Cinema Dei Giusti

DANIELA SANTANCHE' ANALIZZA LA CRISI DI GOVERNO, MA TUTTI GUARDANO QUELLO CHE SUCCEDE DIETRO

IL CINEMA DEI GIUSTI - DOPO “EASY RIDER”, PETER FONDA NON HA PIU’ RIPETUTO UN SUCCESSO PLANETARIO NE’ DA REGISTA CHE DA PROTAGONISTA - E PENSARE CHE QUEL FILM NASCEVA COME MEZZO DISASTRO. UN SET DOVE TUTTI LITIGAVANO TRA LORO SEPOLTI IN UN MARE DI CANNE E OLTRE. NESSUN COPIONE. PERFINO ROGER CORMAN, CHE PURE AVEVA DIRETTO E PRODOTTO “WILD ANGELS” E “THE TRIP”, CAPOLAVORI DI BIKE MOVIES, SCAPPÒ A GAMBE LEVATE PENSANDO AL DISASTRO DEI DUE NEOREGISTI STRAFATTONI…” - VIDEO

LA VERA STORIA DI SHARON TATE - LA CARNEFICINA CHE SCONVOLSE IL MONDO DI HOLLYWOOD - IL NUOVO FILM DI TARANTINO E' IL "VIALE DEL TRAMONTO" DEGLI ANNI '60, DAL "PEACE & LOVE" ALLA VIOLENZA SENZA CAUSA, SATANISMO E ORGE, CON FESTINI A BASE DI DROGHE DI OGNI TIPO - L'EPILOGO E' LA MOGLIE INCINTA DI ROMAN POLANSKI TRUCIDATA DALLA "FAMILY" DI MANSON - MARCO GIUSTI RACCONTA PERIPEZIE AMORI E SCOPATE DI SHARON TATE, TAMPINATA DAL SUO “PRODUTTORE E AMANTE” MARTIN RANSOHOFF. MA IL MOVENTE DELLA STRAGE RESTA ANCORA UN MISTERO: SATANISMO DI HIPPIES PAZZI O GELOSIA? - VIDEO STRACULT: POLANSKI E SHARON INCONTRANO FELLINI SUL SET DEL "SATYRICON"

INCASSI - CON I MASSACRI DI EL PASO E DAYTON NON CI POTEVA ESSERE WEEKEND PIÙ ADATTO PER L’ESORDIO DI “FAST & FURIOUS: HOBBS & SHAW” DI DAVID LEITCH, TRIONFO DEL MENAMOSE E DI ARMI DI OGNI TIPO - “ONCE UPON A TIME… IN HOLLYWOOD” DI TARANTINO INCASSA 20 MILIONI DI DOLLARI E UN TOTALE DI 78 MILIONI - IL FILM NON È ANCORA USCITO FUORI DAGLI USA MA GLI ESPERTI E LA SONY METTONO LE MANI AVANTI. CON UN BUDGET DA 90 MILIONI DI DOLLARI, PER DIVENTARE UN PROFITTO, DEVE ARRIVARE ALMENO A 400 MILIONI DI DOLLARI….

LA CANNES DEI GIUSTI – IL NUOVO FILM DI TARANTINO È UNA MERAVIGLIA E NON POTREBBE ESSERE ALTRIMENTI. MA IN GENERALE AI CRITICI, SOPRATTUTTO ITALIANI, NON È PIACIUTO. STICAZZI – NESSUNO OGGI GIRA COME LUI, COME NEL 1969 ERANO IN POCHI A GIRARE COME POLANSKI. E “C’ERA UNA VOLTA…A HOLLYWOOD” È UN OMAGGIO COMMOVENTE E SINCERO PROPRIO A POLANSKI, AL SUO GENIO, A SHARON TATE – COME IN “THE HATEFUL EIGHT”, IL WESTERN È SOLO UN MEZZO PER COLPIRE PIÙ IN ALTO E DIRE COSE PIÙ SCOMODE – VIDEO

LA CANNES DEI GIUSTI - "SARANNO ANIMALI SELVAGGI?" MA NO, SONO ZOMBI!!'' QUESTA CANNES UN PO' VECCHIOTTA, CHE RIFIUTA I FILM DI NETFLIX MA CI RIEMPIE DI TERRENCE MALICK E DI REGISTI NON PROPRIO GIOVANISSIMI, APRE CON UN FILM DI ZOMBI D'AUTORE, ''THE DEAD DON'T DIE'' DI JIM JARMUSCH, CON UN TRIO DI POLIZIOTTI DAVVERO COOL: BILL MURRAY, ADAM DRIVER E CHLOE SEVIGNY - MAGARI NON È UN CAPOLAVORO MA È UN FILM DI GRANDE DIVERTIMENTO E GRANDE INVENZIONE, PIENO DI TROVATE E APPARIZIONI, TRA TOM WAITS E STEVE BUSCEMI