GLI AUDACI COLPI DEI 'PINK PANTHERS' - FURTI SPETTACOLARI PER 200 MILIONI, ARRESTATO UN COMPONENTE DELLA BANDA DI ORIGINE BALCANICA COMPOSTA DA EX MILITARI ADDESTRATISSIMI - INSIEME A DUE COMPLICI, AL MOMENTO IRREPERIBILI, È CONSIDERATO IL RESPONSABILE DELLA RAPINA MESSA A SEGNO IN UNA GIOIELLERIA IN PIENO CENTRO A MILANO, IL 20 DICEMBRE SCORSO…

-

Condividi questo articolo


 

Emilio Randacio per la Stampa

 

pink panthers pink panthers

Hanno messo a segno colpi rocamboleschi in tutto il mondo. Gli investigatori stimano un bottino complessivo che si aggira addirittura sulla cifra iperbolica di 200 milioni di euro. L' interpol sospetta che sia una banda di origine balcanica composta da ex militari addestratissimi, conosciuta come i "pink panthers" e, ieri all' alba, uno dei suoi componenti è stato estradato dalla Svizzera in Italia dagli uomini della squadra Mobile di Milano.

 

Insieme a due complici, al momento irreperibili ma che sono comunque stati identificati, è considerato il responsabile della rapina messa a segno in pieno centro a Milano, il 20 dicembre scorso, nella gioielleria Paradiso Luxury di via Pontaccio.

 

Quel giorno, nel giro di 50 secondi, i tre sono riusciti a impadronirsi di orologi di pregio per un valore complessivo superiore ai 200 mila euro. L' ordine di carcerazione emesso dal gip di Milano Giuseppina Barbara, su richiesta del pm David Monti, riguarda un cittadino serbo del 1982.

pink panthers pink panthers

 

Il colpo a Milano Il 20 dicembre la banda era entrata in azione intorno alle 10.30 - dopo aver monitorato l' ingresso fin dall' apertura - nella gioielleria. Il trio prima di mettere a segno il piano aveva consumato in un bar vicino una grappa "per brindare al colpo", hanno spiegato ieri gli investigatori. Durante la rapina, però, uno dei banditi si è ferito alla mano, lasciando due gocce di sangue.

 

Se la visione di circa mille ore di immagini dei sistemi di videosorveglianza - di negozi, puntate su strade e in metropolitana- ha permesso di ricostruire la rapina e i due giorni precedenti quando il gruppo ha effettuato diversi sopralluoghi, è stata la traccia di sangue analizzata dalla Polizia scientifica che ha permesso di individuare con certezza i responsabili. Dalla traccia ematica, infatti, è stato possibile estrarre il Dna che, comparato con gli archivi dei profili internazionali, ha dato il riscontro sull' arrestato, Danilo Vucinic, 36enne originario di Belgrado.

pink panthers pink panthers

 

Quando è stato bloccato dalla polizia svizzera, aveva con sé un documento croato falso. L' arrestato è stato bloccato a Basilea, dove si trovava secondo gli investigatori, per pianificare un altro colpo. È stato fermato dalla polizia elvetica che alla fine di agosto ha dato esecuzione al mandato d' arresto europeo e, a seguito dell' estradizione, ieri i poliziotti della Squadra Mobile hanno eseguito l' ordinanza di custodia cautelare in un carcere milanese.

pink panthers pink panthers

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT - LA FESTA APPENA COMINCIATA È GIÀ FINITA? NO: MA LA SARDEGNA SARÀ L’INIZIO DELLA FINE SE LA DUCETTA NON SI FICCA NELLA TESTOLINA CHE LA POLITICA NON È “QUI COMANDO IO!” - GRAZIE A SU POPULU SARDU, IL CENTROSINISTRA UNITO HA PIÙ NUMERI DEL CENTRODESTRA A PEZZI - FINO A IERI, ALLE AVVISAGLIE DI SALVINI DI TOGLIERE L’APPOGGIO AL GOVERNO, LA MELONA GHIGNAVA MINACCIANDO DI RIPORTARE LA “NAZIONE” AL VOTO. E CON LA VITTORIA DI TRUZZU, AVREBBE CAPITALIZZATO LA SUA PREMIERSHIP DA EROE DEI DUE MONDI - CON LA DISFATTA SARDA E SALVINI AL MURO, DOVE VA “IO SO’ GIORGIA E VOI NON SIETE UN CAZZO”? - SENZA IL TERZO MANDATO, ZAIA PRONTO A SCENDERE DAL CARROCCIO E ADERIRE ALLA LIGA VENETA, LA LEGA SI SPACCA. PER LA DUCETTA INIZIANO GIORNI MOLTO, MOLTO DIFFICILI…

FLASH! – SABATO 24 FEBBRAIO I GIORNALI FILO-MELONIANI TUTTI IN SOLLUCCHERO PER LA NOTIZIA DELLA NUOVA VISITA DI GIORGIA MELONI ALLA CASA BIANCA, ENFATIZZANDO IL VIAGGIO DEL 1 MARZO DELLA DUCETTA NEGLI USA (“LIBERO”: “L’ITALIA PROTAGONISTA”; “IL MESSAGGERO”: “OGGI PATTO CON ZELENSKY. E POI VERTICE DA BIDEN”). MA ERANO I SOLITI SPECCHIETTI PER GLI ALLOCCONI, VISTO CHE SI TRATTA DI UNA PRASSI DEL G7: OGNI ANNO, IL PRIMO MINISTRO DEL PAESE CHE ASSUME LA PRESIDENZA, VA IN TOUR TRA LE CAPITALI DEI PAESI CHE FANNO PARTE DEL GRUPPO DEI 7. INFATTI, È GIÀ STATA IN GIAPPONE E IL 2 MARZO ANDRÀ IN CANADA...

MELONI MARCI - DOMENICA 18 FEBBRAIO DAGOSPIA MEJO DEL MAGO OTELMA: UNICO ORGANO DI INFORMAZIONE A PREVEDERE LA DISFATTA SARDA! "FRA 7 GIORNI, LE REGIONALI IN SARDEGNA POTREBBERO RIVELARSI MOLTO SORPRENDENTI - L’ULTIMO SONDAGGIO RISERVATO È UNA DOCCIA GELATA PER I SOGNI DI GLORIA DI MELONI: TODDE SORPASSA TRUZZU, SINDACO DI CAGLIARI IMPOSTO DALLA DUCETTA IN CULO A SALVINI - SE TALI RILEVAZIONI DIVENTASSERO REALTÀ, IL CENTRODESTRA PERDEREBBE LA REGIONE SARDEGNA E PER MELONI SAREBBE LA PRIMA BRUCIANTE SCONFITTA. MENTRE PER PD-M5S IL SOGNO DI UNIRE LE FORZE POTREBBE DIVENTARE REALTÀ -. DOPO UN ANNO E MEZZO, LA LUNA DI MIELE E' FINITA? 

1968, IL “MIRACOLO” DEL TEATRO VIVENTE – “ODIO E AMORE”, LA BELLISSIMA E ANCORA ATTUALISSIMA POESIA DEL LIVING THEATRE, BALBETTATA DA DAGO IN ‘’ROMA SANTA E DANNATA’’, ACCENDE LA CURIOSITÀ DEI LETTORI – PER LA RAPPRESENTAZIONE DI ‘’PARADISE NOW’’ ALL'UNIVERSITÀ LA SAPIENZA DI ROMA, DAVANTI ALLA FACOLTÀ DI LEGGE, COVO DEI FASCISTI, LO SCONTRO ERA DATO PER SCONTATO. INVECE ACCADDE IL “MIRACOLO DELL’AMORE”: MENTRE JUDITH MALINA COMINCIÒ A DECLAMARE LA POESIA, I RAGAZZI DEL LIVING COMINCIARONO A FARE A MENO DEI LORO VESTITI… - VIDEO E TESTO INTEGRALE