PURE FRANCESCO SI ROMPE I BERGOGLIONI - BLOCCATE LE “SETTE ERESIE” DEL PAPA, IL SITO CHE LE RACCOGLIE NON E’ VISIBILE IN VATICANO – SONO 62 I SACERDOTI E STUDIOSI CHE ACCUSANO IL VICARIO DI CRISTO DI AVVICINARSI ALLE IDEE SCISMATICHE DI LUTERO – GOTTI TEDESCHI (EX IOR): “NON ERESIE, MA SUPPLICHE” 

-

Condividi questo articolo

 

PAPA BERGOGLIO PAPA BERGOGLIO

Ester Palma per il Corriere della Sera

 

Dai computer del Vaticano non si potrà più accedere al sito www.correctiofilialis.org, creato appositamente per aderire alle accuse di «eresia» lanciate dai tradizionalisti contro papa Francesco, collegate al contenuto della sua esortazione apostolica «Amoris laetitia». Dai computer del Vaticano non si può più accedere alla pagina in questione, in nessuna lingua. Fuori dallo Stato Vaticano, invece, la pagina risulta normalmente raggiungibile.

 

«SOLO UNA SUPPLICA, NON ACCUSE»

ETTORE GOTTI TEDESCHI ETTORE GOTTI TEDESCHI

«L’accesso alla pagina web che state cercando di visitare è stato bloccato in accordo alle politiche si sicurezza istituzionali». La petizione, cui hanno aderito finora 62 fra sacerdoti, laici e studiosi (fra cui l’ex presidente dello Ior Ettore Gotti Tedeschi) accusa il Papa di sette eresie, legate al modernismo, e di avvicinarsi troppo alle idee scismatiche di Martin Lutero.

 

Proprio Gotti Tedeschi ha però smentito che si tratti di accuse di eresia vere e proprie, quanto piuttosto di «una supplica scritta da teologi, che dice che indirettamente potrebbe facilitare eresie nei fedeli». E ha aggiunto: «Voglio solo il bene della Chiesa e di Papa Francesco, per il quale prego tutti i giorni nella messa. Io voglio bene al Papa, sono fedele alla Chiesa».

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal