VOLLEY FORTISSIMAMENTE VOLLEY - DAI PALASPORT ALLA TV, GLI AZZURRI DELLA PALLAVOLO CONQUISTANO L’ITALIA – IL SORTEGGIO CI SORRIDE: NELLA FASE FINALE A TORINO AFFRONTEREMO SERBIA E POLONIA - GIRONE DI FERRO CON RUSSIA, STATI UNITI E BRASILE – LO 'ZAR' ZAYTSEV CHIAMA A RACCOLTA IL PUBBLICO: "AVREMMO BISOGNO DI SOSTEGNO QUANDO CALIAMO UN PO'". MA PER PUNTARE IN ALTO VA MIGLIORATO IL MURO - VIDEO

-

Condividi questo articolo

Davide Romani per gazzetta.it

 

 

italvolley 77 italvolley 77

L’Italia è stata inserita nel girone J delle Final Six di Torino e si giocherà l’accesso alla semifinale mondiale sfidando Serbia e Polonia. E’ questo l’esito del sorteggio avvenuto all’Nh Hotel Lingotto Congress dove alloggiano le squadre qualificate alla fase finale del torneo iridato maschile di pallavolo. Sorteggio avvenuto alla presenza del presidente della Cev Alexander Boricic e del vice presidente dell’Fivb Renato Arena. Un sorteggio che regala agli azzurri un girone tutto europeo che lascia buone chance di passaggio del turno alla squadra di Blengini.

 

RUSSIA EVITATA — Un sorteggio che in avvio ha subito permesso di evitare la Russia. Infatti le due migliori seconde erano state inserite rispettivamente nel girone I (appunto i russi) e nel girone J (la Serbia). A quel punto si è passati al sorteggio delle prime squadre classificate nei gironi della seconda fase giocati in Italia. Per primi sono stati estratti gli azzurri abbinati poi alla pallina J e quindi con la Serbia. Automaticamente il Brasile è andato nell’I. Il secondo giro di estrazione ha riguardato le prime dei gironi bulgari: estratti prima gli Usa e la pallina I, quindi con Russia e Brasile. Di conseguenza la Polonia è stata dirottata nel J.

 

italvolley italvolley

GIRONE I — Brasile, Usa, Russia

GIRONE J — Italia, Polonia, Serbia

Calendario: 

26/9 - ore 17: Brasile-Russia, ore 21.15: Italia-Serbia

27/9 - ore 17: Usa-Russia, ore 20.30: Serbia-Polonia

28/9 - ore 17: Brasile-Usa, ore 21.15: Italia-Polonia

 

2. L'ITALVOLLEY CONQUISTA L'ITALIA

Vanni Zagnoli per il Giornale

 

Adesso il mondiale di volley è davvero italiano, ieri sera si è chiusa la seconda fase, a Milano e a Bologna, a Varna e a Sofia, con qualificazione di Serbia, Brasile e Usa, accanto all' Italia, più Russia e Polonia che si sono aggiunte ieri. Da domani si proseguirà solo a Torino, con il sorteggio della final six e le seconde dei gironi, da distribuire in entrambi i gruppi, con il rischio per i nostri di ritrovare i russi, da cui sono stati sconfitti sabato sera al Forum per 3-2.

 

zaytsev zaytsev

E' un mondiale equilibrato, senza squadre a punteggio pieno, molto difficile da decrittare, con la Russia non più così favorita e adesso affiancata dal Brasile, un gradino dietro gli Usa, la stessa Serbia e l' Italia. Un mondiale che cattura gli italiani, con 3 milioni e 15mila spettatori davanti alla Tv per la sconfitta al tiebreak di sabato, con l' orso ex sovietico, e un 16% di share. I palazzetti sono gremiti, anche per le avversarie degli azzurri, con i picchi di 11.700 spettatori per la prima dell' Italia a Roma, al Foro Italico, e le tre sere da tutto esaurito al Forum milanese con 12.600 spettatori per volta. E manca ancora la fase più avvincente, da domani a Torino, a partire dalla tre giorni chiave di qualificazione alle semifinali.

 

zaytsev zaytsev

Un Mondiale che finora, dopo l' ininfluente ma sontuosa vittoria di ieri sull' Olanda (3-1) ha consegnato all' Italia una sola sconfitta, al tie-break con la Russia appunto: «Con i nostri errori - ammette Zaytsev - le abbiamo regalato il secondo e il terzo set, la reazione è arrivata tardi e lascia rabbia, compensata dal passaggio del turno con il primo posto. Potevamo fare meglio, siamo vicini ma non abbastanza: se manteniamo costante il livello di gioco possiamo anche salire».

 

L' Italia aveva concesso il primo set ad Argentina e Slovenia, poi eliminate e di un livello inferiore, rispetto ai campioni d' Europa. «Fisicamente ci siamo - insiste il capitano -, però abbiamo regalato, soprattutto io sono uscito dalla partita, sbagliando filotti di azioni. Concedendo un break di 3-4 punti, i russi diventano forti e vanno a memoria. Si sottomettono nel punto a punto o tenendoli sotto di un paio di lunghezze. Verbov nel tiebreak ha salvato una palla impossibile, sotto rete gliel' ho detto, è stato straordinario, altrimenti saremmo arrivati sull' 11-12».

italvolley 100 italvolley 100

 

Lo zar scherza, ma non sul pubblico.

«E' come se anche la gente fosse uscita dal Forum, nel secondo e terzo set, merita una tiratina di orecchie. E' normale incendiarsi quando va tutto bene, avremmo bisogno di sostegno quando caliamo un po' perchè non riusciamo a tenere alta l' attenzione».

Il ct Blengini parla di Italia combattiva: l' obiettivo minimo è raggiunto.

 

«Con una partita di anticipo, questo dimostra volontà e forza. Siamo umili e ambiziosi». Va migliorato il muro (solo 2 contro la Russia, dominante, sopra la rete) e poi c' è l' alternanza del secondo schiacciatore. Si cerca di ripetere l' argento della Grand Champions cup di un anno fa, unico podio dopo l' argento olimpico.

zaytsev zaytsev

 

 

Condividi questo articolo

media e tv

“A FAR L’AMORE COMINCIA TU…”; “MA CHI GLIELA FA” - LA CARRA’ E FIORELLO, SHOW IN RADIO A 'IL ROSARIO DELLA SERA' – "RAFFA, IO E TE DOVREMMO FARE UN VARIETA’. CI METTIAMO LI’ CON I LUSTRINI E L’ORCHESTRA. CI DIVERTIREMMO COME PAZZI" – ECCO LA RISPOSTA DELLA CARRA’ CHE PARLA ANCHE DI ARBORE, 'MAGA MAGHELLA' E DI QUEL DUETTO TRA ROSARIO E CARLO CONTI - FIORELLO: "TU DEVI ESSERE CAVALLERIZZA DEL LAVORO" - E POI RIVELA CHI E' LA CARRA' DEL TERZO MILLENNIO - VIDEO

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute