''SIAMO A 8 ANNI DAL PUNTO DI NON RITORNO''. L'ATTIVISTA DEL MALAUGURIO GRETA È A DAVOS, DOVE CAZZIA I LEADER PERCHÉ ''IL CAMBIAMENTO CLIMATICO È DIVENTATO UN TEMA CALDO MA NON È STATO FATTO NULLA. IO SONO MOLTO ASCOLTATA MA LE EMISSIONI NON SONO STATE RIDOTTE. INVECE GLI STATI DEVONO ARRIVARE A ZERO''. POI SI FA PRENDERE LA MANO AFFERMANDO DI NON AVERE SUFFICIENTE COPERTURA MEDIATICA: ''LE PERSONE MUOIONO MA I GIORNALI NON LO SCRIVONO''

-

Condividi questo articolo

ANSA

 

greta thunberg davos greta thunberg davos

"Nessuno se lo sarebbe aspettato, c'è una maggiore consapevolezza e il cambiamento climatico è diventato un tema 'caldo'. Ma da un altro punto di vista non è stato fatto nulla, le emissioni di Co2 non sono state ridotte ed è questo il nostro obiettivo". Lo ha detto la giovane attivista per il clima Greta Thunberg durante un panel al Forum economico mondiale. Greta ha promesso che "questo è solo l'inizio" e ha auspicato che "si inizi ad ascoltare la scienza e si inizi a considerare la crisi per quello che è".

 

Il Forum economico mondiale entra nel vivo, e fra i primi interventi di particolare rilievo c'è quello della baby-ambientalista Greta Thunberg, che già alle 8,30 di stamani interviene a un forum intitolato 'Forging a sustainable path towards a common future'. Il cinquantesimo compleanno di Davos avviene all'insegna del cambiamento climatico, con una partecipazione di attivisti senza precedenti.

 

greta thunberg davos greta thunberg davos

E la giovane svedese, arrivata ieri con una marcia da Landquart accompagnata da ambientalisti locali, è affiancata a Davos da una decina di 'teenage changemakers', coetanei impegnati sul fronte del clima. Non molto dopo, alle 11,30, sarà il presidente Usa Donald Trump, in arrivo dagli Usa a Zurigo e poi in trasferimento in elicottero, a rivolgersi all'audience globale di Davos con il suo 'special address'.

 

"Non posso certo lamentarmi di non essere ascoltata, vengo ascoltata in continuazione, ma la scienza e i giovani in generale non sono al centro del dibattito sul clima. Invece si tratta del nostro futuro e c'è bisogno di portare la scienza al centro della conversazione", ha aggiunto Greta durante un panel sul cambiamento climatico al Forum economico mondiale, affiancata da altri giovani attivisti.

 

"Le persone muoiono a causa del cambiamento climatico e anche una sola frazione di grado centigrado di riscaldamento è importante. Ma non credo di aver mai visto un solo media comunicarlo, so che non volete dirlo", ha affermato ancora Greta. "Ma io continuerò a ripeterlo finché voi non lo scriverete", ha avvertito Greta.

 

greta thunberg davos greta thunberg davos

"Il mondo deve arrivare all'obiettivo di zero emissioni il prima possibile, i Paesi devono arrivare all'obiettivo di zero emissioni molto più velocemente, e aiutare i paesi poveri a mettersi in linea" ha avvertito Greta. "Non credo che le persone siano interessate a sapere come gestisco gli haters. Invece voglio ricordare ancora una volta: secondo un rapporto dell'Ipcc del 2018, se si vuole una possibilità del 67% di limitare l'aumento medio della temperatura globale al di sotto di 1,5 gradi centigradi, al 1° gennaio 2018 c'era ancora un margine di circa 420 gigatonnellate di emissioni di diossido di carbonio.

 

Naturalmente il numero si è abbassato oggi, perché emettiamo circa 42 gigatonnellate l'anno. Agli attuali ritmi di emissioni, ci rimangono meno di otto anni" prima di mancare l'obiettivo. Questi numeri non sono né opinioni né politica, ma quanto di meglio offra la scienza".

 

Condividi questo articolo

politica

QUESTO REGIME SA DI BUFALA - XI ERA A CONOSCENZA DELL'EMERGENZA CORONAVIRUS GIÀ DAL 7 GENNAIO, A DISPETTO DEL PRIMO INTERVENTO UFFICIALE CHE INVECE RISALE AL 20 GENNAIO, QUANDO UNA SUA DIRETTIVA SOLLECITÒ I COMITATI DEL PARTITO COMUNISTA E I GOVERNI DI OGNI LIVELLO ''AD ADOTTARE MISURE ADEGUATE PER FRENARE LA DIFFUSIONE DELL'EPIDEMIA'' - L'AMMISSIONE INVOLONTARIA NELL'ULTIMO NUMERO DELLA RIVISTA DEL PARTITO COMUNISTA CINESE, CHE METTE IN FILA LE DATE. E CON LE SPALLE AL MURO IL PRESIDENTE