INCREDIBILE! ALE-DANNO S’È MESSO A LAVORARE: “HO APERTO LA PARTITA IVA, DEVO GUADAGNARE. PRIMA PRENDEVO 5300 € ORA AL MASSIMO 1500”

“Forza Italia? Non ci penso nemmeno lontanamente. Il nuovo partito lo chiamerei Alleanza Popolare, no a nome Destra. Fini? lo sento e mi dice che se la sta godendo, ha una pensione d'oro. Marino in bici è roba da paesino svizzero. Come farà a telefonare?”… - -

Condividi questo articolo


La Zanzara su "Radio 24"

sindaco gianni alemanno sindaco gianni alemanno

Gianni Alemanno, ex sindaco di Roma, a La Zanzara su Radio 24. "Farò il libero professionista - dice Alemanno - devo anche lavorare un po' perché non posso campare facendo solo il consigliere comunale. Come sindaco prendevo 5300 euro e adesso 1500 con il massimo delle presenze". "Oggi ho aperto la partita Iva, sono entrato nel popolo delle partite Iva. Farò il consulente, sono ingegnere, qualcosa farò per guadagnare".

MARINO CADE IN BICICLETTA DAVANTI AL COLLEGIO ROMANOMARINO CADE IN BICICLETTA DAVANTI AL COLLEGIO ROMANO

"Forza Italia? No, non ci penso nemmeno lontanamente. Rispetto il progetto però Forza Italia esclude chi ha il mio percorso. Rimango nel centro destra e penso si possa fare un'alleanza con più partiti".

gianni alemannogianni alemanno

Come chiamerebbe un nuovo partito che riunisce tutta la desta, chiedono i conduttori Giuseppe Cruciani e David Parenzo?: "L'idea è creare qualcosa che riprenda eredità di Alleanza Nazionale, una specie di Cosa Tricolore. Si potrebbe scegliere Alleanza Popolare. E non metterei nel nome la parola Destra". "Fini? Si è chiamato fuori da qualsiasi cosa - dice ancora Alemanno - e sta scrivendo un libro. Qualche volta ci sentiamo per telefono ma parliamo di altro, anche di immersioni in mare. A me dice che è sereno e se la sta godendo. Faccio il pensionato d'oro, mi ha detto, ho un sacco di tempo libero".

"Marino? Non so come farà con la bicicletta. Quando ero sindaco ero talmente preso che continuavo a telefonare e a lavorare anche in macchina. Mi sembra un'operazione di immagine".

CRUCIANI E PARENZOCRUCIANI E PARENZO

"I vigili in bicicletta - dice Alemanno - Io ho istituito io e lui li ha trasformati nella sua scorta, fa un po' impressione vederlo con i vigili, sembra una cosa lenta da paesino svizzero più che da una capitale come Roma".

 

 

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

MELONI MARCI - DOMENICA 18 FEBBRAIO DAGOSPIA MEJO DEL MAGO OTELMA: UNICO ORGANO DI INFORMAZIONE A PREVEDERE LA DISFATTA SARDA! "FRA 7 GIORNI, LE REGIONALI IN SARDEGNA POTREBBERO RIVELARSI MOLTO SORPRENDENTI - L’ULTIMO SONDAGGIO RISERVATO È UNA DOCCIA GELATA PER I SOGNI DI GLORIA DI MELONI: TODDE SORPASSA TRUZZU, SINDACO DI CAGLIARI IMPOSTO DALLA DUCETTA IN CULO A SALVINI - SE TALI RILEVAZIONI DIVENTASSERO REALTÀ, IL CENTRODESTRA PERDEREBBE LA REGIONE SARDEGNA E PER MELONI SAREBBE LA PRIMA BRUCIANTE SCONFITTA. MENTRE PER PD-M5S IL SOGNO DI UNIRE LE FORZE POTREBBE DIVENTARE REALTÀ -. DOPO UN ANNO E MEZZO, LA LUNA DI MIELE E' FINITA? 

1968, IL “MIRACOLO” DEL TEATRO VIVENTE – “ODIO E AMORE”, LA BELLISSIMA E ANCORA ATTUALISSIMA POESIA DEL LIVING THEATRE, BALBETTATA DA DAGO IN ‘’ROMA SANTA E DANNATA’’, ACCENDE LA CURIOSITÀ DEI LETTORI – PER LA RAPPRESENTAZIONE DI ‘’PARADISE NOW’’ ALL'UNIVERSITÀ LA SAPIENZA DI ROMA, DAVANTI ALLA FACOLTÀ DI LEGGE, COVO DEI FASCISTI, LO SCONTRO ERA DATO PER SCONTATO. INVECE ACCADDE IL “MIRACOLO DELL’AMORE”: MENTRE JUDITH MALINA COMINCIÒ A DECLAMARE LA POESIA, I RAGAZZI DEL LIVING COMINCIARONO A FARE A MENO DEI LORO VESTITI… - VIDEO E TESTO INTEGRALE

DAGOREPORT - STATI DISUNITI D'AMERICA: NIKKI HALEY CONTINUA A ESSERE UMILIATA DA TRUMP MA NON SI FERMERÀ: HA DALLA SUA ANCORA MOLTI MILIONI DI FINANZIAMENTI (16,5 INCASSATI SOLO A GENNAIO) E I SUOI DONATORI VOGLIONO FARLA ARRIVARE ALLA CONVENTION PER VEDERE L'EFFETTO CHE FA. NON SIA MAI CHE ARRIVI UNA CONDANNA PER IL PUZZONE – TRUMP È TALMENTE DETESTATO CHE, SECONDO I DEM, GLI ELETTORI DELLA HALEY CONVERGEREBBERO SU BIDEN. E C’È CHI SI SPINGE ALLA FANTA-POLITICA: UN TICKET DI “SLEEPY JOE” CON NIKKI COME VICE…

FLASH! – MA CHE CI AZ-ZECCA L’AGRICOLTURA CON LA ZECCA DELLO STATO? LEGGETE IL BANDO PER IL NUOVO UFFICIO STAMPA DELLA ZECCA, GUIDATO DALL'ECLETTICO FRANCESCO SORO (GIA' CAPO DI GABINETTO DI MALAGÒ AL CONI, CON CUI È FINITA A STRACCI, POI PASSATO AL MISE SOTTO L’ALA PROTETTIVA DI GIORGETTI) - SORO CHIEDE, TRA I REQUISITI, OLTRE A LAUREA E  “CONSOLIDATA” ESPERIENZA NEI MEDIA, UNA DOTE INDISPENSABILE PER LA ZECCA: “RISULTERANNO SIGNIFICATIVE EVENTUALI ESPERIENZE RIFERITE ALLA FILIERA AGROALIMENTARE E VITIVINICOLA” - CHISSA' QUANTI CANDIDATI AVRANNO TALE COMPETENZA? AH, SAPERLO...