“LEGA-M5S? E’ UN GOVERNO DI TERRORISTI” - GIAMPAOLO PANSA A “PIAZZAPULITA” LA SPARA GROSSA “VOGLIONO SFASCIARE TUTTO, FARE PIAZZA PULITA DELL’ITALIA E DELLA SUA DEMOCRAZIA. NOI SIAMO SULL’ORLO DI UN BARATRO - DI BATTISTA E DI MAIO SONO DUE INCOMPETENTI, DUE IGNORANTI, NON SANNO UN CAZ*** DI CHE COSA HA BISOGNO QUESTO PAESE, NON GLIENE FREGA NULLA”

-

Condividi questo articolo

giampaolo pansa giampaolo pansa

Da www.liberoquotidiano.it

 

Altre cannonate contro il governo da parte di Giampaolo Pansa, che torna ad usare toni durissimi contro l'esecutivo di M5s e Lega. Lo fa a PiazzaPulita di Corrado Formigli su La7, dove la spara grossa: "Governo gialloverde? Non è un banale governo di centrodestra, ma un governo di terroristi. Un governo terrorista che vuole sfasciare tutto, fare piazza pulita dell’Italia e della sua democrazia. Noi siamo sull’orlo di un baratro”. Dunque Pansa rincara la dose, parlando del "dramma di chi si trova schiacciato da un gruppo di persone che non hanno rispetto per nessuno".

alessandro di battista e luigi di maio 1 alessandro di battista e luigi di maio 1

 

Finita? Non proprio: "Ho visto di tutto nella mia vita, ma mai una situazione di questo genere. È una situazione senza via d’uscita, o meglio ne ha una sola: che questo governo se ne torni a casa e non se ne faccia nessun altro dello stesso livello. Non ci sono morti? No, arriveranno, perché una situazione di questo tipo non la regge nessuno", sottolinea il giornalista.

 

Pansa, poi, opera dei distinguo: "Salvini, tutto sommato, è persino meglio di personaggi come Di Battista e Di Maio. Sono due incompetenti, due ignoranti, non sanno un caz*** di che cosa ha bisogno questo Paese, non gliene frega nulla di questo Paese". Per Pansa, "l'unica alternativa è quella di un governo di tecnici, come Mario Monti, sostenuto dai militari. Non è un golpe, perché non saranno i militari a governare, ma i tecnici", conclude con toni apocalittici.

luigi di maio e alessandro di battista in auto 3 luigi di maio e alessandro di battista in auto 3

 

Condividi questo articolo

politica

ROMA È “L’EPICENTRO DELLA COSPIRAZIONE” – STA PER USCIRE “DEEP STATE TARGET”, IL LIBRO DI GEORGE PAPADOPOULOS CHE RACCONTA IL TENTATO SABOTAGGIO DELLA CAMPAGNA PRESIDENZIALE AMERICANA – IL SOGNO DELL’EX CONSIGLIERE DI TRUMP DI FAR INCONTRARE “THE DONALD” CON PUTIN E I “CONSIGLI” DI JOSEPH MIFSUD – L'OSCURO PROFESSORE MALTESE DELLA “LINK CAMPUS UNIVERSITY” DI VINCENZO SCOTTI SOSTENEVA DI POTER PROCURARE “ROBA SPORCA” SU HILLARY, POI, UNA VOLTA SCOPPIATO IL CASO, SCOMPARE NEL NULLA, INSIEME ALLE TRACCE DEL SUO PASSAGGIO ALL'ATENEO ROMANO – I TWEET MISTERIOSI DI PAPADOPOULOS

POLVERE DI (CINQUE) STELLE – COME MAI I LEADER GRILLINI NON STREPITANO PIÙ SUI SOCIAL? SEMPLICE, HANNO PAURA DELLE BORDATE DELLA BASE – DAL 10 AL 20 FEBBRAIO I POST FACEBOOK GIORNALIERI DI LUIGINO DI MAIO SONO CALATI DI UN QUARTO E DIBBA DOPO IL DISASTRO IN ABRUZZO NON SI FA SENTIRE. MENTRE SALVINI CONTINUA A MACINARE SELFIE E “REACTIONS”– LA RIDUZIONE DELLA COMUNICAZIONE PERÒ È UN BOOMERANG, PERCHÉ IL CONSENSO VIRTUALE È FLUIDO, E RAPIDO COM’È ARRIVATO PUÒ ANDARSENE