ROSI E ROSICONI - TUTTI SI ACCANISCONO CONTRO ROSI MAURO, E IN SUO SOCCORSO ARRIVANO LE FEMMINISTE (BIPARTISAN) - PAOLA CONCIA: “I CAPETTI MACHISTI E MISOGINI DELLA LEGA LE SI SCAGLIANO CONTRO SOLO PER RIPULIRSI LA COSCIENZA” - FLAVIA PERINA: “BRUCIATA SUL ROGO COME LE FATTUCCHIERE DI SALEM” - MARGHERITA BONIVER: “FAR DIMETTERE ROSI MAURO EVOCA CON INTOLLERABILI ACCENTI MASCHILISTI LA NECESSITÀ DI UNA CAPRA ESPIATORIA” - UNA ‘’CAPRA’’ FEMMINA, OVVIAMENTE…

Condividi questo articolo
ROSI MAUROROSI MAURO

Da "la Repubblica"

PAOLA CONCIA FOTO AGF REPUBBLICA jpegPAOLA CONCIA FOTO AGF REPUBBLICA jpeg

Rosy Mauro trattata come una strega, usata come capro espiatorio, vittima del maschilismo che impera nel mondo politico. Tre donne politicamente e culturalmente diverse come Flavia Perina, Paola Concia e Margherita Boniver decidono di spendere una parola in difesa della vicepresidente leghista del Senato finita sulla graticola per le spese "allegre" del Caroccio. Ecco allora la Perina scrivere che la Mauro è stata «bruciata sul rogo come le fattucchiere di Salem per purificare la comunità padana».

«Trovo vergognoso il modo con cui i "capetti della Lega" assetati di sangue, si sono accaniti come un branco di selvaggi nei confronti della Mauro, che pure ben conoscono e che oggi le si scagliano contro solo per ripulirsi la coscienza», aggiunge la Concia. Che ancora scrive: «Del resto non possiamo certo dimenticare che stiamo parlando di quegli stessi leghisti, campioni di inciviltà, che da un ventennio ci regalano esempi di machismo, misoginia, omofobia, razzismo e xenofobia».

MARGHERITA BONIVERMARGHERITA BONIVER Flavia PerinaFlavia Perina

Infine la deputata democratica tocca anche il tema delle dimissioni della senatrice leghista dalla carica di vicepresidente del Senato. Ma fa notare che se deve lasciare la carica deve farlo solo per «un eventuale illecito, l'utilizzo di finanziamenti pubblici per fini privati e non certo una presunta relazione con il suo capo scorta, che la senatrice ha del resto smentito».

Se fosse questa la motivazione, conclude la Concia, «ho la netta sensazione che dovrebbero dimettersi molti colleghi uomini, visto che si tratta di una pratica molto in uso». Infine a difesa della senatrice leghista arriva la Boniver. «Opportunità politica a parte, far dimettere Rosi Mauro evoca con intollerabili accenti maschilisti la necessità di una capra espiatoria», dice la presidente del Comitato Schengen.

MARIASTELLA GELMINIMARIASTELLA GELMINI

Più cauto il giudizio dell'ex ministro Mariastella Gelmini. Ad ogni modo, spiega la dirigente del Pdl, «se le accuse che le sono rivolte sono false e ha gli strumenti per dimostrarlo credo che la sua resistenza abbia un senso, diversamente sarebbe un grave errore».

 

 

Condividi questo articolo



media e tv

LO SCONTRO TRA “AFFARI TUOI” E “STRISCIA” ALIMENTA LA FAIDA TRA INSINNA E ANTONIO RICCI - DOPO L’ATTACCO DEL CONDUTTORE (“RICCI NON SA PERDERE, NON MI SPAVENTA”), IL CAPO DI “STRISCIA” RIBATTE: “ROSICONE, NOI SIAMO STATI PREMIATI AGLI OSCAR DELLA TV E TU NO”

Insinna ne ha pure per gli Oscar della tv, i Premi Regia televisiva dove 'Affari Tuoi' è rimasto fuori dal palmares mentre 'Striscia la notizia' è stato premiato - La lettera del “Gabibbo”: “Gli girano perché Striscia vince tutte le puntate con enorme vantaggio sul pubblico più pregiato, anche se alle 21 ha l'handicap di una interruzione pubblicitaria e lui comincia prima”…

politica

GRILLINI OLTRE GRILLO – DI MAIO SPIEGA LA RICETTA DI UN MOVIMENTO CHE STA IMPARANDO A FARE A MENO DI GRILLO E CASALEGGIO – “NON LITIGHIAMO PIÙ TRA DI NOI E DETTIAMO L’AGENDA POLITICA” – “ALLE ELEZIONI CI ASPETTIAMO UNA CONFERMA COME SECONDO PARTITO”

Il vicepresidente della Camera, e membro del direttorio dei Cinque Stelle, annuncia che i grillini scateneranno un’autentica guerra parlamentare nel caso in cui il Pd provi a cambiare la legge Severino. E indica le nuove priorità: “Reddito di cittadinanza, Equitalia e microcredito”…

business

cronache

Il provvedimento di sequestro firmato di buon mattino riguardava 21 ville di lusso, alcune affittate a 25 mila euro a notte, all’interno degli alberghi Pitrizza e Romazzino, costruiti 50 anni fa dall’Aga Khan e acquisiti dall’emiro. Stesso provvedimento (ugualmente congelato) anche per alcune stanze dell’Hotel Cervo…

sport

cafonal