BOLLETTINIAMOCI! - OGGI 5.696 NUOVI CASI E 15 MORTI, CON 248.472 TAMPONI EFFETTUATI E IL TASSO DI POSITIVITÀ AL 2,3% - LE DOSI DI VACCINO SOMMINISTRATE SONO OLTRE 66,4 MILIONI, CON PIÙ DI 31 MILIONI DI CITTADINI CHE HANNO RICEVUTO IL RICHIAMO (IL 57,40% DELLA POPOLAZIONE OVER 12) – BRUSAFERRO DELL’ISS: “LA VACCINAZIONE COMPLETA RIDUCE DEL 95-97% LA PROBABILITÀ CHE SE CONTRAI L'INFEZIONE NECESSITI DI UN RICOVERO IN RIANIMAZIONE…”

-

Condividi questo articolo


Paola Caruso per www.corriere.it

 

bollettino 28 luglio 2021 bollettino 28 luglio 2021

Sono 5.696 i nuovi casi di coronavirus in Italia (ieri sono stati 4.522). Sale così ad almeno 4.330.739 il numero di persone che hanno contratto il virus Sars-CoV-2 (compresi guariti e morti) dall’inizio dell’epidemia. I decessi odierni sono 15 (ieri sono stati 24), per un totale di 128.010 vittime da febbraio 2020. Le persone guarite o dimesse sono complessivamente 4.128.568 e 1.827 quelle uscite oggi dall’incubo Covid (ieri 2.418). Gli attuali positivi — i soggetti che hanno il virus — risultano essere in tutto 74.161, pari a 3.851 in più rispetto a ieri (+2.074 il giorno prima).

tampone rapido tampone rapido

 

I tamponi e lo scenario

I tamponi totali (molecolari e antigenici) sono stati 248.472, ovvero 6.582 in più rispetto a ieri quando erano stati 241.890. Mentre il tasso di positività è 2,3% (l’approssimazione di 2,29%); ieri era 1,9%.

 

Più contagi in 24 ore rispetto a ieri. La curva non dovrebbe ancora essere al «picco settimanale» della sua altalena (la scorsa settimana il «picco» è stato raggiunto con di venerdì). Il trend resta il salita e lo si vede dal confronto con lo scorso mercoledì (21 luglio) — lo stesso giorno della settimana — quando sono stati registrati +4.259 casi con un tasso di positività dell'1,8%: oggi infatti ci sono più nuove infezioni del 21 luglio.

SILVIO BRUSAFERRO SILVIO BRUSAFERRO

 

«La quarta ondata dipende molto da noi— spiega Silvio Brusaferro, presidente dell'Istituto superiore di sanità, intervenendo al webinar L'Italia dei Vaccini —. Il virus continua a mutare e circolare e il controllo della diffusione dipenderà da due fattori: dalla capacità di vaccinare e dalla capacità di mantenere le precauzioni che possono rallentare la circolazione virale. La vaccinazione a ciclo completo riduce in maniera spettacolare il rischio di finire in terapia intensiva o di morte, parliamo di ridurre del 95-97% la probabilità che se contrai l'infezione necessiti di un ricovero in rianimazione».

 

Il sistema sanitario

VACCINI COVID 2 VACCINI COVID 2

Aumentano le degenze. I posti letto occupati nei reparti Covid ordinari sono +74 (ieri +99), per un totale di 1.685 ricoverati. I posti letto occupati in terapia intensiva (TI) sono -6 — si tratta del saldo tra le persone uscite e quelle entrate in TI — (ieri +7), portando il totale dei malati più gravi a 183, con 9 ingressi in rianimazione (ieri 16).

 

I vaccinati

Le dosi di vaccino somministrate sono oltre 66,4 milioni. I cittadini che hanno completato il ciclo vaccinale sono più di 31 milioni (57,40% della popolazione over 12).

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute