1. MAYWEATHER RESTA IMBATTUTO E DIVENTA IL CAMPIONE MONDIALE UNIFICATO DEI PESI WELTER

3. QUELLO DI QUESTA MATTINA FRA MAYWEATHER E PACQUIAO ERA STATO PRESENTATO COME IL “MATCH DEL SECOLO”, E SE LE COSE STANNO DAVVERO COSÌ, LA BOXE NON SEMBRA AVERE UN FUTURO RADIOSO. E’ STATO UN BEL COMBATTIMENTO, MA NIENTE DI EPICO. PIU' DIVERTENTE LA PLATEA

INZEPPATA DI 'CELEBRO-LESI': BEYONCE’. BRADLEY COOPER, JUSTIN BIBIER, PARIS HILTON, DONALD TRUMP, MICHAEL KEATON, BEN AFFLECK, ANDRE AGASSI E STEFFI GRAF, P DIDDY, JAMIE FOX

Condividi questo articolo
  • Paolo Mastrolilli per La Stampa

     

    justin bieber e mayweather justin bieber e mayweather

    Prendere un’ape, volando alla velocità di una farfalla. Parafrasando la mitica definizione di Mohammed Ali, possiamo dire che il “match del secolo” è finito così, con Manny Pacquiao inutilmente lanciato ad inseguire Floyd Mayweather. Solo che Manny non è mai riuscito davvero ad afferrare la sua ape, che invece lo ha punto in continuazione. Alla fine, decisione unanime dei giudici: Floyd resta imbattuto, e diventa il campione mondiale unificato dei pesi welter. Ha vinto ai punti, ma soprattutto ha dimostrato di essere superiore, rendendo probabilmente inutile anche l’idea di chiudere la sua carriera a settembre con una rivincita. 

    floyd mayweather jr., manny pacquiao9 floyd mayweather jr., manny pacquiao9

      

    Quello di questa mattina fra Mayweather e Pacquiao era stato presentato come il “match del secolo”, e se le cose stanno davvero così, la boxe non sembra avere un futuro radioso. E’ stato un bel combattimento, ma niente di epico. Se entrerà nei libri di storia, sarà solo per il record di Floyd salito a 48 incontri senza sconfitte, e per l’assenza di concorrenza.  

     

    Fino dal primo round Mayweather, approfittando della sua agilità, l’allungo e l’abilità difensiva, ha tenuto a distanza Pacquiao. Il filippino era più aggressivo, ma concludeva poco, mentre l’americano trovava sempre qualche spazio per colpirlo. Niente di straordinario, ma un dominio che è stato praticamente costante. Nemmeno quando la fine si avvicinava, durante gli ultimi due round, Manny ha trovato la maniera di accelerare il ritmo e mettere davvero in difficoltà l’avversario. 

    floyd mayweather jr., manny pacquiao6 floyd mayweather jr., manny pacquiao6

     

    floyd mayweather jr., manny pacquiao7 floyd mayweather jr., manny pacquiao7

    Alla fine Pacquiao ha detto che secondo lui stava vincendo, e perciò non ha sentito la necessità di affondare. E’ una sensazione che ha avuto solo lui, però. Mayweather invece ha confermato che è stanco, e quello in programma a settembre sarà il suo ultimo match, con un avversario ancora da inventare. Questa mattina, davanti ad una platea piena di vip, ha dimostrato di essere il migliore, almeno della sua generazione. Andare avanti, a questo punto, non ha più molto senso. 

     

    Condividi questo articolo

    FOTOGALLERY

    media e tv

    politica

    business

    cronache

    sport

    cafonal