CI E' MANCATO UN PELO! – A AUSTIN, IN TEXAS, ALCUNE RAGAZZE RIMASTE INCASTRATE SULL’ORLO DI UNA DIGA CON LA BARCA SONO STATE SALVATE DA UN VOLO DI 11 METRI – I SOCCORRITORI ALLERTATI DA UN UOMO CHE STAVA PESCANDO INSIEME AL FRATELLO VICINO ALLA DIGA - LE DONNE NON HANNO RIPORTATO FERITE…  - VIDEO

-

Condividi questo articolo


DA www.video.lastampa.it

DONNE SALVATE DIGA TEXAS DONNE SALVATE DIGA TEXAS

 

I soccorritori di Austin, in Texas, hanno effettuato un audace salvataggio giovedì quando hanno salvato una barca che trasportava quattro donne a pochi secondi dal ribaltamento dall'alto di una diga.

 

Il capitano dell'EMS della contea di Austin-Travis, Darren Noak, ha dichiarato di aver ricevuto diverse chiamate al 911 da persone presenti nel tardo pomeriggio di giovedì.

DONNE SALVATE DIGA TEXAS DONNE SALVATE DIGA TEXAS

 

In una delle chiamate un uomo che stava pescando con suo fratello vicino alla diga ha visto la barca che penzolava sopra la diga e ha spiegato al numero d'emergenza: "C'è una barca che sta per superare la diga con delle persone all'interno, qualcuno agitava le mani da un lato della barca", probabilmente chiedendo aiuto.

 

Le quattro donne soccorse dall'EMS non hanno riportato ferite

 

Condividi questo articolo

media e tv

EMANUELE TREVI E CHIARA GAMBERALE SI SCOMODANO A SCRIVERE A DAGOSPIA PER DARCI DEI FASCISTI: “IN RIFERIMENTO AGLI ARTICOLI OLTRAGGIOSI E CRUDELI PUBBLICATI IN QUESTI GIORNI SUL VOSTRO SITO, NON ABBIAMO NULLA DA PENSARE CHE SIA RIFERIBILE PUBBLICAMENTE. QUELLO CHE CI TURBA DI PIÙ È L'ANONIMATO DI QUESTI SCRITTI, CHE CI RICORDA UNA PRATICA TIPICAMENTE FASCISTA” – DAGO-RISPOSTA: “SERVIAMO LA VERITÀ RIPORTANDO I FATTI E NON CONDANNIAMO PROPRIO NESSUNO PER GLI ERRORI, NEMMENO COLORO CHE HANNO LASCIATO SOLO LIBERO DE RIENZO SCOPRENDOSENE POI AMICI PER METTERE LA MUSERUOLA AGLI ALTRI E DARE LEZIONI DI GIORNALISMO E DI MORALE. E LO FANNO PERALTRO MANDANDO MESSAGGI CRIPTICI E FUMOSI, SENZA ALCUNA CONTESTAZIONE PUNTUALE…”

politica

business

LA SINISTRA RIPARTA DA MARGHERITA AGNELLI – “IL FATTO”: “ORMAI VA DETTO. LA MADRE DI JOHN, LAPO E GINEVRA ELKANN VA ANNOVERATA TRA LE EROINE DEL SOCIALISMO ITALIANO, TIPO ANNA KULISCIOFF O MARIA GOIA. A DIFFERENZA DELLE MADRINE DEL MOVIMENTO, MARGHERITA LAVORA DIETRO LE LINEE NEMICHE, DOVE, CON INCISIVE AZIONI DI SABOTAGGIO, PROVA A MOSTRARE AL PROLETARIATO DI CHE LACRIME GRONDI E DI CHE SANGUE IL POTERE CHE LO OPPRIME E QUALI SIANO I SENTIMENTI E LA MORALITÀ DI CUI SI NUTRONO LE BELLE FAMIGLIE DEL CAPITALISMO ITALIANO…”

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute