AVVISO PER I CESSI: ASTENERSI DAL PROCREARE, PLEASE! - UNA RAGAZZA PICCHIA LA MADRE. LA COLPA? “MI HAI FATTA BRUTTA!” - LA MADRE 65 ANNI SI PRESENTA AI CARABINIERI PORTANDO UN CERTIFICATO MEDICO CON 5 GIORNI DI PROGNOSI

I fatti si sono verificati nel ponente di Genova. I militari hanno avviato accertamenti denunciando a piede libero la figlia della donna, una trentasettenne genovese. Il reato: maltrattamenti in famiglia….

Condividi questo articolo

Da "La Stampa"

Ha picchiato e perseguitato la madre. Non è la storia di una violenza familiare dovuta a richieste non soddisfatte di denaro. Non è nemmeno l'epilogo di una particolare situazione di degrado. Dietro questa vicenda non ci sono né alcol né droghe. La colpa della donna è stata quella di «non averla messa al mondo troppo bella».

DONNA BRUTTADONNA BRUTTA

Ecco il motivo per cui un'anziana di 65 anni di Pegli è stata percossa dalla figlia. Nei giorni scorsi, dopo aver subito l'ennesima violenza, la 65enne si è fatta coraggio ed ha denunciato la figlia ai carabinieri della compagnia di Arenzano presentando un certificato medico con cinque giorni di prognosi.

DONNA BRUTTADONNA BRUTTA

Ai militari ha mostrato i segni delle botte e ha spiegato il motivo di tanto accanimento da parte della figlia nei suoi confronti: «Perché non mi hai fatto bella? Perché sono brutta». Poi, le spinte, gli schiaffi, i colpi.

DONNA BRUTTADONNA BRUTTA

I fatti si sono verificati nel ponente di Genova. I militari hanno avviato accertamenti denunciando a piede libero la figlia della donna, una trentasettenne genovese. Il reato: maltrattamenti in famiglia.

 

 

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute