VOLVER! DEL POTRO, STORIA DI UN RITORNO – L’ARGENTINO, IN STATO DI GRAZIA, BATTE FEDERER A INDIAN WELLS: "DOPO LE OPERAZIONI AI POLSI HO VISSUTO MOMENTI DURISSIMI…” – "KING" ROGER: "NON CAPISCO COME DIAVOLO HO PERSO…" - VIDEO

-

Condividi questo articolo

 

Da gazzetta.it

 

del potro del potro

Al 18° match del 2018, è arrivata la sconfitta. Roger Federer si arrende a uno straordinario Juan Martin Del Potro in stato di grazia, reduce dal successo di Acapulco, ma in generale da un inizio d'anno pirotecnico. Una vittoria, nella finale di Indian Wells che, come ha confessato il gigante argentino a fine match, ha sorpreso lui stesso.

 

Proprio come nel 2009, quando conquistò gli US Open battendo Re Roger in finale. Battendolo poi ancora per ben due volte nella finale di Basilea. Con quella di ieri siamo a quattro finali vinte sul campionissimo svizzero. "Non riesco a credere di aver vinto questo torneo - ha detto a caldo Delpo - affrontando Roger e giocando a questo livello di tennis".

 

del potro federer del potro federer

Del Potro è il primo argentino a vincere in 42 edizioni del Masters di Indian Wells, il suo primo Masters 1000 in una carriera fatta di uno Slam e 20 titoli inferiori prima di questa domenica. "E' stato frustrante aver sprecato il match point al secondo set, ma poi ho giocato davvero bene e nel terzo set ho avuto la forza mentale di restare in partita nel momento più complicato. Sono così felice, dopo le operazioni ai polsi, di essere tornato a giocare facendolo a questi livelli.

 

Francamente non ci posso credere. Ho stupito me stesso, ora voglio stupire il mondo del tennis. Ho vissuto momenti durissimi, voglio non pensarci più. Sto cercando di vivere la mia vita al massimo, giocando al meglio delle mie possibilità ovunque. E adesso aspetto la prossima". Ovvero Miami...

federer federer

 

ROGER AMARO — Così Federer, non il miglior Federer, a fine match: "E' dura perdere un match in questo modo. Ho avuto più di una opportunità di far girare l'inerzia del match, ma le ho mancate tutte. Poi avrei potuto chiuderla, la finale. Vorrei rigiocarlo, il tie break del terzo set, perché francamete non ho capito cosa diavolo mi è successo. Sprecare tre match point così prima mi è costato tanto. Le proteste di Del Potro per il rumore del pubblico? Non mi hanno deconcentrato, quello non ha avuto effetti sul mio tennis. In quei momenti stavo solo cercando di trovare in me stesso le energie mentali e nervose per chiudere la partita.

 

federer federer

Per due ore e 40 minuti io e Delpo abbiamo giocato un buon tennis e l'atmosfera è stata fantastica. Ho giocato un buon tennis in generale per tutto il torneo, cerco comunque di rimanere positivo dopo questa settimana e questo fantastico inizio di stagione, anche se, è vero, ero così vicino a vincerla... Ma preferisco perdere così, mi dimostra che ho giocato bene, che ho fatto un sacco di cose buone. Ora guardo avanti: c'è Miami. Prima andrò a Chicago per presentare la Laver Cup, penserò a Miami quando sarò arrivato lì: spero di andare lontano, vorrei arrivare in finale di nuovo, per darmi la possibilità di difendere il mio titolo".

del potro del potro DEL POTRO 5 DEL POTRO 5 DEL POTRO 7 DEL POTRO 7 del potro del potro

 

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

“SONO IL TOTTI DELLE TV ROMANE” – LAMBERTO GIORGI: "MI VOLEVANO RAI E MEDIASET. MA NON ME LA SONO MAI SENTITA DI ABBANDONARE ‘TELEROMA 56’ - PICCININI FACEVA LE RADIOCRONACHE ANCHE CON IL TELEFONO A GETTONI O DAL BALCONE - GRAZIANI MI SALUTAVA COSÌ: “A LAMBÈ MA NON CE POI PORTÀ TU SORELLA ELEONORA. GLI PORTAI UNA FOTO CON DEDICA E LUI DISSE: 'QUANTO È BONA” – E POI LIEDHOLM, CARESSA, UGO RUSSO, PARDO (“MI HA FATTO COMMUOVERE”) E IL CAFFE’ “D’AUTORE” CHE BEVEVA ALLA FINE DEL PRIMO TEMPO - VIDEO

cafonal

CHI È DAVVERO DANIELA DEL SECCO D’ARAGONA? DAGOSPIA LO HA SVELATO NEL LONTANO 2013 - LA SIMPATICA DANI NON È AFFATTO UNA MARCHESA CON “DUEMILA ANNI DI STORIA FAMILIARE, DISCENDENTE DA SETTIMIO SEVERO” MA UNA VISPA ESTETISTA CHE SU UN'EMITTENTE PRIVATA LAZIALE NEGLI ANNI ‘90 TELE-VENDEVA LE SUE CREME DI BELLEZZA ESORDENDO SEMPLICEMENTE COME "SONO DANIELA DEL SECCO…" - A COLPI DI CAFONAL S’È TRASFORMATA IN “MARCHESA D’ARAGONA” TALMENTE SCIROCCATA DA DIVENTARE PIÙ VERA DELLA FICTION

viaggi

salute