NON DITE A VENTURA CHE LA SVEZIA E' AI QUARTI DEL MONDIALE! UN TIRO DI FORSBERG DEVIATO DALLO SVIZZERO AKANJI MANDA AVANTI I VICHINGHI - LA SVEZIA "AMMAZZAGRANDI", CHE HA ELIMINATO ALLO SPAREGGIO L'ITALIA E BUTTATO FUORI LA GERMANIA NEL GIRONE, ORA AFFRONTERA' LA VINCENTE TRA INGHILTERRA E COLOMBIA

-

Condividi questo articolo

 

Alessandra Bocci per gazzetta.it

svezia forsberg svezia forsberg

Un primo tempo passato a sbagliare le conclusioni più facili, una ripresa in costante difficoltà ma col gol di Forsberg che manda in estasi il popolo giallo che ha invaso lo stadio di San Pietroburgo. La Svezia continua a correre e dopo aver fatto fuori Olanda (ai gironi di qualificazione), Italia (al playoff) e Germania (nel girone eliminatorio in Russia), manda a casa anche la Svizzera negli ottavi di finale. Ai quarti affronterà la vincente di Colombia-Inghilterra. Il primo tempo è piuttosto equilibrato ma a sorpresa la partita la fa la Svezia di Andersson che però sotto porta si emoziona e sbaglia di tutto, soprattutto con Ekdal. 

 

L'ex Cagliari se ne mangia due davvero facili, mentre Berg dopo aver sparacchiato alle stelle una comoda conclusione prova a farsi perdonare ma trova sulla sua strada super Sommer che vola e mette in angolo. Gli elvetici ci provano ma con meno convinzione, un paio di testate alte di Zuber e qualche sporadica conclusione da fuori. Nella ripresa sembra più propositiva la Nazionale di Petkovic ma a passare è la Svezia con Forsberg al 66', sul suo tiro è però decisiva la deviazione di Akanji che spiazza Sommer. Con Embolo in campo gli elvetici provano a rimediare ma la Svezia si chiude, sfiora il raddoppio in pieno recupero (Lang si becca il rosso dopo aver atterrato Thelin al limite dell'area - con intervento della Var che corregge Skomina che aveva dato precedentemente rigore) e porta a casa il risultato-impresa, proprio nell'anno in cui Ibrahimovic non c'è più...

 svezia forsberg svezia svizzera svezia svizzera svezia forsberg svezia forsberg

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute