"LE SCRITTE CONTRO SCIREA E SULL’HEYSEL FUORI DAL FRANCHI? CHI LE HA FATTE ANDREBBE ARRESTATO" - LA FURIA DI ALLEGRI: "NON DIPENDE DALLE TIFOSERIE MA DA SINGOLE PERSONE" - LA VEDOVA SCIREA ACCUSA IL COLPO: “QUESTO È TROPPO, TRISTEZZA E DOLORE. NON C’E’ RISPETTO NEMMENO PER I MORTI" - L' OMAGGIO DELLA JUVE AD ASTORI

-

Condividi questo articolo

Filippo Conticello per la Gazzetta dello Sport

 

scritte fuori dal franchi scritte fuori dal franchi

Sentimenti contrastanti al Franchi: da un lato la vergogna dei soliti imbecilli, dall' altro l' emozione oltre ogni barriera del tifo. Fuori lo stadio l' odio di chi ha voluto macchiare lo sport più bello. Prima della partita Chiellini e compagni hanno reso omaggio a Davide Astori con un mazzo di fiori sotto la curva senza che nessuno protestasse, ma già una scritta aberrante aveva fatto il giro di tutti i social.

 

L' aveva lasciata qualcuno appena fuori dalla zona di pre-filtraggio su una centralina dell' elettricità: «Heysel -39. Scirea brucia all' inferno», hanno letto tutti prima che il comune provvedesse a cancellare la vergogna. La tragedia della finale di Coppa Campioni '85 e lo storico capitano dentro allo stesso oscuro calderone. A un certo punto lo spicchio dei tifosi bianconeri ha cominciato a inneggiare ad Astori e tutti i tifosi viola, quelli a cui la Juve va di solito di traverso, hanno battuto le mani.

 

È questa Firenze, non altro: «Chi ha scritto quelle frasi non è degno della nostra città e della sua storia di civiltà», ha ribadito l' ex premier Matteo Renzi. E a distanza, da San Pietroburgo, Claudio Marchisio ha scritto: «È la deriva verso il baratro che si percepisce da così lontano».

allegri 1 allegri 1

 

LE REAZIONI La scritta fuori dal Franchi è stata uno schiaffo intollerabile: «È inaccettabile, triste, diseducativo e vergognoso», ha subito tuonato il vicepresidente Pavel Nedved. E Mariella Scirea ha accusato il colpo. «Mio figlio Riccardo dice di lasciare perdere. Ma questo è troppo, anche perché non è la prima volta. E sono stanca, provo tristezza e dolore». Mariella Scirea è stata a Firenze fino a poche ore prima della partita, per occuparsi del centro di coordinamento dei club juventini: «Un fulmine a ciel sereno, perché avevamo lavorato proprio perché fosse una serata per ricordare due campioni, due uomini morti così giovani.

 

MARIELLA SCIREA E CHIELLINI MARIELLA SCIREA E CHIELLINI

Per questo sono rimasta così colpita. Nessuno merita quelle scritte, ma ancora meno mio marito per quello che ha dato al calcio italiano. Mi sento indifesa, come se non si potesse far nulla di fronte a questa desolazione: mi rendo conto che viviamo in un mondo strano - prosegue la vedova Scirea - senza più rispetto nemmeno per i morti.

 

LAPO ELKANN BACIA MARIELLA SCIREA VEDOVA DI GAETANO FOTO LAPRESSE LAPO ELKANN BACIA MARIELLA SCIREA VEDOVA DI GAETANO FOTO LAPRESSE

Non provo nemmeno rabbia. Solo tristezza». Massimiliano Allegri, ieri è tornato sull' argomento: «È una questione delle persone, di educazione e di rispetto, non dipende dalle singole tifoserie, ma da singole persone. È stata una partita meravigliosa e con un pubblico fantastico: chi ha scritto certe cose non dico che andrebbe arrestato, ma quasi. Il suo collega Stefano Pioli ha corso, gioito, vinto e perso con l' eterno Gaetano Scirea ed era pure a Bruxelles in quella folle notte: inevitabile che l' accaduto l' abbia turbato. «Condanno il gesto, per quello che ho visto all' interno c' era solo calore e sfottò legittimo».

chiellini e il mazzo di fiori sotto la fiesole chiellini e il mazzo di fiori sotto la fiesole MARIELLA SCIREA jpeg MARIELLA SCIREA jpeg cabrini scirea zoff cabrini scirea zoff scirea scirea SCIREA DEL PIERO SCIREA DEL PIERO chiellini chiellini

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute