STIAMO ALLEGRI: ECCO I DIECI MOTIVI PER CUI LA JUVE DOMANI SERA PUO’ FARE L’IMPRESA IN CHAMPIONS CONTRO L’ATLETICO - SERVIRÀ IL MIGLIOR RONALDO, ALLEGRI NON RIPETERÀ GLI ERRORI DI MADRID. SIMEONE HA PROBLEMI DI FORMAZIONE (NON CI SARANNO FILIPE LUIS, DIEGO COSTA E THOMAS. GODIN RECUPERA), BONUCCI E CHIELLINI SARANNO AL TOP. GLI ULTRÀ CONCEDONO UNA TREGUA AL CLUB E PROMETTONO CHE LO STADIO SARA' "UNA BOLGIA"

-

Condividi questo articolo

Emanuele Gamba per “la Repubblica”

 

cristiano ronaldo cristiano ronaldo

 

 

Ci sono molti motivi per i quali la Juventus può ragionevolmente pensare di ribaltare lo 0- 2 del Metropolitano. Ce ne sono di tecnici, di ambientali, di cabalistici . Ci sono ragioni oggettivi e altre più irrazionali. Ne abbiamo individuate dieci, e non sono nemmeno tutte.

1) Le "allegrate" A Madrid l' allenatore sbagliò qualche scelta, dopo essere stato preso in contropiede dall' improvviso problema cardiaco di Khedira. Preferì la coppia Bentancur-Dybala invece di confermare Bernardeschi, titolare designato, e di rimpiazzare il tedesco con Emre Can. Non ripeterà l' errore e l' emergenza ( c' è carenza di terzini) gli sta stuzzicando l' ingegno: pensa a un 3- 5- 2 con Bernardeschi a tutta fascia e farà l' impossibile per allargare il gioco, con Douglas Costa da usare a partita in corso. Il tema tattico ce l' ha in testa e qualche sorpresa la tiene in canna: anche il 4- 2- 3- 1, con Dybala e senza Pjanic, perché sa che palleggiare servirà a poco mentre dribblare sarà fondamentale.

2) Le scorie interrate Le tre vittorie consecutive hanno rasserenato la Juve, che era sull' orlo di una crisi di nervi per la scoperta della vulnerabilità. Negli ultimi giorni Allegri ha rivisto la squadra sicura di sé.

ronaldo agnelli paratici ronaldo agnelli paratici

3) I problemi del Cholo La Juve ha assenze pesanti ma una rosa più ampia. L' Atletico ha invece un ruolo scoperto, perché mancano il terzino sinistro titolare (Filipe Luis) e la relativa riserva ( Hernandez): rimedierà adattando Juanfran e inserendo Arias che è un terzino alla Cancelo, cioè più bravo ad attaccare che a difendere, quindi non l' ideale per la partita che sarà. Inoltre, mancheranno i due più robusti ( difensori esclusi): Diego Costa e Thomas. Sul piano strettamente fisico, stavolta la Juve non soffrirà come all' andata.

 

allegri allegri

4) Bonucci&Chiellini Pochi l' hanno rimarcato, ma a Madrid entrambi erano reduci da un infortunio ed è per quello che nelle battaglie d' area hanno finito per soccombere. Tre settimane dopo, atleticamente le due colonne della difesa juventina sono a puntino e Godin e Gimenez non riusciranno più a sballottarli.

 

5) La spinta del tifo Gli ultrà hanno concesso una tregua. Domani sospenderanno la protesta contro il caro biglietti e promettono « una bolgia » , in linea con l' appello lanciato da Ronaldo: « Pensate positivo, credeteci. L' impresa è possibile, ma abbiamo bisogno del vostro aiuto».

allegri cr7 allegri cr7

6) Cristiano l' invincibile La prima Champions italiana di Ronaldo non può finire così, con un solo gol all' attivo e un' eliminazione agli ottavi che non vive dal 2010. In queste partite Ronaldo è una iena. In coppa ha già segnato sei triplette e persino un poker.

Tre triplette le ha stampate pure all' Atletico, una delle quali nella semifinale 2017: un perfetto 3-0.

simeone simeone

7) La legge dei grandi numeri Mai nessuna squadra italiana ha battuto l' Atletico di Simeone: cinque ko, due pareggi. E la Juve non ha mai ribaltato al ritorno una sconfitta con due gol di scarto subita all' andata. Ma nel calcio, dove nulla ma proprio nulla è impossibile, c' è un' implacabile regola non scritta: quando un evento non si è mai verificato, si stanno formando le condizioni affinché si verifichi.

simeone simeone

Tra l' altro è l' unico tipo di cabala cui Allegri, che non è superstizioso, crede.

8) Il turno delle rimonte C' è un' aria strana che tira sugli ottavi: tre sconfitte su quattro sono già state ribaltate (da Porto, Ajax e Manchester United), due delle quali anche clamorosamente. Basta seguire il vento.

9) Il luogo comune Non è così vero che l' Atletico sia inattaccabile. Nell' epoca cholista, già undici volte ha perso con tre gol di scarto, l' ultima in questa Champions ( 0- 4 in casa del Borussia). A queste, vanno aggiunte nove sconfitte per 2-0.

10) La superiorità della Juve I bianconeri hanno una rosa più ricca, un fatturato superiore, sette e quasi otto scudetti già vinti, due finali negli ultimi quattro anni e Cristiano Ronaldo. Quando è arrivato Allegri, nel ranking Uefa l' Atletico era settimo e la Juve sedicesima.

Oggi, sono quarto e quinta: il gap che c' era è stato colmato.

cristiano ronaldo cristiano ronaldo cristiano ronaldo cristiano ronaldo i meme su diego simeone i meme su diego simeone

 

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute