BUENAS NOCHES, CRISTINA! - BERGOGLIO HA GIÀ SCELTO IL SUO FAVORITO PER LA PRESIDENZA ARGENTINA: È DANIEL SCIOLI, GOVERNATORE DI BUENOS AIRES E UOMO SOLIDAMENTE “DE SINISTRA”

Non c’è solo l’attico di Bertone a impensierire il Santo Oadre: tra pochi mesi l’Argentina vota il suo nuovo presidente. Cristina Kirchner, mai amata da Bergoglio, punta su Sergio Massa, ex peronista diffidente. Ma il favorito è Scioli, ex campione di off-shore e fondatore di Coalicion Civica…

Condividi questo articolo


DAGOREPORT

daniel scioli e cristina kirchnerdaniel scioli e cristina kirchner

Non ci sono solo l'attico di Bertone e i soldi alla Lux di Bernabei a preoccupare papa Bergoglio. Da alcune settimane Francesco sta tenendo d'occhio la situazione politica dell'Argentina dove in autunno si voterà per la successione di Cristina Kirchner, la presidentessa al botulino,che governa da dicembre 2007 e non potrà partecipare alla competizione.

Per Bergoglio questo è un motivo di sollievo poiché anche i bambini che tirano al pallone sulle orme di Messi sanno che tra i due c'è una profonda antipatia. Nella gara alla successione i candidati sono tre. Il primo è Sergio Massa, ex-peronista dissidente che ha avuto un notevole successo alle ultime legislative. E' il preferito dalla Kirchner che ha bisogno di un uomo alla Casa Rosada in grado di coprire i peccati e gli affari commessi da lei e dal defunto marito Nestor.

daniel sciolidaniel scioli

Il secondo concorrente viene da una ricca famiglia di origini italiane e si chiama Mauricio Macri, un bel uomo,sposato e con tre figli, erede di un impero, che ha legato il suo nome alle fortune del Boca Junior ed è sindaco di Buenos Aires. La sua gestione della città è ammirata ed è stato tra i primi a telefonare in Vaticano quando è stato eletto il nuovo papa.

mauricio macrimauricio macri

Il favorito sembra però Daniel Scioli, 57 anni,ex-campione mondiale di off shore che ha la carica di Governatore di Buenos Aires. Non ha mai nascosto le sue simpatie per la sinistra più radicale e ha fondato la Coalicion Civica. Bergoglio, che in Argentina considerano ancora oggi un peronista di sinistra, sul nome di Scioli ha già fatto scendere una paterna benedizione.

 

sergio massasergio massa

 

Condividi questo articolo

politica

A CHI CONVIENE ANDARE A ELEZIONI ANTICIPATE? NON ALL'ITALIA MA AI LEADER DI PARTITO SI' - SALVINI POTREBBE FERMARE IL DECLINO DELLA LEGA E PURGARE LE LISTE ELETTORALI DEI GIORGETTIANI - GIORGIA MELONI HA IL VENTO IN POPPA E MIRA A INCASSARE IL DIVIDENDO - CONTE SOGNA DI "CONTIZZARE" IL M5S PIAZZANDO IN PARLAMENTO I SUOI FEDELISSIMI E VOTARE PER LETTA SIGNIFICHEREBBE FAR AFFONDARE I RENZIANI - UGO MAGRI: "TUTTI POTREBBERO ACCONTENTARSI DI UNA SCONFITTA E, IN QUALCHE CASO LIMITE, ADDIRITTURA DESIDERARLA PER MOTIVI CHE PUBBLICAMENTE NON SI POSSONO CONFESSARE"

"PER IL QUIRINALE BISOGNA DIALOGARE ANCHE CON LA DESTRA E LAVOREREMO PERCHÉ IL GOVERNO ARRIVI A SCADENZA NATURALE" - GIUSEPPE CONTE: "IL M5S SUBALTERNO AL PD? E' IL PD CHE HA ACCETTATO DI RIDURRE IL NUMERO DEI PARLAMENTARI E IL REDDITO DI CITTADINANZA. UN CAMPO LARGO PER IL CENTROSINISTRA? SE LO ALLARGHIAMO TROPPO DIVENTA UN CAMPO DI BATTAGLIA - PER LA LEGGE ELETTORALE PROPENDIAMO PER UN PROPORZIONALE CON UNA SOGLIA AL 5% - CON GRILLO CI SENTIAMO MOLTO SPESSO, I RAPPORTI SONO BUONI…"