DAGONOTA - ILARY, DA "UNICA" A UNA DI NOI! - RICCI CON I FUORIONDA DI GIAMBRUNO HA RIAPERTO IL VASO (DA NOTTE) DI PANDORA PALESANDO SUL GRAN TEATRO ITALIA DINAMICHE DI COPPIE DI POTERE CHE UN TEMPO VENIVANO NEGATE ANCHE DI FRONTE ALL'EVIDENZA - SU CANALE 5 ILARY BLASI, CAMUFFATA DA SALICE PIANGENTE IN MODALITÀ CHIAGNI E FOTTI, CONDIVIDEVA QUANTO IL SUO NEMICO "FURBIZIO" CORONA SOSTENEVA SUI TRADIMENTI DI TOTTI - LA MEJO PUPA DELLA PREMIATA SCUDERIA DI LELE MORA, BELEN, FRIGNAVA E SPIFFERAVA, DALLA ZIA MARA, CONFIDENZE SULLE CORNA SUBITE DAL VISPO DE MARTINO (ATTENZIONE A FARE IL NOME DI "ALESSA" MARCUZZI...). GIORGIA, ILARY E BELEN A RETI UNIFICATE E IN SINTONIA CON...

-

Condividi questo articolo


DAGONOTA

 

ILARY BLASI E SILVIA TOFFANIN - VERISSIMO ILARY BLASI E SILVIA TOFFANIN - VERISSIMO

Sembra che Antonio Ricci con i fuorionda inguinali e testosteronici di Andrea Giambruno abbia riaperto il vaso da notte di Pandora. Palesando sul gran teatro Italia dinamiche di coppie di potere che un tempo venivano smentite, querelate e negate anche di fronte alla pubblica evidenza. 

 

È così che mentre su Rai1, ospite di ‘Domenica in’, la mejo pupa della premiata scuderia berlusconiana di Lele Mora, la turbolenta Belen Rodriguez, frignava e spifferava dalla Zia Mara confidenze su tutte le corna subite dal vispo ballerino Stefano De Martino (attenzione a fare il nome di "Alessa" Marcuzzi), contemporaneamente, su Canale 5, Ilary Blasi, camuffata ormai da salice piangente in modalità chiagne e fotte, condivideva quanto, da tempo, il suo arci nemico "Furbizio" Corona sosteneva e dichiarava sui tradimenti compulsivi  dell'ex Re Pupone.

ilary blasi ilary blasi

 

Giorgia, Belen, Ilary a rete unificate e in magica sintonia con lo spirito del tempo (cultura dello stupro, patriarcato, femminicidio). Benvenuti da UNICA a UNA DI NOI…

francesco totti noemi bocchi francesco totti noemi bocchi antonio ricci antonio ricci giambruno meloni giambruno meloni tweet sulla separazione tra giorgia meloni e andrea giambruno 4 tweet sulla separazione tra giorgia meloni e andrea giambruno 4 giorgia meloni foto di chi 1 giorgia meloni foto di chi 1 belen stefano de martino belen stefano de martino andrea giambruno foto di chi 2 andrea giambruno foto di chi 2 corona belen de martino corona belen de martino belen stefano de martino belen stefano de martino FRANCESCO TOTTI NOEMI BOCCHI FRANCESCO TOTTI NOEMI BOCCHI

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT – SOLO IN ITALIA LE ELEZIONI EUROPEE SONO VISTE COME UNA SFIDA DE' NOANTRI PER PESARE IL CONSENSO E ARRIVARE A UN REGOLAMENTO DI CONTI TRA I DUELLANTI MELONI E SALVINI - AL DI LA' DELLE ALPI SONO INVECE CONSAPEVOLI CHE, NELL'ATTUALE DISORDINE MONDIALE, CON STATI UNITI E RUSSIA CHE HANNO DAVANTI LE PIU' DIFFICILI ELEZIONI PRESIDENZIALI, IL VOTO DEL 9 GIUGNO RAPPRESENTA UN APPUNTAMENTO CHE PUO' CAMBIARE LA STORIA DELL'UNIONE - "IO SO' GIORGIA", ATTRAVERSO IL FEDELE PROCACCINI, INVOCA L'ALLEANZA TRA ECR E IL PPE BUTTANDO FUORI I SOCIALISTI. IDEA SUBITO STRONCATA DAL LEADER DEI POPOLARI WEBER. PERCHE' IL CLIMA È CAMBIATO IN GERMANIA: CDU-CSU E SOCIALISTI MIRANO DI TORNARE ALLA 'GROSSE KOALITION' PER ARGINARE L’AVANZATA DEI NEONAZI DI AFD E SFANCULARE I VERDI…

DAGOREPORT! - IL VENTO STA CAMBIANDO? A OTTOBRE, SI RITORNA ALLE URNE? SALVINI MOLLA MELONI? - DELIRIO PER I SONDAGGI CHOC DELLE REGIONALI IN SARDEGNA: ALESSANDRA TODDE, CANDIDATA DI SCHLEIN+CONTE, AVREBBE DUE PUNTI DI VANTAGGIO SUL MELONIANO TRUZZU - IN VISTA DELLE EUROPEE, UNA SCONFITTA SAREBBE UN PESSIMO SEGNALE PER LA MELONA - SALVINI AL MURO: SE LA LEGA VA SOTTO L’8%, POTREBBE TOGLIERE L’APPOGGIO AL GOVERNO - IN CASO DI CRISI, NESSUN GOVERNO TECNICO: SI VOTA SUBITO, A SETTEMBRE/OTTOBRE. LA MELONA VUOLE CAPITALIZZARE IL CONSENSO, PRIMA DELL'ARRIVO DELLA CRISI ECONOMICA - RESO INERTE TAJANI, PER GOVERNARE, LA DUCETTA HA BISOGNO DI UNA LEGA DESALVINIZZATA - E NON È DETTO CHE IL CAPITONE RIMANGA AL SUO POSTO: LA BASE ELETTORALE DEL CARROCCIO HA UN DNA MODERATO E PRAGMATISTA, E NE HA PIENE LE PALLE DELLA POLITICA DESTRORSA, AFFOLLATA DI LE PEN E NAZISTOIDI. I FEDRIGA, I ZAIA, I FONTANA, I GIORGETTI SONO LEGHISTI BEN COMPATIBILI CON GIORGIA “FASCIO TUTTO IO!”. E’ SALVINI CHE SI È ESTREMIZZATO

DAGOREPORT! FRA 7 GIORNI, LE REGIONALI IN SARDEGNA POTREBBERO RIVELARSI MOLTO SORPRENDENTI - L’ULTIMO SONDAGGIO RISERVATO È UNA DOCCIA GELATA PER I SOGNI DI GLORIA DI MELONI. ALESSANDRA TODDE, CANDIDATA DI SCHLEIN+CONTE, RAGGIUNGE IL 45% MENTRE PAOLO TRUZZU, SINDACO DI CAGLIARI IMPOSTO DALLA DUCETTA IN CULO A SALVINI, SI DEVE ACCONTENTARE DEL 42,5%. SEMPRE A SINISTRA, RENATO SORU, CON LA SUA 'COALIZIONE SARDA’, INTASCA L'11,2% - SE TALI RILEVAZIONI DIVENTASSERO REALTÀ, IL CENTRODESTRA PERDEREBBE LA REGIONE SARDEGNA E PER MELONI SAREBBE LA PRIMA BRUCIANTE SCONFITTA. MENTRE PER IL FATIDICO “CAMPOLARGO” PD-M5S IL SOGNO DI UNIRE LE FORZE POTREBBE DIVENTARE REALTÀ NAZIONALE-. DOPO UN ANNO E MEZZO, LA LUNA DI MIELE E' FINITA? “IO SO’ GIORGIA” HA QUASI DEL TUTTO CASSATO L’IDEA SULLA SUA CANDIDATURA ALLE EUROPEE. FRATELLI D'ITALIA CHE NON SUPERA IL 30% CON LA LEADER IN CAMPO SAREBBE VISSUTO ALLA STREGUA DI UN CLAMOROSO FLOP