESTA – UN GESTO CHE GLI È COSTATO LA VITA: LA BESTIA LO HA AFFERRATO, LO HA SBRANATO E SMEMBRATO PRIMA DI NASCONDERE I SUOI RESTI SOTTO UN MANTO DI FOGLIE SECCHE… (VIDEO)

-

Condividi questo articolo

 

DAGONEWS

 

boris burakov 4 boris burakov 4

Quando ha visto quell’enorme orso bruno che li inseguiva, Rodion Burakov, 16 anni, non ha avuto un solo attimo di esitazione: ha urlato a suo cugino Boris, 13 anni, di correre in direzione opposta alla sua e di mettersi in salvo. Un gesto eroico che gli è costato la vita: l’animale si è avventato su di lui e lo sbranato, nascondendo il suo corpo sotto un manto di foglie secce.

 

La tragedia è avvenuta nei pressi del remoto villaggio della Kamchatka, in Russia: i due cugini stavano tornando a casa dopo aver fatto una sauna quando si sono accorti di essere inseguiti da un orso bruno. Rodion ha tentato di seminare l’animale nella foresta, ma dopo pochi passi è stato agguantato dall’animale che lo ucciso.

 

boris burakov 5 boris burakov 5

A ritrovare il corpo smembrato della vittima sono stati i soccorritori, allertati da Boris. Era troppo tardi quando si sono messi alla ricerca di Rodion: l’orso l’aveva ferito mortalmente alla testa e poi aveva smembrato il cadavere. Come si vede in alcune immagini, uno dei soccorritori afferra un oggetto da terra, accorgendosi solo in un secondo momento che era il braccio dell’adolescente.

 

boris burakov 1 boris burakov 1

La bestia, che si aggirava nelle vicinanze del cadavere, è stata uccisa. Adesso per la gente del posto Rodion è diventato un eroe: senza il suo intervento il villaggio avrebbe celebrato due funerali. 

boris burakov 3 boris burakov 3 boris burakov 2 boris burakov 2 boris burakov 8 boris burakov 8 boris burakov 7 boris burakov 7 orso orso boris burakov 6 boris burakov 6

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute