1- LA GABANELLI LASCIA LA RAI: A FINE NOVEMBRE E' GIUNTA LA DISDETTA DEL CONTRATTO - 2- LE CONDIZIONI PER RESTARE: MENO DURATA DEL PROGRAMMA “REPORT”, PIÙ SOLDI. MA IL GARIMBA GARIMBERTI HA GIÀ COMUNICATO ALLA LORENZA LEI (I DUE ORMAI FANNO ASSE D’ACCIAIO) CHE, NELLE ATTUALI CONDIZIONI DI CASSA SCASSATA, NUN SE PO’ FA’ - 3- COME SI VOCIFERA DA TEMPO, PER STESSA AMMISSIONE DEL “CANARO” DE LA7 STELLA, IL PORTO DOVE APPRODERÀ LA GIOVANNA D’ORCO È LA RETE DI BEBÈ BERNEBÈ. UN CANALE PERCORSO DA CORRENTI AGITATISSIME, OGGI. IL DUO LERNER-MENTANA SPADRONEGGIA O ALMENO CI PROVA. SOPRATTUTTO GAD CHE, VOGLIOSO DI ALTRI SPAZI CATODICI, SOFFOCATO DAI BASSI ASCOLTI DELL’”INFEDELE” E “MOLESTATO” DAI NUOVI E POTENTI ARRIVI DI FORMIGLI E NUZZI, HA INGAGGIATO VIOLENTI E PERDENTI SCAZZI CON IL "CANARO" - 4- ECCO, IL QUADRO CHE ASPETTA LA GABANELLI: TANTI, TROPPI GALLI IN UN PICCOLO POLLAIO

Condividi questo articolo

DAGOREPORT

gabanelligabanelli PAOLO GARIMBERTI LORENZA LEIPAOLO GARIMBERTI LORENZA LEI

La disdetta del contratto è arrivata a viale Mazzini 14 entro la data prevista,  fine novembre. Una letterina, secca come un cassetto chiuso con una ginocchiata, che annunciava la fine della collaborazione con mamma Rai, firmata Milena Gabanelli.

Essì. L'eroina di "Report", la Giovanna d'Orco di noi poveri bidonati dai poteri marci ha deciso di chiudere con il mammozzone della tivù di Stato. Pare che le condizioni per restare siano queste: meno durata del programma, più soldi. Sulla prima condizione non ci sono problemi, ma sull'ingaggio - che attualmente è una sorta di obolo nel piattino della cieca rispetto al contrattone d'oro di Fabio Fazio o di un Floris - pare che il Garimba abbia già comunicato alla Lorenza Lei (i due ormai fanno asse d'acciaio) che, nelle condizioni attuali di cassa scassata, nun se po' fa'.

LERNERLERNER Enrico MentanaEnrico Mentana

Come si vocifera da tempo, per stessa ammissione del "canaro" de La7 Giovanni Stella, il porto dove approderà Mi-Jena è la rete di Bebè Bernebè. Un canale percorso da correnti agitatissime, oggi. Il duo Lerner-Mentana spadroneggia o almeno ci prova, con Gad che, voglioso di altri spazi catodici, soffocato dai bassi ascolti del suo "Infedele" e "molestato" dai nuovi e potenti arrivi di Formigli e Nuzzi, ha intrecciato violenti scazzi con Stella.

Di Chicco, abbiamo scritto: ha boicottato l'arrivo di Santoro, insieme a Lerner ha osteggiato la direzione di Carlo Freccero già negoziata con Bernabè, ha messo in piedi un teatrino tra il ridicolo e il tronfio con la sceneggiata delle dimissioni (uno squillo di Bebè e Little Pony ha stracciato la lettera). L'unica sconfitta l'ha ricevuta tempo fa quando ha provato a fare il gradasso con Lillibotox: Mitraglia allungava il brodo del Tg per guadagnare audience e la viperina Gruber, che seguiva con "Otto e mezzo", si lamentò con il suo concittadino bolzanino Bernabè che fece intervenire il giannizzero Stella.

StellaStellaFRANCO BERNABEFRANCO BERNABE

Ecco, il quadro che aspetta la Gabanelli: tanti, troppi galli in un piccolo pollaio.

 

 

Condividi questo articolo

FOTOGALLERY

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

“CONTE? IO SONO UN SOSTENITORE DELL’ATTUALE PRESIDENTE DEL CONSIGLIO. NON NE VEDO DI MIGLIORI ALL'ORIZZONTE E QUINDI TUTTO SOMMATO….” - D’ALEMA SCATENATO AL PREMIO COLALUCCI – "IL CASO DIAWARA? QUI SIAMO OLTRE QUELLO CHE È ACCETTABILE. IL RESPONSABILE NE RISPONDA A SOCIETÀ E TIFOSI - DZEKO? SE A VERONA AVESSE GIOCATO, ALMENO SUL CAMPO AVREMMO VINTO" - GRAVINA: “IN OCCASIONE DI ITALIA-OLANDA A BERGAMO VORREMMO APRIRE OLTRE I MILLE SPETTATORI CONSENTITI” - I PREMIATI: FOTO

viaggi

salute