IL GOVERNO DEI MIGLIORABILI / 2 - CARLO SIBILIA CONFERMATO SOTTOSEGRETARIO ALL'INTERNO NONOSTANTE TUTTI I POST SUI SOCIAL CONTRO MARIO DRAGHI, POI CANCELLATI IN TUTTA FRETTA - GLI MANDÒ UN "VAFFA" NEL 2014, POI L'11 FEBBRAIO 2017 INVOCÒ LE MANETTE ("DRAGHI HA DATO IL VIA AL CRACK MPS. ANDREBBE ARRESTATO") - IN UN ALTRO TWEET, LO DEFINÌ UN "BANKSTER". E OGGI? "SONO CONTENTO CHE SI STIANO CREANDO LE CONDIZIONI PER POTER INTERLOQUIRE AL MEGLIO CON DRAGHI"

-

Condividi questo articolo


carlo sibilia carlo sibilia

Fabrizio Caccia per il "Corriere della Sera"

 

Già sottosegretario all' Interno del governo Conte 1 (gialloverde) e poi del Conte 2 (giallorosso), il deputato M5S Carlo Sibilia, 35 anni, di Avellino, ha ottenuto la riconferma pure nel governo di Mario Draghi. Resta al Viminale, malgrado i tanti post pubblicati in passato sui social contro l' ex presidente della Bce ma poi cancellati in tutta fretta.

 

carlo sibilia giuseppe conte carlo sibilia giuseppe conte

Gli rivolse perfino un «vaffa!» il 7 agosto del 2014. Poi l' 11 febbraio 2017 invocò addirittura le manette («Draghi ha dato il via al crack Mps. Andrebbe arrestato»), definendolo, in un altro tweet, un «bankster». Eppure lo stesso Sibilia - noto anche per ritenere «una farsa» lo sbarco sulla Luna - il giorno dopo che Mattarella conferì l' incarico a Draghi, disse così: «Sono contento che si stiano creando le condizioni per poter interloquire al meglio con Draghi per formare un governo politico». I tempi cambiano.

CARLO SIBILIA CONTRO MARIO DRAGHI CARLO SIBILIA CONTRO MARIO DRAGHI CARLO SIBILIA CARLO SIBILIA

 

Condividi questo articolo

politica

DRAGHI SBATTE CONTE AL MURO: CHIEDENDO LA FIDUCIA L'HA SCHIACCIATO IN UN CUL DE SAC: SE LA POCHETTE DICE NO ALLA RIFORMA CARTABIA, IL M5S DOVRÀ USCIRE DAL GOVERNO, ANDARE ALL'OPPOSIZIONE E ASSISTERE ALLA SCISSIONE DEI ''GOVERNISTI'', ALMENO IL 40% DEI PARLAMENTARI CAPEGGIATI DA DI MAIO, CHE NON VOGLIONO ABBANDONARE LA MAGGIORANZA - SE CONTE DICESSE SÌ ALLA RIFORMA, OLTRE A PERDERE LA FACCIA, POTREBBE RITROVARSI UNA SPACCATURA UGUALE E CONTRARIA NEL M5S: L'ADDIO DEI GRILLINI DURI E GRULLI SEGUACI  DI PATUANELLI, BONAFEDE, TRAVAGLIO, DI BATTISTA ETC. - COME FA SBAGLIA, ANZI SPACCA… E DIRE CHE A LUI E GUIDO ALPA DELLA RIFORMA FREGA POCHISSIMO: GLI INTERESSA RESTARE AL POTERE...

“DA DRAGHI PAROLE DI TERRORE” - MENTRE SALVINI CORRE A FARSI VACCINARE E SI FA FOTOGRAFARE CON IL GREEN PASS SUL TAVOLO ("MA NON È UNA RISPOSTA A DRAGHI"), GIORGIA MELONI RINTIGNA SU FACEBOOK: “È UN ANNO E MEZZO CHE A PAGARE SONO SEMPRE GLI STESSI: BAR, RISTORANTI, IL SETTORE DELLO SPORT E DELLA CULTURA”. CARA GIORGIA, PAGHEREBBERO ANCORA DI PIÙ SE FOSSERO COSTRETTI A RICHIUDERE. È PROPRIO A QUESTO CHE SERVE IL CERTIFICATO VERDE - POI IN SERATA ANNUNCIA: "MI VACCINO, NON SONO NO-VAX..."

"IO HO FATTO DUE DOSI, MA NON MI SENTIREI DI OBBLIGARE NESSUNO A FARLO, ANCHE IN CAMPIDOGLIO" - ECCONE UN ALTRO! ANCHE IL CANDIDATO DEL CENTRODESTRA A ROMA ENRICO MICHETTI FA IL PARACULO SUI VACCINI, IN PIAZZA CON LA MELONI - "LE NOMINE DELLA RAGGI AL TEATRO DELL'OPERA? A FINE MANDATO SI DOVREBBERO LASCIARE IN CAPO AL NUOVO SINDACO" - "L'EMERGENZA RIFIUTI È IL RISULTATO DI UNA BATTAGLIA POLITICA FRA CAMPIDOGLIO E REGIONE LAZIO CHE AVVIENE SULLA PELLE DEI CITTADINI DA TROPPO TEMPO" (E QUINDI LUI COSA HA INTENZIONE DI FARE?)