BOLLETTINIAMOCI - OGGI 15.746 NUOVI CASI E 331 MORTI, TASSO DI POSITIVITÀ IN RISALITA AL 6,2% (IERI ERA DEL 5,5%) CON 253.100 TAMPONI - AUMENTANO LE DEGENZE NEI REPARTI COVID, ORDINARI E INTENSIVI - LE DOSI DI VACCINO SOMMINISTRATE SONO OLTRE 12,8 MILIONI, GLI ITALIANI CHE HANNO RICEVUTO IL RICHIAMO SONO PIÙ DI 3,8 MILIONI

-

Condividi questo articolo


Da www.corriere.it

 

bollettino 11 aprile bollettino 11 aprile

Sono 15.746 i nuovi casi di coronavirus in Italia (ieri sono stati +17.567). Sale così ad almeno 3.769.814 il numero di persone che hanno contratto il virus Sars-CoV-2 (compresi guariti e morti) dall’inizio dell’epidemia. I decessi odierni sono 331 (ieri sono stati +344), per un totale di 114.254 vittime da febbraio 2020.

 

Mentre le persone guarite o dimesse sono 3.122.555 complessivamente: 15.486 quelle uscite oggi dall’incubo Covid (ieri +20.483). E gli attuali positivi — i soggetti che hanno il virus — risultano essere in tutto 533.005, pari a -80 rispetto a ieri (-3276 ).

 

tamponi a merano tamponi a merano

I tamponi

I tamponi totali (molecolari e antigenici) sono stati 253.100, mentre ieri erano 320.892. Il tasso di positività, in aumento, è pari al 6,2%: ieri era 5,5%.

 

terapie intensive terapie intensive

La pressione sul sistema sanitario

Aumentano le degenze nei reparti Covid, ordinari e intensivi. I posti letto occupati nei reparti Covid ordinari sono +27.251. I posti letto occupati in terapia intensiva (TI) sono +175 (ieri +32). Con 175 nuovi ingressi (la variazione dei posti letto occupati indica il saldo tra i pazienti usciti e quelli entrati nelle ultime 24 ore).

 

VACCINATI FUORI LISTA VACCINATI FUORI LISTA

I vaccinati

Le dosi di vaccino somministrate sono oltre 12,8 milioni. I cittadini che hanno ricevuto la seconda dose sono più di 3,8 milioni.

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

“PIO E AMEDEO SONO DUE MALEDUCATI, NON LI HO TIRATI SU IN MACCHINA PERCHÉ NON LI HO RICONOSCIUTI” – CECCHI PAONE SCATENATO A “LA ZANZARA”: “INCITANO ALLA MORTIFICAZIONE DI CHI NON HA STRUMENTI DI DIFESA. FROCIO E FINOCCHIO A ME NON FANNO IMPRESSIONE MA PER UN RAGAZZINO DI UN PAESINO SPERDUTO È UNA FERITA NELL’ANIMA” – “L’OMOFOBIA È COME L'ANTISEMITISMO, SALVINI E MELONI SONO DUE OMOFOBI, SONO LIBERTICIDI. HO APPENA RICEVUTO UN MESSAGGIO DA UN RAGAZZINO CHE MI DICE…”

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute