ROSI E ROSICONI - TUTTI SI ACCANISCONO CONTRO ROSI MAURO, E IN SUO SOCCORSO ARRIVANO LE FEMMINISTE (BIPARTISAN) - PAOLA CONCIA: “I CAPETTI MACHISTI E MISOGINI DELLA LEGA LE SI SCAGLIANO CONTRO SOLO PER RIPULIRSI LA COSCIENZA” - FLAVIA PERINA: “BRUCIATA SUL ROGO COME LE FATTUCCHIERE DI SALEM” - MARGHERITA BONIVER: “FAR DIMETTERE ROSI MAURO EVOCA CON INTOLLERABILI ACCENTI MASCHILISTI LA NECESSITÀ DI UNA CAPRA ESPIATORIA” - UNA ‘’CAPRA’’ FEMMINA, OVVIAMENTE…

Condividi questo articolo
ROSI MAUROROSI MAURO

Da "la Repubblica"

PAOLA CONCIA FOTO AGF REPUBBLICA jpegPAOLA CONCIA FOTO AGF REPUBBLICA jpeg

Rosy Mauro trattata come una strega, usata come capro espiatorio, vittima del maschilismo che impera nel mondo politico. Tre donne politicamente e culturalmente diverse come Flavia Perina, Paola Concia e Margherita Boniver decidono di spendere una parola in difesa della vicepresidente leghista del Senato finita sulla graticola per le spese "allegre" del Caroccio. Ecco allora la Perina scrivere che la Mauro è stata «bruciata sul rogo come le fattucchiere di Salem per purificare la comunità padana».

«Trovo vergognoso il modo con cui i "capetti della Lega" assetati di sangue, si sono accaniti come un branco di selvaggi nei confronti della Mauro, che pure ben conoscono e che oggi le si scagliano contro solo per ripulirsi la coscienza», aggiunge la Concia. Che ancora scrive: «Del resto non possiamo certo dimenticare che stiamo parlando di quegli stessi leghisti, campioni di inciviltà, che da un ventennio ci regalano esempi di machismo, misoginia, omofobia, razzismo e xenofobia».

MARGHERITA BONIVERMARGHERITA BONIVER Flavia PerinaFlavia Perina

Infine la deputata democratica tocca anche il tema delle dimissioni della senatrice leghista dalla carica di vicepresidente del Senato. Ma fa notare che se deve lasciare la carica deve farlo solo per «un eventuale illecito, l'utilizzo di finanziamenti pubblici per fini privati e non certo una presunta relazione con il suo capo scorta, che la senatrice ha del resto smentito».

Se fosse questa la motivazione, conclude la Concia, «ho la netta sensazione che dovrebbero dimettersi molti colleghi uomini, visto che si tratta di una pratica molto in uso». Infine a difesa della senatrice leghista arriva la Boniver. «Opportunità politica a parte, far dimettere Rosi Mauro evoca con intollerabili accenti maschilisti la necessità di una capra espiatoria», dice la presidente del Comitato Schengen.

MARIASTELLA GELMINIMARIASTELLA GELMINI

Più cauto il giudizio dell'ex ministro Mariastella Gelmini. Ad ogni modo, spiega la dirigente del Pdl, «se le accuse che le sono rivolte sono false e ha gli strumenti per dimostrarlo credo che la sua resistenza abbia un senso, diversamente sarebbe un grave errore».

 

 

Condividi questo articolo



media e tv

politica

FRANCESCHINI, POCHI SOLDINI – ART BONUS, IL DECRETO DEI BENI CULTURALI CHE DOVEVA RACCOGLIERE FONDI DAI PRIVATI, HA RAGGRANELLATO LA MISERIA DI DUE OFFERTE – SOLO LA BREMBO DI BOMBASSEI E LA BANCA PASSADORE HANNO RISPOSTO “PRESENTE”

Il ministro Dario Franceschini sperava di raccogliere qualche milione di euro per finanziare il restauro della Domus Aurea di Nerone, che necessita di lavori per almeno 30 milioni di euro. Ma con i 200mila euro raccolti si mette a posto a stento una stanza…

business

ECCO A COSA SERVE LA CAMPAGNA OSSESSIVA DI MARPIONNE: WARREN BUFFETT TIFA PER IL MATRIMONIO FCA-GM - SE OLTRE AL FINANZIERE (CHE HA IL 3%), RIESCE A CONVINCERE ANCHE SINDACATI E AZIONISTI IMPORTANTI, POTRÀ SCAVALCARE L'AD MARY BARRA, PER CUI FIAT-CHRYSLER È UN BIDONE CHE VUOLE AGGANCIARSI AL BOLIDE GM

L’alternativa all’accordo sarebbe quella di un’opa ostile di Fca nei confronti di Gm. Ipotesi molto costosa e assai difficilmente realizzabile, che Marchionne esclude. L’importante per l'impulloverato, è mettere la rivale con le spalle al muro: o mi incontri, o dovrai spiegare nei dettagli perché ti fa schifo la mia azienda...

cronache

VIETNAM INEDITO – LE PARTITE DI BASEBALL A DIAU TENG, I TRASFERIMENTI IN JEEP E GLI SBARCHI DAI MITICI BELL UH-1 - L’UFFICIALE DI ARTIGLIERIA CHRISTOPHER GAYNOR HA IMMORTALATO LA GUERRA IN VIETNAM TRA IL ’67 E IL ’68 – ECCO I SUOI SCATTI, USCITI DAL CASSETTO DOPO OLTRE 40 ANNI - VIDEO

La guerra del Vietnam vissuta attraverso gli scatti di un giovano soldato, che ha ha riscoperto la sua collezione di fotografie decenni dopo la fine della guerra. Ecco gli scatti inediti dell’ufficiale di artiglieria Christopher Gaynor, che durante il suo anno di leva tra il 1967 e il 1968 – aveva 21 anni – ha trovato il tempo di immortalare le incursioni…

sport

FALLIMENTI OLIMPIONICI - I COSTOSISSIMI IMPIANTI SPORTIVI PER LE OLIMPIADI GIACCIONO OGGI ABBANDONATI IN GIRO PER IL MONDO – MENTRE ROMA LANCIA LA SUA CONDIDATURA PER IL 2024, LA DOMANDA SORGE SPONTANEA: NE VALE DAVVERO LA PENA?

Le sedi olimpiche rimangono lì, come grossi dinosauri bianchi che giacciono ai piedi delle città aspettando che col tempo la natura se li riprenda. Giganteschi santuari che conservano la speranza e l’illusione di una ricchezza smisurata, ma mostrano solo le crepe del disincanto e della desolazione…

cafonal