''IO E BERLUSCONI IN LEGA PRO FACCIAMO L'EFFETTO DI CRISTIANO RONALDO IN SERIE A'' - GALLIANI ECCITATISSIMO PER LA SUA TERZA VITA DA MANAGER DEL MONZA, COME NEGLI ANNI RUGGENTI DEL MILAN: ''QUANDO SILVIO MI CHIAMÒ, NON FU PER DIRITTO DIVINO, MA PROPRIO PER QUESTA SQUADRA. GALLIANI SARÀ L'AD, NICOLA COLOMBO CONSERVERÀ IL 30% CONTINUERÀ A FARE IL PRESIDENTE, IL BANANA METTE I SOLDI...

-

Condividi questo articolo

Monica Colombo per il ''Corriere della Sera''

 

 

«Cristinaaa, invii le foto dei giocatori del Monza ad Arcore!».

galliani berlusconi galliani berlusconi

Adriano Galliani impartisce ordini alla storica segretaria mentre il telefono non dà tregua. «Negli ultimi tre giorni ho ricevuto decine e decine di chiamate da parte di giocatori svincolati, procuratori interessati a piazzare i propri assistiti, dirigenti incuriositi. C' è un universo calcistico in fermento, attratto dal possibile ritorno nel mondo del pallone di Silvio Berlusconi. Sa cosa mi hanno detto ieri? Il potenziale arrivo della coppia Silvio e Adriano sta causando in Lega Pro lo stesso effetto che Cristiano Ronaldo ha generato in Serie A».

 

 

Chi lo conosce bene individua nell' ex amministratore delegato del Milan una traccia di entusiasmo ed euforia che nessun incarico pur prestigioso, politico o manageriale, gli aveva assicurato ultimamente. Palazzo Madama, il ruolo di coordinatore dei dipartimenti di Forza Italia, il real estate del Biscione. Occupazioni nobili, certo. Ma l' adrenalina che il pallone produce è un' altra cosa.

 

GALLIANI E CASELLATI GALLIANI E CASELLATI

«Avevamo venduto il Milan da poco, il calcio ci mancava parecchio e parlando del più e del meno con il presidente l' anno scorso balenammo l' ipotesi di acquistare un altro club. Avevamo già convenuto che l' unica squadra che avremmo potuto rilevare, senza cancellare il rapporto unico con il Milan, sarebbe stato il Monza. Berlusconi in questi mesi ha rifiutato diverse offerte per acquisire squadre, io ho declinato incarichi in più di una società. Il presidente abita a tre km dal Brianteo, io in quella città sono nato, cresciuto e ho iniziato la mia carriera dirigenziale. Noi ci sentiamo veramente come Ulisse che torna a Itaca».

 

La molla che ha spinto la coppia più vincente della storia calcistica italiana recente a riaffacciarsi all' antico mondo è stata «l' astinenza da pallone». Del resto se le cinque Coppe dei campioni sollevate dal Milan sotto la gestione Berlusconi sono entrate nell' immaginario collettivo, meno noto è il passato remoto dei due protagonisti.

 

berlusconi galliani berlusconi galliani

«Il presidente in precedenza aveva fondato la squadra di Edilnord che ha fatto tutte le categorie. E io non solo sono stato nel consiglio d' amministrazione del Monza fra il 1975 e il 1985 ma attraverso l' Elettronica industriale acquistai in quegli anni il Sant' Angelo Lodigiano. Del resto nessuno si chiede perché fra tanti manager il presidente quando compra il Milan affida a me la poltrona di ad. Non mi viene attribuita per diritto divino, ma per curriculum. Grazie al Monza».

 

Ora Silvio e Adriano stanno per tornare in pista con un obiettivo ambizioso: regalare la Serie A a un club che in 106 anni di storia ha solo sfiorato ma mai ottenuto. «Negli ultimi giorni la tentazione si è trasformata in idea operativa» prosegue Galliani.

GALLIANI LOTITO GALLIANI LOTITO

 

«Su mandato del presidente ho telefonato a Nicola Colombo, numero uno del Monza, per verificare la disponibilità a trattare». L' affare è entrato nel vivo nelle ultime ore con l' avvio della due diligence, cioè l' analisi dei dati del bilancio. Le parti confidano di arrivare entro fine mese al passaggio di quote societarie. Silvio Berlusconi acquisterebbe il 70 per cento delle azioni e, se vorrà, ricoprirà la carica di presidente onorario.

 

Adriano Galliani sarà l' ad e Nicola Colombo che conserverà il 30% continuerà a svolgere le mansioni da presidente. «Berlusconi ha già parlato al telefono con Nicola e il padre Felice che è stato anche lui presidente del Milan. Siamo tutti d' accordo nello sviluppare l' idea di un Monza composto da giocatori tesserabili per le nazionali italiane. La filosofia del presidente, condivisa dagli attuali proprietari, è rendere il club brianzolo un serbatoio per le varie rappresentative dall' Under 15 in su».

 

elisabetta canalis e reginaldo 7 elisabetta canalis e reginaldo 7

La stella della formazione che milita in Lega Pro è attualmente Reginaldo, noto per i suoi trascorsi nel Parma e una liaison con Elisabetta Canalis. L' allenatore è Marco Zaffaroni. «Gioca con le due punte» avvisa ironico Galliani, lasciando presagire che al momento il tecnico sarà al riparo dagli strali del Cavaliere. Allo studio ovviamente c' è anche il progetto di riqualificazione dello stadio Brianteo che necessita di migliorie e ammodernamenti.

 

elisabetta canalis e reginaldo 3 elisabetta canalis e reginaldo 3

«L' appoggio in termini di risorse e competenze da parte di Berlusconi - che spero di conoscere presto - e Galliani non potrà che giovare a tutto il territorio» commenta Nicola Colombo. Resta da sapere: in caso di contemporaneità di gare fra Milan e Monza quale squadra del cuore osserverà dal vivo? «Non ci avevo pensato» ribatte pensoso Galliani. «È un problema ma risolverò senza traumi a seconda delle partite. Vede, sul mio smartphone ho scaricato Sky, Dazn, Eleven Sports...».

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

AMERICA FATTA A MAGLIE - BETO O'ROURKE È L'ASTRO NASCENTE DEI DEM, IL PERDENTE DI SUCCESSO SCONFITTO DA TED CRUZ MA AMATO DAI GIORNALI CHE CONTANO. HA RACCOLTO UN MUCCHIO DI SOLDI, VA SULLO SKATE, SUONA LA CHITARRA, CORRE LE MARATONE - DIETRO DI LUI SI AGITANO L'ETERNA CLINTON, I VECCHIETTI BIDEN-BLOOMBERG-SANDERS, LE PASIONARIE TIPO KAMALA HARRIS, E IL MILIARDARIO ECOLOGISTA TOM STEYER, CHE HA SPESO CENTINAIA DI MILIONI CONTRO TRUMP ED È PRONTO A COMPRARSI UN POSTO SULLA SCHEDA DELLE PRIMARIE

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute