TUTTI ABBIAMO QUALCHE SCHELETRO NELL'ARMADIO, MA FANNO MENO SCHIFO DI QUESTE - L'INCREDIBILE FOTO DELLE BOTTIGLIETTE D'ACQUA RIEMPITE DI URINA DA UN GIUDICE DEL TRIBUNALE DI CATANIA E CONSERVATE NELL'ARMADIO DELL'UFFICIO (A GIUDICARE DAL COLORE, ERA UN PO' DISIDRATATO) - L'UOMO LO FACEVA PER NON DOVER ANDARE NEI BAGNI E MISCHIARSI CON I COLLEGHI, PER PAURA DEL COVID - MA È NORMALE CHE UNA PERSONA CON QUESTI DISAGI SIA CHIAMATA A GIUDICARE GLI ALTRI?

-

Condividi questo articolo


Da www.repubblica.it

 

le bottiglie di pipi del giudice a catania le bottiglie di pipi del giudice a catania

Le voci si sono rincorse per settimane nel Palazzo di giustizia di piazza Verga, a Catania, in concomitanza con l'arrivo in città dei nuovi funzionari dell’Ufficio per il processo. La ricerca spasmodica di uffici, stanze e scrivanie in cui allocare i nuovi 'addetti' ha creato una sorta di trasloco continuo che alla fine ha messo a nudo una verità  inaspettata e incredibile.

 

Dentro un armadio c'erano decine di bottiglie da mezzo litro piene di un liquido di colore giallastro, dal contenuto incerto. Il trasloco si ferma, iniziano le indagini che alla fine si concludono con una imbarazzante scoperta: quelle bottigliette erano piene di urina, di un giudice che nell'era della pandemia da Covid, temendo per il rischio di promiscuità dei bagni del tribunale, ne ha fatto una sorta di improprio water privato ed esclusivo.

 

tribunale di catania tribunale di catania

L'istruttoria va avanti, il giudice civile ammette e a sua volta apre un altro armadio, chiuso a chiave, con altre bottiglie. La notizia, riportata stamane dal quotidiano La Sicilia, non è confermata, ma neppure smentita dal presidente del tribunale di Catania, Francesco Mannino. Per il giudice sotto indagine, forse un provvedimento disciplinare, anche se è difficile ipotizzare il reato.

ARTICOLI CORRELATI

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

INTER, "JOYA" E DOLORI - MAROTTA FA PREOCCUPARE I TIFOSI SU DYBALA: "RAPPRESENTAVA UNA OPPORTUNITÀ, MA SIAMO A POSTO IN ATTACCO" - NONOSTANTE LO STALLO NELLA TRATTATIVA E L'INTERESSE DI DIVERSE SQUADRE, I NERAZZURRI RESTANO LA META PIÙ ACCREDITATA PER L'ARGENTINO (MA IL TEMPO STA FINENDO E DYBALA NON ASPETTERÀ IN ETERNO) - PRIMA DI FARE ALTRI COLPI IN ENTRATA, L'INTER DOVRÀ PIAZZARE GLI ESUBERI, COME SANCHEZ E PINAMONTI E CEDERE ALMENO UN BIG: IL PIÙ PROBABILE SKRINIAR, CON IL PSG CHE SAREBBE PRONTO AD AUMENTARE L'OFFERTA A 70 MILIONI…

cafonal

viaggi

salute