LA FINESTRA DI FRONTEX – IL GOVERNO PUNTA A FAR DIVENTARE “IL MODELLO LIFELINE” UNA PRASSI, CON IL PREMIER CHE DI VOLTA IN VOLTA VA A BUSSARE AI PARTNER EUROPEI PER PRENDERSI I MIGRANTI CHE ARRIVANO – MA LO SCAMBIO AVRÀ UN COSTO POLITICO. I PAESI CHE SI STANNO ACCOGLIENDO I MIGRANTI CI VOGLIONO FREGARE APRENDO IN ITALIA I CENTRI DI PRIMA IDENTIFICAZIONE” PREVISTI DALL’ACCORDO SIGLATO AL CONSIGLIO EUROPEO

-

Condividi questo articolo

Estratto dell’articolo di Fabio Tonacci per “la Repubblica”

 

La nave Protector di Frontex in rada a Pozzallo (Ragusa) La nave Protector di Frontex in rada a Pozzallo (Ragusa)

Può il "modello Lifeline" diventare una prassi condivisa? E quanto c' è, invece, di estemporaneo in quel che sta accadendo nella rada di Pozzallo? Il premier Conte rivendica di aver convinto i governi di cinque Paesi (Francia, Malta, Germania, Spagna e Portogallo) a prendersi 50 migranti ciascuno, tra quelli trasbordati sulla Protector e sulla Monte Sperone.

 

Migranti-lettera Conte a Ue, serve segnale condivisione Migranti-lettera Conte a Ue, serve segnale condivisione

Le due navi militari hanno avuto l' autorizzazione ad approdare unicamente quando il presidente del Consiglio e il suo ministro dell' Interno si sono finalmente ritenuti soddisfatti. E solo nella notte, dopo donne e bambini, sono sbarcati tutti i 450 profughi "prigionieri" a bordo.

 

Più o meno quanto è accaduto alla fine di giugno con la nave della ong tedesca (…).

 

DONALD TUSK ANGELA MERKEL GIUSEPPE CONTE MOAVERO DONALD TUSK ANGELA MERKEL GIUSEPPE CONTE MOAVERO

S' avanza un "modello Lifeline", parrebbe. (…) Implica che il premier italiano, di volta in volta, vada a bussare alle porte dei partner europei in cerca di volenterosi e i tempi non saranno mai brevi.

 

TUSK GIUSEPPE CONTE TUSK GIUSEPPE CONTE

Lo scambio avrà un costo politico. Del resto l' accordo siglato da Conte al Consiglio europeo prevede un impegno comune all' accoglienza, su base volontaria, e prevede anche che vengano istituiti in territorio Ue "centri controllati di prima identificazione": i suddetti volenterosi spingono perché siano aperti in Italia, e questo sarà il prezzo da pagare per Conte.

 

SALVINI SEEHOFER SALVINI SEEHOFER

(…) Non è pensabile che ogni barcone in arrivo, trasbordato su navi italiane o di Frontex, segua la medesima sorte. Nel caso della Lifeline, i migranti redistribuiti hanno fatto la registrazione e la richiesta di asilo nel Paese di destinazione, al quale spetta l' onere di un eventuale rimpatrio. Non tutti i migranti, però, sono uguali.

 

Chi e come decide la ripartizione delle nazionalità? Eritrei e siriani, ad esempio, hanno diritto allo status di rifugiato, quindi sono destinati a rimanere. Diverso è il caso dei migranti economici.

migranti migranti

 

(...) In sintesi, anche la distribuzione rischia di diventare un elemento nella già complessa dialettica tra governi. (…)

MIGRANTI MIGRANTI MIGRANTI MIGRANTI MIGRANTI MIGRANTI la nave diciotti a trapani 2 la nave diciotti a trapani 2

 

Condividi questo articolo

politica

AMERICA FATTA A MAGLIE - SONDAGGI, UMORI E ARDORI A DUE SETTIMANE DAL MIDTERM: UNA MANO A TRUMP LA POTREBBERO DARE I PIÙ DI 7MILA CHE MARCIANO VERSO GLI STATI UNITI DAL MESSICO. VE LO IMMAGINATE L'EFFETTO DELL'ESERCITO SCHIERATO A DIFENDERE I CONFINI? UN ALTRO AUTOGOL DEM? - IL GURU NATE SILVER DICE CHE LA CAMERA PER I REPUBBLICANI È PERSA, MA BERNIE SANDERS AMMETTE CHE ''L'ONDA BLU'' SI È GIÀ INFRANTA E SI GIOCA TUTTO SUL FILO - IL PRESIDENTE FA PACE COI REPUBBLICANI MA GIÀ GUARDA AL 2020

“LA PALLA NON TOCCA LA LINEA, È LONTANA DALLA LINEA” – MOSCOVICI E DOMBROVSKIS HANNO SPIEGATO IL PERCHÉ DELLA BOCCIATURA DELLA MANOVRA ITALIANA (È LA PRIMA VOLTA NELLA STORIA) E DICONO DI CONFIDARE IN TRIA PER CONVINCERE IL GOVERNO (AUGURI) – SALVINI E DI MAIO NON INDIETREGGIANO DI UN MILLIMETRO. IL MINISTRO DELL’INTERNO: “AVANTI CON IL SORRISO, SIAMO NEL GIUSTO”, LUIGINO: “NON MI MERAVIGLIO CHE NON PIACCIA ALLA UE È LA PRIMA MANOVRA SCRITTA A ROMA E NON A BRUXELLES” – VIDEO