ORBAN COME MUSSOLINI, ORBO DI DEMOCRAZIA - NELLA NUOVA COSTITUZIONE UNGHERESE NON C’È PIÙ LA DENOMINAZIONE DI “REPUBBLICA” E SONO GIÀ PRONTE LEGGI IN STILE NEONAZISTA PER AZZERARE GIORNALI E TV SCOMODE - LA “PIAZZA” DI BUDAPEST, HILLARY CLINTON, IL PARLAMENTO EUROPEO GLI DANNO CONTRO - INDOVINATE CHI È L’UNICO A VOLERGLI BENE? SILVIO NOSTRO: “TRA NOI C’È UNA STRAORDINARIA SINTONIA” - NON A CASO ORBAN HA POTUTO CONTARE SULLA COPERTURA DEL PARTITO POPOLARE EUROPEO DI CUI È UNO DEI VICE PRESIDENTI INSIEME CON L’EX MONARCHICO TAJANI…

Condividi questo articolo

Giuseppe Sarcina per il "Corriere della Sera"

ORBAN E BERLUSCONIORBAN E BERLUSCONI

La «piazza» di Budapest, Hillary Clinton, il Parlamento europeo e, forse, la Commissione di Bruxelles. Cresce l'opposizione (e l'aperta ostilità) verso il governo di Viktor Orban. Il premier, 48 anni, si è appena tolto l'abito di gala con cui lunedì primo gennaio ha festeggiato al Teatro dell'Opera, in compagnia di ministri e dirigenti del suo partito populista, il Fidesz, l'entrata in vigore della nuova Costituzione. Fuori almeno 70 mila cittadini ungheresi hanno fischiato, scandito slogan, sollevato cartelli con scritte tipo «Hey Europa, scusa per il nostro primo ministro».

ORBAN e BERLUSCONIORBAN e BERLUSCONI

La svolta autoritaria dell'Ungheria diventa ora un dato di fatto. La nuova Carta, accompagnata da una serie di leggi, cambia radicalmente il corso di questo Paese. A cominciare dal nome: non più «Repubblica di Ungheria», ma solo «Ungheria», con espliciti riferimenti alla retorica di una «grandeur» nazionalistica che sembrava archiviata con l'adesione all'Unione europea (2004).

A Budapest si è formata una coalizione tra i partiti di opposizione (spazzati via nelle elezioni del 2010) e organizzazioni come Hungarian Solidarity Movement. Protestano contro i provvedimenti che puntano ad azzerare giornali e televisioni non gradite, a trasformare la Banca centrale in un docile passacarte al servizio dell'esecutivo. Marciano contro la legge elettorale studiata per favorire in modo smaccato il partito al potere, «L'Alleanza dei giovani democratici», (Fidesz) fondato nel 1988 da Orban, all'epoca oppositore del regime comunista.

viktor orban e berlusconiviktor orban e berlusconi

Il segretario di Stato americano, Hillary Clinton, ha già richiamato il premier ungherese. Ma ora i «settantamila di Budapest» si aspettano un passo dall'Europa. Ieri un portavoce della Commissione ha fatto sapere che «i servizi giuridici di Bruxelles» stanno «valutando con attenzione i testi legali». Se sarà riscontrata una «violazione della legislazione europea», verrà aperta una «procedura di infrazione».

VIKTOR ORBANVIKTOR ORBAN

Ci vorranno giorni. La vera offensiva contro «la deriva autoritaria» di Orban potrebbe partire, invece, dal Parlamento europeo. «Il caso verrà sollevato il 16 gennaio, nel corso della seduta plenaria» annuncia al Corriere l'austriaco Hannes Swoboda, del gruppo Socialisti e democratici. E' una dichiarazione di peso, perché Swoboda, 65 anni, dovrebbe diventare proprio in quei giorni il capogruppo di Socialisti e democratici, subentrando a Martin Schulz, prossimo presidente dell'Europarlamento.

orban viktororban viktor

«Stiamo lavorando con i liberaldemocratici e i verdi. Chiederemo alla Commissione di impugnare davanti alla Corte europea la Costituzione e le leggi del governo Orban, poiché sono in chiaro contrasto con i Trattati europei. Poi vedremo come reagirà Budapest. Noi siamo determinati ad andare fino in fondo, attivando, se sarà il caso, la procedura prevista dall'articolo 7 del Trattato di Lisbona che toglie il diritto di voto ai governi che non rispettano i principi fondamentali». Finora Orban ha potuto contare sulla copertura, o comunque sul silenzio, del Partito popolare europeo, di cui è uno dei vice presidenti.

