Cinema Dei Giusti

Sandra Milo a Eleonora Daniele: ''Sono rovinata''

LA CANNES DEI GIUSTI - CHE FINE HA FATTO TARANTINO? FREMAUX DICE CHE NON È ANCORA FINITO E SPERA DI AGGIUNGERLO IN CORSA. MA DOPO AVER RINUNCIATO A ''ROMA'' PER FARE GUERRA A NETFLIX, E QUEST'ANNO A ''THE IRISHMAN'' DI SCORSESE, NON PUÒ PERMETTERSI DI LASCIARE QUENTIN A VENEZIA O TORONTO - UNICO ITALIANO IN CONCORSO? BELLOCCHIO (PIÙ PIERO MARCELLO PROBABILMENTE NELLA QUINZAINE). NON MANCANO JARMUSCH, BELLOCCHIO, LOACH, ALMODOVAR, DARDENEN, DOLAN, JOON-HO, DESPLECHIN, L'INGUARDABILE MALICK E GLI OTTIMI HERZOG E WINDING REFN

IL NECROLOGIO DEI GIUSTI - PER CAPIRE CHE ATTRICE MERAVIGLIOSA ERA BIBI ANDERSSON, SCOMPARSA A 83 ANNI DOPO DIECI IN OSPEDALE, BASTEREBBE RIVEDERE PER INTERO IL SUO INCREDIBILE MONOLOGO IN ''PERSONA'' DI BERGMAN DOVE DESCRIVE UNA SORTA DI STUPRO CHE SUBISCE AL MARE IN ITALIA. MONOLOGO CHE DA NOI VENNE MASSACRATO DALLA CENSURA, ESATTAMENTE COME VENNE MASSACRATO IL CELEBRE MONTAGGIO DI APERTURA DEL FILM DOVE SI VEDEVA UN PENE ERETTO. NOI ITALIANI QUEL PENE NON LO ABBIAMO MAI VISTO E QUEL MONOLOGO LO ABBIAMO SENTITO A METÀ (QUI INTEGRALE)

IL ''BLOB'' DEI GIUSTI - CHI INVENTO' IL PROGRAMMA CHE PERCULÒ LA TV ITALIANA? DI SICURO, MARCO GIUSTI CHE RAI3 E LOBBY GHEZZI-GUGLIEMI HANNO CANCELLATO VERGOGNOSAMENTE NON SOLO DAI TITOLI (ROBA DA DENUNCIA) MA OGGI ANCHE DALLA CELEBRAZIONE DEL TRENTENNALE: ''MI RICORDO BENE QUEL 14 APRILE DI 30 ANNI FA. IL TITOLO L'AVEVO RUBATO IO, ERA PERFETTO. IL FLUIDO TELEVISIVO CHE TUTTO INGLOBA E TUTTO DIVORA. PENSAVO CI AVREBBERO CHIUSO SUBITO E INVECE CI SALVARONO…'' - VIDEO: LA PRIMA PUNTATA

IL CINEMA DEI GIUSTI – NON MANCA NIENTE IN ‘’DOLCE ROMA’’ DI FABIO RESINARO, NÉ I PRODUTTORI PIPPATISSIMI DI SÉ, SEMPRE ARRAPATI DI ATTRICETTE DALLO SNIFFO FACILE, NÉ I GIOVANI REGISTI SAPUTELLI STRAFATTI, NÉ I CAMORRISTI COMICI, NÉ I POLIZIOTTI TRISTI, NÉ I ‘’VAFFA’’ E I ‘’TESTA DI’’, NÉ CLAUDIA GERINI NUDA NEL MIELE DELLO ZIMBABWE - PRODOTTO E INTERPRETATO DA LUCA BARBARESCHI IN DEBORDANTE STATO DI GRAZIA (“NON RIESCO PIÙ AD ABBRACCIARE LE MIE FIGLIE TANTO PUZZO DI MERDA”), È UN FILM FUORI DI TESTA MA TOTALMENTE STRACULT. UN IMPERDIBILE "CHI E' CHI" DEL CINEMA ITALIANO - VIDEO

IL CINEMA DEI GIUSTI - “FRATELLO? FRATELLO UN CAZZO!” – “SCARAFAGGIO DELLA MINCHIA!” – “QUESTI QUI CI INFESTANO CON LA NEGRITUDINE!” OVVIAMENTE NON SIAMO DI FRONTE A UN FILM RAZZISTA. ANZI, E’ IL CONTRARIO - IN QUESTO “SCAPPO A CASA”, BUON RITORNO AL CINEMA DI ALDO BAGLIO, L’IDEA È QUELLA DI PRENDERE IL PROTOTIPO DELL’ELETTORE SALVINIANO SBATTERLO SENZA DOCUMENTI NE’ SOLDI IN UN TERRITORIO RAZZISTA, DICIAMO L’UNGHERIA DI ORBÁN, E VEDERE COME FARÀ A TORNARE A CASA - VIDEO

IL CINEMA DEI GIUSTI – MA CHE DAVERO? SÌ, WALTER VELTRONI HA FATTO “DAVERO” UN FILM, NON UN DOCUMENTARIO, MA PROPRIO UN FILM DI FICTION, ASSOLUTAMENTE VELTRONIANO E TOTALMENTE STRACULT – E NON SI FA MANCARE NIENTE: IL GOAL NON CONVALIDATO DI TURONE DELLA ROMA-JUVE DEL 1983, IL SUPERTELEGATTONE, IL GELATO ARCOBALENO DELL’ALGIDA – I DUE FRATELLI PROTAGONISTI SEMBRANO QUASI LA PARODIA NON VOLUTA DI BETTINI E DEL PICCOLO WALTER – ANCHE SE QUALCOSA SULLA TRAGICA FINE DEL PARTITO, MAGARI, WALTER CE LA POTEVA DIRE – VIDEO

IL CINEMA DEI GIUSTI - "SANGUE MESTRUALE? MA CHI CE LE HA PIÙ LE MESTRUAZIONI QUA?". CATTIVA QUANTO BASTA PER FARCI SORRIDERE DAVANTI ALL’ENNESIMO FILM DI FAMIGLIA SULLA SUA FAMIGLIA, AMORI COMPRESI, DI VALERIA BRUNI TEDESCHI, DOVE LEI E LA MADRE FANNO ANCORA UNA VOLTA SE STESSE E I RICORDI E I PICCOLI ORRORI FAMILIARI SONO ESIBITI COME SE PARLASSIMO DEGLI AGNELLI - NE ''I VILLEGGIANTI'' GRANDE LA GOLINO CHE SI ESIBISCE NEL CELEBRE JINGLE CAROSELLISTICO DI CHIAMAMI PERONI E CONCLUDE TOCCANDO LE PALLE A UNA STATUA