CAFONALINO - “TEMPESTA PERFETTA” ALL’ARA PACIS PER LA PRESENTAZIONE DEL LIBRO DI COMIN & SPERONI - SUL PALCO IL CISLINO BONANNI E FULVIO CONTI, AD DELL’ENEL - DIAGNOSI DEL PROF. VERONESI: “UN BAMBINO CHE NASCE OGGI HA UNA SPERANZA DI VITA DI 98 ANNI, UNA BAMBINA DI 102. RIUSCIREMO A MANTENERE GLI ATTUALI STANDARD DI BENESSERE? DOMANI CI SARÀ CIBO PER TUTTI? OGGI UN MILIARDO DI PERSONE SOFFRE LA FAME, MENTRE UN ALTRO MILIARDO SI AMMALA PER CAUSE RICONDUCIBILI ALLA SOVRALIMENTAZIONE”…

Condividi questo articolo

Foto di Mario Pizzi da Zagarolo

SPERONI COMIN VERONESISPERONI COMIN VERONESI VERONESI CISNETTO VAUDETTI FARINONVERONESI CISNETTO VAUDETTI FARINON

Daniele Piccini per http://www.romasette.it/

Concentrati sulla chiusura quotidiana delle borse mondiali e sul differenziale giornaliero tra Bund tedeschi e Btp italiani, diventiamo incapaci di rivolgere lo sguardo al futuro. Ma cosa accadrà di qui a venti anni? Le risorse alimentari ed energetiche saranno proporzionali all'imminente impennata demografica?

Queste domande sono state sollevate da Gianluca Comin e da Donato Speroni, con il volume "2030. La tempesta perfetta", che tenta una fotografia diacronica dei cambiamenti epocali che ci attendono. Nel 2010 la popolazione mondiale ha tagliato il traguardo dei 7 miliardi di persone. Nel 2050 raggiungerà quota 9 miliardi. Nel 2030 quattro miliardi di uomini aspireranno agli standard di benessere di cui oggi gode solo un miliardo di persone.

Ieri sera, giovedì 12 aprile, presso l'Auditorium dell'Ara Pacis, Raffaele Bonanni, segretario generale della Cisl, Fulvio Conti, amministratore delegato dell'Enel, Umberto Veronesi, direttore dell'Istituto europeo di oncologia, i coautori Comin e Speroni, hanno discusso i temi del libro nel corso di un dibattito, intitolato "Reinventarsi il futuro", moderato dal giornalista Enrico Cisnetto.

ROSANNA VAUDETTI E GABRIELLA FARINONROSANNA VAUDETTI E GABRIELLA FARINON ROMA INCONTRAROMA INCONTRA

«La data del 2030, nella quale lo studioso John Beddington fissa l'arrivo della "tempesta perfetta", è certamente simbolica. Il libro non intende essere pessimista - spiega l'autore, Comin, direttore delle Relazioni esterne di Enel - ma solo mettere in guardia rispetto ai problemi e indicare alcune chiavi di soluzione. Pensiamo ai progressi in campo ambientale, con lo sviluppo delle energie rinnovabili. Purtroppo il mondo dell'informazione lavora con metodi troppo "classici" e spesso non comprende queste trasformazioni. La gente ormai si informa tramite internet o i social network».

«Con il nostro volume - aggiunge Speroni, giornalista e docente di economia e statistica - non abbiamo voluto fare la parte dei Maya, ma offrire una rappresentazione realistica della demografia e dei consumi nel 2030. Nel 2050 probabilmente avremo la fusione nucleare, ma nel 2030 no: la tecnologia insomma non è ancora in grado di risolvere quei problemi che si presenteranno da qui a venti anni».

ROMA INCONTRAROMA INCONTRA ROMA INCONTRAROMA INCONTRA

Il problema non è nella quantità di risorse, quanto nella loro distribuzione. «Esistono risorse alimentari sufficienti per ben più che 7 miliardi di persone - spiega Conti - e lo stesso vale per l'energia. Quella disponibile è abbondante e basterà anche per 9 miliardi di uomini. Abbiamo petrolio ancora per cinquant'anni. Oggi poi si può ricavare energia da tutto: dal sole, dal vento e dalle maree. Purtroppo però le risorse sono mal distribuite. Molti aiuti alimentari che l'Occidente destina al terzo mondo si disperdono in furti e sprechi. La soluzione è in una politica mondiale corretta unita ad interventi mirati di politiche locali».

La crisi è travolgente, alla sua base non c'è solo l'indebitamento degli Stati. «Oltre che in una profonda crisi economica - interviene Bonanni - ci troviamo in una crisi di senso. Il libro di Comin e Speroni ha il merito di non fermarsi all'oggi, ma di guardare al domani. Nei prossimi 30 anni all'Europa servirà un'immissione nel mercato del lavoro di 50 milioni di persone in più, per mantenere il nostro standard sociale e produttivo. Il welfare andrà dimensionato rispetto a povertà e ricchezza. Spero che non si vada nella direzione di una riduzione della protezione sociale».

RAFFAELE BONANNIRAFFAELE BONANNI ENRICO CISNETTOENRICO CISNETTO

I progressi della medicina alimentano la crescita demografica mondiale. «Un bambino che nasce oggi - conclude Veronesi - ha una speranza di vita di 98 anni, una bambina di 102. La longevità è un fatto positivo, ma ad essa si accompagna il timore di non riuscire a mantenere gli attuali standard di benessere. Domani ci sarà cibo per tutti? Sì, ma dovrà essere distribuito meglio. Oggi un miliardo di persone soffre la fame, mentre un altro miliardo si ammala per cause riconducibili alla sovralimentazione».

 

 

 

Condividi questo articolo

FOTOGALLERY

media e tv

LA CHIRICO NON PERDE LA TESTA (DI CHICCO) - ''CARO DAGO, MI GUARDO BENE DALL'ESSERE LA 'FIDANZATA DI'. GLI UNICI UOMINI PER CUI PROVO AMORE SCONFINATO E PLATONICO SI CHIAMANO FERRARA E PANNELLA. LA MIA VITA È SOLO MIA, NON CONDIVIDO VITE ALTRUI. LAVORO TANTO, E QUANDO MI SVAGO COMPAIONO FOTO CON DONNE E UOMINI IN ARIA DI FESTA, MA RESTO SOLO E SOLTANTO ANNALISA CHIRICO''

''Io sono single dalla nascita. La singletudine è uno stato mentale. Se avessi avuto un fidanzato, me ne sarei accorta. Su Google ognuno ha il repertorio immagini che si merita, e io tengo immensamente alla mia immagine. Vederla appaiata a storie, volti e profili assai diversi dal mio, è un trattamento che non merito''...

politica

OBAMA, IL PIÙ GRANDE SHOWMAN DEL NUOVO MILLENNIO - IN UN VIDEO STREPITOSO, TRASMESSO DURANTE IL SUO DISCORSO AI GIORNALISTI DELLA CASA BIANCA (QUI L'INTEGRALE), OBAMA CAZZEGGIA SUL SUO FUTURO DA PRESIDENTE PENSIONATO. GUEST STAR JOE BIDEN E JOHN BOEHNER, EX NEMICO REPUBBLICANO MA TUTTORA PIAGNONE

Cercare un lavoro come allenatore di basket, prendere la patente di guida, usare snapchat. Sono alcune delle cose che Barack Obama fa nella divertente parodia di se stesso. Con un Joe Biden più interessato ai suoi occhiali da sole e alle sue ''moves'', le mosse da piacione...

business

AL FONDO ATLANTE TOCCA PRENDERSI TUTTE LE AZIONI DELLA POPOLARE DI VICENZA, UN MILIARDO E MEZZO DI EURO TONDI TONDI. E LA BORSA DI MILANO CHIUDE IN ROSSO (-1%) TRASCINATA DAI TITOLI BANCARI - SAVIOTTI: NON SIAMO PREOCCUPATI PER L'OPERAZIONE B.POPOLARE-BPM

Le perplessita' sull'efficacia del decreto governativo sui crediti problematici e lo stop alla quotazione in Borsa della Popolare di Vicenza piegano i bancari di Piazza Affari e fanno del Ftse Mib l'unico indice in rosso in Europa - Banco Popolare (-7,3%) e Bpm (-6%), male anche Mps (-5,5%) e Unicredit (-3,7%)...

cronache

SCAMBIO DI IDENTITÀ - KARMA HA 5 MESI E USA IL CIUCCIO, DORME IN CARROZZINA, BEVE SOLO COL BIBERON - TUTTO REGOLARE, SE NON FOSSE CHE NON È UN PUPO, MA UN CUCCIOLO DI PASTORE TEDESCO FEMMINA - LA STORIA DEL CANE CONVINTO DI ESSERE UN NEONATO

Karma ha cominciato ad imitare il nipote della sua padrona quando aveva solo 12 settimane di età ed ora, a cinque mesi di età, crede di essere una bambina piccola. Quando era cucciola, Karma ha cominciato a rubare i ciucci del bimbo e a dormire nella carrozzina, cosa che continua a fare regolarmente. L’animale, a volte dorme in una piccola tutina gialla...

sport

COME SI DICE ''RINGHIO'' IN SPAGNOLO? - GATTUSO: ''GUARDIOLA HA ROVINATO IL CALCIO ITALIANO. LUI E IL BARCELLONA HANNO CREATO DEI MOSTRI. BISOGNAVA PUNTARE SULLA SCUOLA DEI PORTIERI E DEI DIFENSORI'' - ''AL MILAN MANCANO GIOCATORI CON SENSO DI APPARTENENZA''

''Il calcio italiano? Il fatto che vogliamo andare a copiare Guardiola è sbagliato. Il Barcellona e Guardiola hanno creato dei mostri. Se noi giochiamo un calcio difensivo ci dicono che facciamo il catenaccio. Se lo fanno gli altri, sono bravi'' - ''Inter e Milan devono tornare competitive''...

cafonal

CAFONAL DAVID - TUTTE LE FOTO DEL RED CARPET: IN MANCANZA DI FILM, VALERIA MARINI FA SELFIE CON TUTTI, ANNA FOGLIETTA FA FAVILLE CON VESTITO TRASPARENTE, CLAUDIO SANTAMARIA FA LA GAG DEL 'MAGO GUARDA' - ILENIA PASTORELLI DAL 'GRANDE FRATELLO' AL TAPPETO ROSSO: ''RINGRAZIO BOBO VIERI'' - NIENTE TETTE, SIAMO AI DAVID

Vittoria Puccini, Matilde Gioli e la Foglietta esibiscono fiere il loro décolleté non esattamente prorompente, ma altre sconosciute bonazze tirano su il livello trash-tettonico - Gli 'accessori' più impegnati della serata sono stati i braccialetti e gli l'adesivi gialli con la scritta 'Verità per Giulio Regeni'...