 

 

Condividi questo articolo

media e tv

PER ANNI HANNO ACCUSATO PAOLA BARALE DI VOLER ESSERE MADONNA, ORA SCOPRIAMO CHE È L'ESATTO CONTRARIO - LA NONNA DEL POP PUBBLICA PER ERRORE SU FACEBOOK UNA FOTO DELLA BARALE (CHE REPLICA CON UNO SCATTO DI EVITA PERON) - SOCIAL SCATENATI

Che la Barale abbia una certa somiglianza con Madonna è cosa assodata, tanto che la showgirl italiana divenne famosa proprio come sosia della cantante. Ma nessuno si sarebbe aspettato che Madonna (o qualcuno del suo staff) confondesse se stessa con la Barale...

politica

business

I BIGLIETTONI DA 500 EURO? CARTA STRACCIA - LA BCE VUOLE METTERE FUORI CORSO LE BANCONOTE DI GROSSO TAGLIO PER CONTRASTARE RICICLAGGIO, EVASIONE E TERRORISMO. MA L'OPERAZIONE POTREBBE PROVOCARE UN CALO DELLA LIQUIDITÀ PER 150 MILIARDI

In Norvegia dove solo il 6% dei cittadini usa il cash, la seconda banca del Paese ha vietato l'uso del contante - In Italia, al contrario, la possibilità di spesa della carta moneta è stata innalzata a 3mila euro. Vedremo quale delle due visioni prevarrà...

cronache

MALEDETTE PASSWORD, LA VOSTRA FINE E’ VICINA: UN SELFIE PER AUTENTICARE LA CARTA DI CREDITO, IL BATTITO DEL POLSO PER L’AUTO E IL CUORE PER ACCEDERE AL PC: IL NOSTRO CORPO SOSTITUIRA’ IL PIU’ OSTICO TRA GLI ESERCIZI DI MEMORIA

Dall’iride alle onde cerebrali. Nel 2015almeno già 650 milioni di persone nel mondo hanno usato un sistema biometrico su dispositivi mobili e da qui al 2020 numero potrebbe crescere del 20 % - È proprio vero che le nostre caratteristiche genetiche siano più difficili da copiare e rubare di una password? «Non esiste una biometria non falsificabile»...

sport

TERZA VITTORIA CONSECUTIVA E TRE PUNTI PREZIOSI DELLA ROMA – JUVE, QUATTORDICESIMA VITTORIA CONSECUTIVA SONO UN’ENORMITÀ - RISPONDE IL NAPOLI ALIAS HIGUAIN. LE DUE SI ASPETTANO AL VARCO. SABATO A TORINO. BOTTE DA ORCHI

Delle altre tre, il colabrodo Inter cola a picco a Verona, prima di trovare tra smorfie di paura un tribolatissimo pari. La sensazione è che Mancini abbia perso il filo e forse anche la squadra. Male anche il Milan che regala un tempo all’Udinese e si ostina a presentare un impresentabile Balotelli...

cafonal

CAFONALINO - BEN STILLER HA SCELTO ROMA PER L'ANTEPRIMA MONDIALE DEL SUO DELIRANTE, ATTESISSIMO E GIÀ STRACULT ''ZOOLANDER 2'' - 'SO CHE MILANO È LA CAPITALE DELLA MODA, MA ROMA È OPULENTA E MERAVIGLIOSA'. DOPO AVER GIRATO IN CITTÀ PER 4 MESI, IL RITORNO CON OWEN WILSON È ACCOLTO IN PERFETTO STILE 'MARZIANO A ROMA': ''ARIECCOLI!'' - LA FESTA, IL FLASH-MOB DA VALENTINO, LE PROIEZIONI

Ben Stiller racconta l'infanzia con due genitori famosi, ''passata da solo sul divano davanti a una televisione sempre accesa'', i primi sogni di cinema a 9 anni, la sfiducia sul suo talento, la confessione (ritrattata) di soffrire di sindrome bipolare - In vetrina a Piazza Mignanelli, i fan in selfie-delirio...