LE BORSE EUROPEE PARTONO BENE ASPETTANDO IL CAPO DELLA FED (MILANO +0,47%), CRESCONO I BANCARI ANCHE SE LO SPREAD E' IN RISALITA A 296 - OCCHI PUNTATI SULL'INTERVENTO DEL MINISTRO DEL TESORO TRIA IN SENATO E SULL'ASTA DEI BOT SEMESTRALI

-

Condividi questo articolo

 

  1. TENARIS: PAOLO ROCCA SOTTO INCHIESTA IN ARGENTINA

PAOLO ROCCA PAOLO ROCCA

 (ANSA) - L'ad di Tenaris Paolo Rocca è indagato dal Tribunale di prima istanza in Argentina per il coinvolgimento in presunti pagamenti fatti dal gruppo nel 2008 a un funzionario di governo argentino. Lo comunica in una nota la stessa società mentre il board "conferma il pieno supporto al suo presidente e ceo". Il cda inoltre precisa di "monitorare la situazione insieme ai suoi legali". Il titolo cede l'8% a 10,7 euro.

 

  1. BORSA: L'EUROPA PARTE BENE IN ATTESA DI POWELL, A MILANO (+0,4%) DEBOLE TIM

(Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Segno piu' per le Borse europee, che beneficiano di una distensione dei toni nei rapporti commerciali tra Usa e Cina e dell'attesa per il discorso di Powell di questa sera che potra' dare una indicazione piu' chiara sul percorso dei tassi Usa. Occhi puntati anche sul Pil americano del terzo trimestre, atteso per oggi. Nelle prime battute di contrattazione, Parigi sale dello 0,42% come Francoforte, mentre Madrid avanza dello 0,66%. Bene anche Milano (+0,47%), anche con lo spread BTp/Bund in risalita a 296 punti base.

TENARIS TENARIS

 

Prosegue il confronto con l'Ue sulla manovra, mentre il Governo prende tempo fino al 19 dicembre - data prevista per la possibile procedura di infrazione - per l'invio di eventuali correttivi. Occhi puntati sull'intervento del ministro Tria in Senato oggi alle 11 e sull'asta di BoT semestrali. Sull'azionario milanese, non fa prezzo Tenaris in avvio con un calo teorico dell'8% dopo che il pre sidente e ceo Paolo Rocca e' stato incriminato in Argentina per pagamenti effettuati dal gruppo Techint nel 2008 a un funzionario del Governo argentino ('Caso Notebooks'). La societa' in una nota ha espresso pieno sostegno a Rocca.

 

In netto calo Telecom (-1,8%) dopo che Vivendi ha chiesto subito l'assemblea e mentre il Governo sta lavorando al progetto di rete in fibra unica e pubblica. Ben comprati i bancari a partire dal Banco Bpm che mette a segno un rialzo del 2,9% e Bper Banca (+1,6%) in recupero dalla vigilia. Balzo dell'11% per Carige, in attesa dell'assemblea del Fondo interbancario di salvataggio. Sale del 2% Astaldi che, secondo quanto scrive oggi il Sole 24 Ore, e' al bivio tra l'ipotesi liquidazione con spezzatino o l'ingresso di un nuovo socio. Il petrolio torna a salire, con il Brent a 60,95 dollari (+1,23%) e il Wti a 52,39 dollari (+1,24%). Sul mercatoi valutario, l'euro/dollaro si conferma sotto 1,13 a 1,1278 (da 1,1291ieri) mentre l' euro/yen e' a 128,42 (da 128,457) e il dollaro/yen a 113,85 (da 113,766).

vincent bollore vincent bollore

 

 

Condividi questo articolo

business