CAFONALINO - A ME GIGI PROIETTI, PLEASE! - LA STRAORDINARIA CARRIERA DEL GRANDE ATTORE CELEBRATA AL TEATRO QUIRINO CON LA PRESENTAZIONE DEL LIBRO FOTOGRAFICO DI TOMMASO LE PERA A LUI DEDICATO - DA MILENA MICONI A PINO STRABIOLI, DA JAS GAWRONSKI A GIORGIO TIRABASSI, ECCO CHI C’ERA AD APPLAUDIRLO - VIDEO 

-

Condividi questo articolo

libro presentato libro presentato

Foto di Luciano Di Bacco per Dagospia

 

Natalia Distefano per “il Corriere della Sera”

 

Non poteva che avvenire in un teatro storico come il Quirino la presentazione del volume «Il teatro di Gigi Proietti nelle fotografie di Tommaso Le Pera», pubblicato da Edizioni Manfredi. Perché negli scatti raccolti dal volume non c' è solo la storia di una straordinaria carriera, immortalata sulle scene di diciotto spettacoli targati Proietti. Ma c' è il fermo immagine di una buona fetta di teatro italiano degli ultimi quarant' anni.

gigi proietti (2) gigi proietti (2)

 

A raccontarlo nella conferenza-spettacolo di ieri sera sono stati Geppy Gleijeses, Emilia Costantini, Antonio Calenda, Duccio Trombadori e Maria Paola Poponi insieme agli stessi Proietti e Le Pera, davanti a un parterre degno di una prima teatrale. Non è voluto mancare per un saluto Giorgio Tirabassi. In sala si sono seduti Pino Quartullo, Simona Marchini, Milena Miconi, Pino Strabioli e una folla di ammiratori del mattatore romano.

Sul palco, invece, una sfilata di ricordi, a partire dal successo clamoroso di «A me gli occhi, please!», scritto con Roberto Lerici nel 1976, che rappresentò il primo one-man show in chiave italiana della storia. «La mia collaborazione con Gigi cominciò con quello spettacolo e, si può dire, non si è più fermata», ha raccontato il fotografo. E poi l' esperienza del leggendario Teatro Tenda di Carlo Molfese a piazza Mancini, fino ad arrivare agli spettacoli più recenti. Tra gli applausi della platea.

tommaso le pera manfredi maretti tommaso le pera manfredi maretti gigi proietti niccolo manfredi maretti gigi proietti niccolo manfredi maretti camilla morabito con cristian e niccolo manfredi maretti camilla morabito con cristian e niccolo manfredi maretti

giorgio tirabassi giorgio tirabassi gigi proietti pino strabioli gigi proietti pino strabioli marianella bargilli marianella bargilli foto di tommaso le pera foto di tommaso le pera roberta lucca geppy gleijeses lorenzo venturini roberta lucca geppy gleijeses lorenzo venturini antonio calenda antonio calenda andrea ripa di meana cardella e jas gawronsky andrea ripa di meana cardella e jas gawronsky daniela marasco daniela marasco carlotta proietti con la mamma sagitta alter proietti carlotta proietti con la mamma sagitta alter proietti george hilton george hilton geppy gleijeses geppy gleijeses gianfranco jannuzzo gianfranco jannuzzo gigi proietti duccio trombadori emilia costantini gigi proietti duccio trombadori emilia costantini marisa stirpe marisa stirpe paola quattrini con marco coretti paola quattrini con marco coretti paolo triestino paolo triestino pino strabioli pino quartullo veronica logan pino strabioli pino quartullo veronica logan roberta beta milena miconi roberta beta milena miconi simona marchini tommaso le pera simona marchini tommaso le pera tommaso le pera col figlio achille tommaso le pera col figlio achille tommaso le pera tommaso le pera valentina voto valentina voto gigi proietti (1) gigi proietti (1) maria paola poponi tommaso le pera antonio calenda gigi proietti duccio trombadori emilia costantini maria paola poponi tommaso le pera antonio calenda gigi proietti duccio trombadori emilia costantini maria paola poponi maria paola poponi guglielmo pepe guglielmo pepe

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

"MALETTONISMO" - MARCELLO VENEZIANI: “I BENETTON NON HANNO PRODOTTO SOLO MAGLIONI E GESTITO AUTOSTRADE MA SONO STATI LA PRIMA FABBRICA NOSTRANA DELL'IDEOLOGIA GLOBAL E TOSCANI E’ STATO IL LORO PROFETA. SOCIETÀ MULTIRAZZIALE, VIA LE BARRIERE OVUNQUE, ECCETTO AI CASELLI, DOVE SI TRATTA DI PRENDERE PEDAGGI - SI È CEMENTATO UN BLOCCO TRA UN CETO PROGRESSISTA CHE FORNISCE IL CERTIFICATO DI BUONA COSCIENZA A UN CETO AFFARISTICO DI CAPITALISTI MARPIONI. PERÒ ALLE VOLTE INSORGE LA REALTÀ…”

business

cronache

sport

cafonal