ALLEGRI MA NON TROPPO - SCONCERTI: "DUE ANNI FA LA JUVE A CENTROCAMPO AVEVA PIRLO-VIDAL-MARCHISIO-POGBA. E ARRIVÒ IN FINALE DI CHAMPIONS. OGGI AI BIANCONERI MANCANO UN GRANDE REGISTA E UN ALTRO GIOCATORE DI FANTASIA - L’INTER CRESCE: NON E’ SOLO MERITO DI PIOLI, QUESTA E’ LA SQUADRA DI ZHANG" - -

Condividi questo articolo

Mario Sconcerti per il Corriere della Sera

ALLEGRI ALLEGRI

 

Non cambia niente, vincono tutte le prime. Questo è il problema di chi deve rimontare, non basta vincere, dipendi dagli altri. È ancora fondamentale Higuain, ma non è questo il problema. Higuain fa quasi una strada solitaria, lui contro i suoi 36 gol di un anno fa. Ma i gol sono sempre arrivati alla Juve, nei due anni di Allegri sono stati 72 e 75. Credo che quando si parla del futuro di Allegri si debba concentrarci soprattutto sul centrocampo. È lì che serve molto di più.

HIGUAIN HIGUAIN

 

Due anni fa la Juve aveva Pirlo-Vidal-Marchisio-Pogba, uno dei reparti più forti del mondo. E arrivò in finale di Champions. Oggi è tutto molto diverso, c' è meno qualità e meno forza fisica, meno personalità. Quando Allegri dice che troppe volte la Juve si ritira dimenticando la partita, allude a questo.

 

ALLEGRI MAROTTA ALLEGRI MAROTTA

E penso sia questa la discussione in atto alla Juve: come migliorare la squadra con i pochi giocatori disponibili al livello che serve compatibili con le risorse. Credo che nessuno cambierebbe per esempio Mandzukic con Diego Costa, ma nessuno nemmeno potrebbe. Diego Costa ha un ingaggio tre volte superiore a Mandzukic (12 contro 4 milioni). È vero, come dice Galeone, che il ciclo del suo allievo alla Juve è finito, ma c' è un' alternativa: cambiare la Juve, riportarla alla qualità tecnica che ha un po' disperso. Credo stia qui anche il problema del contratto di Allegri. Non poteva essere il Bologna a mettere in discussione questo teorema.

 

PJANIC PJANIC

Ma il resto merita una riflessione profonda. Manca un grande regista, manca un altro giocatore di fantasia nei quindici titolari che sappia assomigliare a Dybala più di quanto ci riesca Pjanic. La Juve è diligente e forte, non straordinaria.

 

Rincon aiuterà, ma non risolverà. È una riserva ideale, non un centrocampista europeo. È presto comunque per parlarne. La Juve va alla grande. Ma se sentirete accennare al contratto di Allegri, pensate ai giocatori che servono e sarete dentro il vero problema. La diversità dell' Inter intanto non si vede nel gioco quanto nell' insistenza a rimanere in partita. Gare come quella di Udine sarebbero state perse alla fine del primo tempo.

 

 

Questa è una mentalità nuova e non è solo nelle mani di Pioli. Per la prima volta si comincia ad avvertire il calore di una società, la presenza di un progetto anche personale. Zhang non sarà uno di noi, ma si comporta come se lo fosse, è abbastanza contagioso.

 

PIRLO PIRLO

Forse è arrivata la carezza dei soldi, il calcio va sempre nella direzione dei soldi, ma è come si fosse avvertito che ci sono davvero, che c' è un padrone generoso e che va assecondato. Più che dell' Inter di Pioli, credo si debba per la prima volta parlare dell' Inter di Zhang. C' è una squadra riunita intorno al suo camino.

C' è un senso, un sentimento. Questo i giocatori, tutti sempre molto avidi, sono i primi a sentirlo.

 

ZHANG ZHANG

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

1. PANCIERA GIALLA! FUNERAL PARTY PER BONCOMPAGNI CON LA MUSICA DI JAMES BROWN, I VIDEO, LE FOTO E I RICORDI DEGLI AMICI (VIDEO INEDITI: ARBORE, AMBRA, GHERGO, DAGO) 2. LO STUDIO DI VIA ASIAGO 10, DOVE NEL 1965 DEBUTTO' "BANDIERA GIALLA", TRASFORMATO IN CAMERA ARDENTE (MAI SUCCESSO PRIMA IN CASA RAI) CON BARA, FIORI, NEON E SCHERMI TV 3. E TUTTI HANNO RESO OMAGGIO AL GRANDE BONCO: RAFFAELLA CARRA', CLAUDIA GERINI, ISABELLA FERRARI, SABRINA IMPACCIATORE, ALBA PARIETTI, ENRICA BONACCORTI, VESPA E MENTANA, FRASSICA E FERRINI, LAURITO E VELTRONI, PALOMBELLI E GIOVANNINO BENINCASA