Cinema Dei Giusti

IL BRIEFING DI ROCCO SIFFREDI AGLI ATTORI PRIMA DELLE RIPRESE DI MALENA VS MARTINA

LE SERIE DEI GIUSTI - VEDENDO LA PRIMA INCREDIBILE PUNTATA DI ''WATCHMEN'', LA POLEMICA SCATENATA DA SCORSESE E COPPOLA CONTRO I CINECOMIC, MI È SEMBRATA DAVVERO INUTILE E LOGORA - NON SE NE PUÒ PIÙ DI FILM DI SUPEREROI PERCHÉ STANNO UCCIDENDO IL CINEMA COME NOI VECCHI CE LO RICORDIAMO. MA ATTRAVERSO I GENERI, E IL CINECOMIC È OVVIAMENTE UN GENERE, ESATTAMENTE COME IL FILM DI MAFIA ITALOAMERICANA DI SCORSESE, SI POSSONO RACCONTARE MILLE DIVERSE IDEE SULLA VITA, SULLA STORIA E SUL CINEMA STESSO

LE SERIE DEI GIUSTI - IN QUESTO “1994” C’È TUTTO. A COMINCIARE DAL CORPO MERAVIGLIOSO DI MIRIAM LEONE, FINALMENTE SUPERSTAR, CHE NON RIESCE A STARE FERMO IN NESSUN VESTITO. DALLA LOTTA TRA I DUE MASCHI RIMASTI A CONTENDERSELA, CIOÈ IL BERLUSCONIANO ACCORSI E IL LEGHISTA BOSCO, CHE CI MOSTRANO IL SEDERE, ALLE BATTUTE SCEME DI BERLUSCONI INTERPRETATO DALL'OTTIMO PIEROBON. IL DUELLO CON OCCHETTO, D'ALEMA (VINICIO MARCHIONI) CHE TRAMA, LUCA ZINGARETTI CHE INTERPRETA PAOLO MIELI (SI VEDE CHE IL FIGLIO LORENZO È IL PRODUTTORE…)

IL NECROLOGIO DEI GIUSTI - DOVETE ASSOLUTAMENTE VEDERE ''COCKSUCKER BLUES'' (VIDEO), IL CAPOLAVORO DI ROBERT FRANK, UNO DEI PIÙ GRANDI FOTOGRAFI DI SEMPRE. ORA CHE È MORTO, I ROLLING STONES DOVREBBERO DISTRIBUIRLO IN UN FORMATO VEDIBILE. ALL'EPOCA FU BLOCCATO: SIRINGHE, COCA, RAGAZZETTE NUDE, INCONTRI CON TRUMAN CAPOTE E DICK CAVETT, IL TOUR DI UNA BAND TOTALMENTE FUORI DI TESTA E CHE SI LASCIA ANDARE A DELIRI TOSSICI E SESSUALI DI OGNI TIPO. FU VIETATO NELLE SALE, FRANK POTÉ MOSTRARLO SOLO IN SUA PRESENZA. PER ORA È SU YOUTUBE…

LA VENEZIA DEL GIORNO DOPO (DI GIUSTI) - I PREMI VENGONO DEFINITI UN PO' OVUNQUE ''CONTROVERSI'': NON SI ERA MAI VISTO IL LEONE D'ORO PER UN FILM-FUMETTO, PER QUANTO DARK, E IL PREMIO DELLA GIURIA A POLANSKI SCATENA TITOLI SUL ''CHILD RAPIST'', COME LO CHIAMANO NEGLI USA - PREMI CHE ''SEMBRANO SCUSARE I MASCHI PER I LORO CRIMINI''. E CI RIBUTTIAMO NEL METOO - ALLA FACCIA DI SALVINI, MARINELLI E ASCARIDE PARLANO SOLO DI MIGRANTI - SCELTE POLITICHE IN FESTIVAL ORMAI DOMINATI DAI MARCHI

LA VENEZIA DEI GIUSTI - ECCOLI I PREMI, ABBASTANZA CONDIVISIBILI: IL ''JOKER'' E ''J’ACCUSE'' ERANO I FILM CHE PIÙ ERANO PIACIUTI SIA AL PUBBLICO CHE AI CRITICI. MARINELLI DEDICA LA COPPA VOLPI A CHI SALVA I MIGRANTI IN MARE, LA MIGLIORE ATTRICE È ARIANE ASCARIDE DI ''GLORIA MUNDI'' CHE LA DEDICA ''A TUTTI QUELLI CHE DORMONO PER L'ETERNITÀ NEL FONDO DEL MEDITERRANEO'' - PREMIO SPECIALE PER MARESCO - SALE STRAPIENE E PUBBLICO ATTENTO, IMPUPAZZAMENTO SUL RED CARPET (COME A CANNES), MOLTI FILM DELUDENTI, TROPPI POLPETTONI

IL CINEMA DEI GIUSTI - DOPO “EASY RIDER”, PETER FONDA NON HA PIU’ RIPETUTO UN SUCCESSO PLANETARIO NE’ DA REGISTA CHE DA PROTAGONISTA - E PENSARE CHE QUEL FILM NASCEVA COME MEZZO DISASTRO. UN SET DOVE TUTTI LITIGAVANO TRA LORO SEPOLTI IN UN MARE DI CANNE E OLTRE. NESSUN COPIONE. PERFINO ROGER CORMAN, CHE PURE AVEVA DIRETTO E PRODOTTO “WILD ANGELS” E “THE TRIP”, CAPOLAVORI DI BIKE MOVIES, SCAPPÒ A GAMBE LEVATE PENSANDO AL DISASTRO DEI DUE NEOREGISTI STRAFATTONI…” - VIDEO

LA VERA STORIA DI SHARON TATE - LA CARNEFICINA CHE SCONVOLSE IL MONDO DI HOLLYWOOD - IL NUOVO FILM DI TARANTINO E' IL "VIALE DEL TRAMONTO" DEGLI ANNI '60, DAL "PEACE & LOVE" ALLA VIOLENZA SENZA CAUSA, SATANISMO E ORGE, CON FESTINI A BASE DI DROGHE DI OGNI TIPO - L'EPILOGO E' LA MOGLIE INCINTA DI ROMAN POLANSKI TRUCIDATA DALLA "FAMILY" DI MANSON - MARCO GIUSTI RACCONTA PERIPEZIE AMORI E SCOPATE DI SHARON TATE, TAMPINATA DAL SUO “PRODUTTORE E AMANTE” MARTIN RANSOHOFF. MA IL MOVENTE DELLA STRAGE RESTA ANCORA UN MISTERO: SATANISMO DI HIPPIES PAZZI O GELOSIA? - VIDEO STRACULT: POLANSKI E SHARON INCONTRANO FELLINI SUL SET DEL "SATYRICON"

INCASSI - CON I MASSACRI DI EL PASO E DAYTON NON CI POTEVA ESSERE WEEKEND PIÙ ADATTO PER L’ESORDIO DI “FAST & FURIOUS: HOBBS & SHAW” DI DAVID LEITCH, TRIONFO DEL MENAMOSE E DI ARMI DI OGNI TIPO - “ONCE UPON A TIME… IN HOLLYWOOD” DI TARANTINO INCASSA 20 MILIONI DI DOLLARI E UN TOTALE DI 78 MILIONI - IL FILM NON È ANCORA USCITO FUORI DAGLI USA MA GLI ESPERTI E LA SONY METTONO LE MANI AVANTI. CON UN BUDGET DA 90 MILIONI DI DOLLARI, PER DIVENTARE UN PROFITTO, DEVE ARRIVARE ALMENO A 400 MILIONI DI DOLLARI….

LA CANNES DEI GIUSTI – IL NUOVO FILM DI TARANTINO È UNA MERAVIGLIA E NON POTREBBE ESSERE ALTRIMENTI. MA IN GENERALE AI CRITICI, SOPRATTUTTO ITALIANI, NON È PIACIUTO. STICAZZI – NESSUNO OGGI GIRA COME LUI, COME NEL 1969 ERANO IN POCHI A GIRARE COME POLANSKI. E “C’ERA UNA VOLTA…A HOLLYWOOD” È UN OMAGGIO COMMOVENTE E SINCERO PROPRIO A POLANSKI, AL SUO GENIO, A SHARON TATE – COME IN “THE HATEFUL EIGHT”, IL WESTERN È SOLO UN MEZZO PER COLPIRE PIÙ IN ALTO E DIRE COSE PIÙ SCOMODE – VIDEO