ORRORE IN SICILIA – NEL SIRACUSANO UNA VENTENNE, MAMMA DI 2 BIMBI, UCCISA A COLTELLATE E GETTATA IN UN POZZO: IL COMPAGNO CONFESSA DOPO UN INTERROGATORIO FIUME: "SONO STATO IO...- ANCORA OSCURO IL MOVENTE: FORSE UN RAPTUS DI GELOSIA...

-

Condividi questo articolo

Isabella Di Bartolo per palermo.repubblica.it

 

CARABINIERI CARABINIERI

Uccisa a coltellate e gettata in un pozzo, nelle campagne di Canicattini Bagni, paese della zona montana del Siracusano. E' l'orribile fine che è toccata a Laura Petrolito, 20 anni. Il suo compagno, Paolo Cumbo, ha confessato l'omicidio, dopo un lunghissimo interrogatorio nella caserma dei carabinieri, e ha indicato il luogo in cui aveva gettato l'arma del delitto. Ancora oscuro il movemnte del delitto: forse un raptus di gelosia.
 
La giovane lascia due figli: un bimbo di quattro anni, nato da una precedente relazione, e un altro di diciotto mesi avuto dall’attuale compagno. Della ragazza si erano perse le tracce la notte scorsa. Era stato il padre a lanciare l’allarme non vedendola rientrare a casa e non riuscendo a mettersi in contatto con lei perché il suo cellulare era sempre spento, come ha raccontato ai carabinieri stamattina in caserma. Il corpo della ragazza è stato ritrovato in fondo a un pozzo artesiano in contrada Tradituso, al confine fra il territorio di Canicattini Bagni e quello di Noto.
 

siracusa ragazza uccisa 12 siracusa ragazza uccisa 12

La ragazza aveva ferite in tutto il corpo: probabilmente è stata pugnalata prima di essere gettata nel pozzo. Il cadavere è rimasto incastrato e non è arrivato in fondo. L'assassino ha provato a spingerlo giù, poi lo ha coperto con il coperchio di ferro e si è allontanato. Figlia unica, Petrolito, ha alle spalle una storia delicata: la madre abbandonò la famiglia quando lei era piccola, per questa ragione Laura era sempre stata seguita dai servizi sociali, come conferma uno dei suoi educatori, la sindaca Marilena Miceli. “Per molti anni - dice - sono stata assessora ai Servizi sociali del Comune e ho seguito Laura da vicino. Per me lei è parte della nostra grande famiglia, è una ragazzina dolcissima che nonostante le vicissitudini familiari ha sempre mostrato forza e sorriso. Siamo riusciti a crescerla con amore e ha imparato anche a fare la mamma, sotto le nostre cure e della famiglia del giovane papà".
 
La notizia dell'assassinio della giovane ha fatto il giro del piccolo paese. “Siamo sgomenti”, commentano in piazza. La tragedia accade proprio nel mese in cui Canicattini Bagni celebra la lotta contro la violenza sulle donne. "Due settimane fa - dice la sindaca - abbiamo inaugurato una targa in piazza Dante Alighieri in memoria di tutte le donne morte per mano violenta, adesso non trovo parole. Tutta la nostra città è ferita e si stringe attorno al figlioletto di Laura, l’altra vittima di questa assurda tragedia, e ai familiari. Auspichiamo che le forze dell’ordine e gli inquirenti facciano piena luce e soprattutto che rendano giustizia per la morte di una giovanissima mamma. Una vera e propria follia che non ci stancheremo di arginare e curare attraverso azioni di sensibilizzazione”. Tutte le manifestazioni previste per oggi sono state sospese, compresa quella della festa di San Giuseppe.

siracusa 20enne uccisa siracusa 20enne uccisa

 

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

SANTA MARIA...GODETTI – “REPUBBLICA” CANDIDA UFFICIALMENTE PAMELA ANDERSON A LEADER DELL’OPPOSIZIONE IN UN’INTERVISTA CHE LA DIPINGE COME UNA SANTA MARIA GORETTI IMPEGNATA A LOTTARE CONTRO GLI “ABUSI DELL’ECONOMIA GLOBALE” – SOLO FRANCESCO MERLO CON LA ARCURI NEL 2011 RIUSCÌ A FARE DI MEGLIO: VI RICORDATE LA SANTIFICAZIONE CULT DI MANUELONA, CHE FU DEFINITA “LA NOSTRA PICCOLA ANNA MAGNANI” PER AVER DETTO NO A BERLUSCONI IN CAMBIO DI SANREMO? POI SI SCOPRÌ CHE...

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute