IL GENERALE PAPPALARDO NON STA FERMO UN ATTIMO: “HO DENUNCIATO LA PINOTTI, STANNO FACENDO A PEZZI UN GIOVANE CARABINIERE DI 20 ANNI SOLO PER UNA BANDIERA TEDESCA” - A ‘LA ZANZARA’ RIVELA CHE IL GOLPETTO È SEMPRE NEI SUOI SOGNI: “QUALCHE PROCURATORE STA PENSANDO DI ARRESTARE I PARLAMENTARI DOPO LE NOSTRE DENUNCE. VITALIZIO? HO DATO I SOLDI AL MIO MOVIMENTO. CHE NON È PIÙ NEANCHE MIO…’

-

Condividi questo articolo

 

Da ‘La Zanzara - Radio24

 

IL GENERALE ANTONIO PAPPALARDO IL GENERALE ANTONIO PAPPALARDO

“Stiamo girando in lungo e in largo la Penisola con le nostre denunce. Ai magistrati poliziotti e carabinieri diciamo che secondo l’articolo 380 del codice di procedura penale dovrebbero arrestare i parlamentari non convalidati. C’è qualche procuratore che ci sta pensando. Ci stanno riflettendo. Avremo delle sorprese”. Lo dice il generale Antonio Pappalardo a La Zanzara su Radio 24.

 

Poi Pappalardo se la prende con il governo per la vicenda della bandiera esposta in una caserma di Firenze: “Il ministro della Difesa sta facendo solo caos. Quella bandiera è una bandiera di guerra, e bisogna avere il massimo rispetto delle bandiere di guerra. Se c’è qualche coglione neonazista che la vuole usare per i suoi fini la bandiera non perde il suo valore. Ci sono dei soldati che sono morti per quella bandiera.

il padre di Di Battista contro Pappalardo il padre di Di Battista contro Pappalardo

 

Se c’è qualche imbecille che la utilizza impropriamente che ci possiamo fare? Se fosse stata esposta la bandiera rossa con la falce e martello nessuno avrebbe parlato. Quel giovane carabiniere va difeso, è un ragazzo di vent’anni, il ministro si dovrebbe vergognare perché lo sta facendo a pezzi dall’alto dei suoi poteri. Chiede la testa di un ragazzo di 20 anni, ho denunciato il ministro Pinotti per abuso d’ufficio, diffamazione aggravate  e minaccia grave. Una che scambia una bandiera di guerra per un simbolo nazista, si dovrebbero vergognare per quello che stanno facendo a un giovane ragazzo”.

 

ANTONIO PAPPALARDO AL RISTORANTE DI PALAZZO MADAMA ANTONIO PAPPALARDO AL RISTORANTE DI PALAZZO MADAMA

Ma lei poi ha rinunciato al vitalizio?:  “Sì, ho rinunciato al vitalizio. L’ho dato al mio Movimento Liberazione Italia, di cui non faccio parte. Sono fuori dal Movimento, sono il presidente del comitato dei saggi. Il presidente si chiama Giuseppe Pino. Il vitalizio lo prende il Movimento, non io”.

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal