LA MIA AFRICA - A EBOLI, IN PROVINCIA DI SALERNO, UN GRUPPO DI QUATTRO ANZIANI VA IN UNA PINETA PER FARE SESSO CON GIOVANI PROSTITUTE DI COLORE MA QUALCOSA È ANDATO PER IL VERSO STORTO - A FAR SCOPRIRE I PORCELLONI E’ STATO, INVOLONTARIAMENTE, UNO DEL GRUPPO CHE HA CARICATO UNA DELLE SIGNORINE SUL FURGONE PIENO DI ATTREZZI DI LAVORO E…

-

Condividi questo articolo

Da https://www.ottopagine.it

 

PROSTITUTE NIGERIANE PROSTITUTE NIGERIANE

Erano decisamente in là con gli anni, il più attempato aveva infatti già spento 78 candeline, ma i bollenti ardori non erano stati per nulla smorzati dalla veneranda età. Anzi. I quattro anziani hanno deciso di soddisfare le loro voglie grazie alla compagnia di giovani e avvenenti lucciole africane. Ma qualcosa è andato per il verso storto: su di loro si è abbattuta l'implacabile “mannaia” della legge.

 

L'ordinanza del sindaco di Eboli, contro gli amanti del sesso a pagamento e all'aperto, ha colpito ancora. Cinquecento euro a testa, versati in contanti: vedersi recapitare a casa una multa, con tanto di motivazione, non era una buona idea. Qualcuno avrebbe potuto mandare a monte un rapporto di coppia pluriennali, così i quattro arzilli e inossidabili nonnetti hanno pagato senza protestare. Sono loro, in parte avellinesi e in parte salernitani, quelli finiti nella rete dei controlli dei vigili urbani guidati dal delegato alla sicurezza delle periferie Giuseppe La Brocca.

 

PROSTITUTA NIGERIANA PROSTITUTA NIGERIANA

A far scoprire l'atollo del piacere, una pineta bella appartata trasformata in parcheggio del sesso mordi e fuggi, è stato il furgone di un falegname che non è passato inosservato. Secondo la ricostruzione dei caschi bianchi il proprietario del mezzo, che era di passaggio lungo la litoranea, ha notato a bordo strada una donna ammiccante, in calze a rete e minigonna. E non ci ha pensato due volte a fermarsi per pattuire il prezzo della prestazione.

 

La bocca di rosa dalle forme procaci e dalla pelle color dell'ebano ha rinunciato alla carrozza, adattandosi fra attrezzi di lavoro, fatture e note su carta. Ed è proprio in quella catasta di oggetti che i vigili hanno trovato avvinghiata la coppia. L'artigiano, molto imbarazzato, ha provato a fare appello alla magnanimità degli agenti.

PROSTITUTA NIGERIANA PROSTITUTA NIGERIANA

 

Tutto inutile: i caschi bianchi non hanno voluto sentire ragioni e hanno elevato la multa. Stessa sorte è toccata ad altri tre anziani. L'ordinanza antilucciole è in vigore da oltre un anno eppure c'è ancora chi, di tanto in tanto, prova a eluderla. Anche in barba alla saggezza che dovrebbe arrivare con l'età: come nel caso dei protagonisti della vicenda che vi abbiamo appena raccontato.

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute