“TIZIANA CANTONE NON FU ISTIGATA AL SUICIDIO” - IL GIP DEL TRIBUNALE DI NAPOLI NORD HA DISPOSTO L'ARCHIVIAZIONE DELL’INCHIESTA PER LA MORTE DELLA 31ENNE DI MUGNANO DI NAPOLI IMPICCATASI IL 13 SETTEMBRE DEL 2016 DOPO LA DIFFUSIONE SUL WEB DI ALCUNI SUOI VIDEO HOT  

-

Condividi questo articolo

TIZIANA CANTONE 3 TIZIANA CANTONE 3

Da “il Giorno”

 

Il gip del Tribunale di Napoli Nord ha disposto l' archiviazione dell' inchiesta per istigazione al suicidio relativa alla morte di Tiziana Cantone, la 31enne di Mugnano di Napoli impiccatasi il 13 settembre del 2016 dopo la diffusione sul web di video hot che la ritraevano.

 

Un' inchiesta che doveva accertare se qualcuno avesse istigato Tiziana a togliersi la vita; nessuno però è mai stato indagato, nonostante gli inquirenti abbiano sentito più persone. L' indagine sembrava a una svolta, perché si pensava che nei file audio risalenti alle ore precedenti alla morte di Tiziana si potesse celare la verità sulla morte della 31enne.

TIZIANA CANTONE TIZIANA CANTONE

 

Ma così non è stato, tanto che la Procura ha chiesto l' archiviazione. La decisione del Tribunale si aggiunge a quella analoga presa nell' aprile scorso sull' inchiesta per diffamazione che vedeva indagati cinque ragazzi cui Tiziana aveva inviato i video hot da lei girati. Sulla vicenda di Tiziana resta ora aperta solo una seconda indagine della Procura, in cui è indagato per calunnia Sergio Di Palo; gli inquirenti ipotizzano che sia stato lui a convincere la ragazza a querelare i cinque.

FUNERALI TIZIANA CANTONE 3 FUNERALI TIZIANA CANTONE 3 TIZIANA CANTONE 2 TIZIANA CANTONE 2

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal