LA GERMANIA NON MUORE MAI: RIBALTA IN 10 LA SVEZIA ALL’ULTIMO RESPIRO CON UNA PENNELLATA DI TONI KROOS – LA FURIA DEL CT SVEDESE ANDERSSON: “CI MANCA UN RIGORE. E' IL RISULTATO PIU' PESANTE DA DIGERIRE DI TUTTA LA MIA CARRIERA” - FINALE AD ALTA TENSIONE DAVANTI ALLA PANCHINA DELLA SVEZIA: ECCO COSA E' SUCCESSO - VIDEO

-

Condividi questo articolo

germania svezia 2-1 germania svezia 2-1

Da gazzetta.it

Il Mondiale della Germania è cominciato al 95' della sfida di Sochi con la Svezia: i campioni del mondo in carica hanno tremato fino all'ultimo minuto di recupero, con un piede e mezzo fuori dal torneo, poi è arrivato il colpo del campione, la pennellata di Toni Kroos che ha riscritto il finale della storia e ridisegnato il futuro prossimo dei tedeschi: 2-1 per loro, in dieci contro undici e all'ultimo respiro. Tutto riaperto, tutto apertissimo nel gruppo F, dove comanda il Messico con 6 punti e la Germania adesso insegue a 3, insieme alla Svezia: sono in tre per due posti, mercoledì pomeriggio potremmo ritrovarci con tre squadre a quota 6.

germania svezia alta tensione germania svezia alta tensione

 

RIPARTENZE SVEZIA — Per un tempo, la rognosissima Svezia accarezza l'idea di un altro brutto scherzo a una grande d'Europa, dopo aver eliminato l'Olanda nelle qualificazioni e l'Italia ai playoff. La ricetta della banda di Andersson è il vecchio e sempre redditizio "tutti dietro e contropiede": funziona alla perfezione nella prima parte del match, quando Toivonen sfrutta un errore di Kroos in impostazione e supera Neuer con un tocco sotto deviato da Rüdiger al 32'. La Germania - che già aveva rischiato con un'azione di Berg toccato da Boateng in area, sembrava rigore, chissà perché la Var non è intervenuta - accusa il colpo e quasi crolla allo scadere del primo tempo: Neuer fa un mezzo miracolo sul colpo di testa di Berg.

 

kroos kroos

KROOS ALL'ULTIMO RESPIRO — Nella ripresa è un'altra storia: i tedeschi partono a tutta e trovano il pari con Reus al 3', gli svedesi calano sul piano fisico e faticano a gestire, e così la partita diventa un tiro a segno dalle parti di Olsen. A Löw sembra girare tutto male, e il risultato sembra compromesso quando Boateng viene espulso per doppio giallo a una decina di minuti dalla fine. Ma gli svedesi non avevano fatto i conti con il destro di Kroos, che al 95' buca Olsen con una punizione perfetta, si fa perdonare quell'errore che aveva avviato l'azione dello 0-1 e soprattutto ricaccia i suoi prepotentemente dentro a questo Mondiale.

 

2. ANDERSSON

Da www.premiumsporthd.it

Andersson: "Ci manca un rigore. Meritavamo il pari, è il risultato da digerire più pesante di tutta la mia carriera

andersson andersson

 

3. GUIDETTI: PERCHE' ESULTARE DAVANTI A NOI?

Da repubblica.it

SCUSA - Momento di tensione al temine della partita, quando due componenti dello staff tedesco sono andati a festeggiare davanti alla panchina svedese. La cosa è stata interpretata come una scortesia e si è scatenato un parapiglia. Guidetti: "Giusto andare a festeggiare davanti ai lori tifosi, ma non davanti a noi. Ora ci chiedano scusa"

 

4. TWEET LINEKER

“Il calcio è un gioco semplice, 22 uomini rincorrono la palla per 82 minuti, poi, viene espulso un giocatore tedesco e, quindi, sono 21 uomini che corrono dietro alla palla per 13 minuti e, alla fine, i tedeschi in qualche modo riescono a vincere“.

lineker 6 lineker 6 germania svezia lite germania svezia lite

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

CONTRO LA MORTIFICAZIONE DELLA CARNE E L'AVVILIMENTO DELLO SPIRITO C’E’ SOLO CAFONAL - “EYES WIDE SHUT” ALL’AMATRICIANA ALL’EXCELSIOR DI VIA VENETO PER LA FESTA DI MARIA FRANCESCA PROTANI, COMPAGNA DEL RE DELLE FARMACIE ROMANE, VINCENZO CRIMI - TRECENTO INVITATI. TUTTI IN MASCHERA, PIZZO E MERLETTI COME NEL FILM HOT DI KUBRICK: BONAZZE RIGONFIE, MILF D’ASSALTO, MANDRILLONI INCRAVATTATI, SCOSCIATISSIME PISCHELLE: DALLA BERLUSCHINA FRANCESCA IMPIGLIA A LILIAN RAMOS, DALLA 51ENNE KATIA NOVENTA A GIOVANNA DEODATO