NON AGGIUNGO UN POSTO AL TAV - LA SINDACA APPENDINO NON FA SCENDERE IL GONFALONE COMUNALE NELLA CONTRO-MANIFESTAZIONE DEI NO TAV E IL M5S SI DIVIDE (ANCORA) - LA SINDACA RIBADISCE DI CONDIVIDERE NETTA LA POSIZIONE DEL NO ALLA LINEA DELL’ALTA VELOCITÀ, MA DOPO LA PROTESTA DELLE "MADAMINE" RINCULA - GUAI SUL TERZO VALICO: SI È DIMESSA LA COMMISSARIA DELL’ALTRA GRANDE OPERA PIEMONTESE

-

Condividi questo articolo

Da “il Messaggero”

 

appendino appendino

A Torino il Movimento Cinque Stelle di divide sull' ipotesi, fatta deflagrare dal consigliere comunale Damiano Carretto, che la città scenda in piazza mescolando il proprio gonfalone e i propri colori ufficiali alle bandiere dei No Tav.

 

La sindaca, Chiara Appendino, afferma che «oggi come oggi non ritengo di coinvolgere nella manifestazione simboli istituzionali». Parole che però il presidente del consiglio comunale, il pentastellato Fabio Versaci, dice di «non condividere».

 

appendino appendino

In tutto questo batte un colpo anche l' altra grande opera piemontese,il cosiddetto Terzo Valico, con le dimissioni del commissario di governo, Iolanda Romano. Il ministero delle infrastrutture, nel comunicare la notizia, afferma che «il governo sta valutando le soluzioni per il successore, la cui scelta avverrà in tempi brevi».

 

L' addio di Romano, che lascia anche l' incarico all' Osservatorio ambientale sui lavori, segue di pochi giorni la decadenza per decreto prefettizio (con qualche settimana di anticipo) di Marco Rettighieri da commissario del Cociv, il consorzio che si occupa della nuova linea ferroviaria tra la Liguria e l' Alessandrino.

 

la manifestazione 'si' tav' in piazza castello a torino 5 la manifestazione 'si' tav' in piazza castello a torino 5

Anche questa tratta è al vaglio di un' analisi su costi e benefici, ma la realizzazione è in uno stadio più avanzato rispetto alla Torino-Lione: per il quinto lotto, esecutivo da luglio, si attende l' ok definitivo del Ministero. Torino si avvicina all' appuntamento dell' 8 dicembre in un clima poco conciliante. I No Tav vogliono marciare nel centro storico per rispondere ai 30 mila di piazza Castello della manifestazione del «Sì».

la manifestazione 'si' tav' in piazza castello a torino 4 la manifestazione 'si' tav' in piazza castello a torino 4

 

Le sette promotrici del comitato Torino va Avanti, ormai conosciute in tutta Italia come le madamin, oggi hanno sfornato un documento con «Sette punti per dire Sì alla Torino-Lione» (che forse è anche una risposta all' accusa di essere disinformate). Appendino, interpellata sul caso gonfalone sì-gonfalone no, sottolinea che «i simboli istituzionali per loro stessa natura rappresentano la sensibilità di un' intera comunità».

 

CHIARA APPENDINO CHIARA APPENDINO

La sindaca, comunque, ribadisce di condividere netta la posizione No Tav assunta dalla maggioranza pentastellata. Ma nonostante questo il presidente Versaci si dice «stupito» e annuncia che al corteo sarà presente per «rappresentare il consiglio comunale». In Valle di Susa.

la manifestazione 'si' tav' in piazza castello a torino 2 la manifestazione 'si' tav' in piazza castello a torino 2 piazza sì tav torino piazza sì tav torino la manifestazione 'si' tav' in piazza castello a torino 11 la manifestazione 'si' tav' in piazza castello a torino 11 DI MAIO NO TAV DI MAIO NO TAV la manifestazione 'si' tav' in piazza castello a torino 1 la manifestazione 'si' tav' in piazza castello a torino 1 la manifestazione 'si' tav' in piazza castello a torino 10 la manifestazione 'si' tav' in piazza castello a torino 10 la manifestazione 'si' tav' in piazza castello a torino 12 la manifestazione 'si' tav' in piazza castello a torino 12 la manifestazione 'si' tav' in piazza castello a torino 13 la manifestazione 'si' tav' in piazza castello a torino 13 la manifestazione 'si' tav' in piazza castello a torino 3 la manifestazione 'si' tav' in piazza castello a torino 3

 

Condividi questo articolo

politica

SALVATE IL SOLDATO GIORGETTI – IL POTENTE SOTTOSEGRETARIO LEGHISTA RANDELLA ANCORA DI MAIO: “IL M5S HA VINTO AL SUD PER IL REDDITO DI CITTADINANZA. MAGARI È L’ITALIA CHE NON CI PIACE MA CON CUI DOBBIAMO CONFRONTARCI. IL PERICOLO CHE VEDO È CHE POSSA ALIMENTARE IL LAVORO NERO” – “RETROMARCIA SULLA MANOVRA? NO, DIFENDIAMO GLI INTERESSI DEGLI ITALIANI. PIÙ CI OSTEGGIANO, PIÙ IL POPOLO SIMPATIZZA PER NOI”, POI EVOCA IL RITORNO ALLE URNE: “SE IL GOVERNO CADE…” – VIDEO