TERNA FA TOMBOLA - VIA LIBERA DELL’ASSEMBLEA DEI SOCI AL NUOVO TANDEM DI VERTICE RAPPRESENTATO DALLA PRESIDENTE VALENTINA BOSETTI E DALL’AD STEFANO DONNARUMMA (CHE LASCIA IL TIMONE DI ACEA ALL’ATTUALE CFO GIUSEPPE GOLA) IN SOSTITUZIONE DI LUIGI FERRARIS - MASSIMILIANO PAOLUCCI A CAPO DELLE RELAZIONI ESTERNE - OK ANCHE ALL'AMPLIAMENTO DEL BOARD: FABIO CORSICO IN RAPPRESENTANZA DI CDP..

-

Condividi questo articolo

MASSIMILIANO PAOLUCCI MASSIMILIANO PAOLUCCI

(ANSA) - Massimiliano Paolucci è il nuovo direttore relazioni esterne e sostenibilità del Gruppo Terna, a diretto riporto dell'amministratore delegato, Stefano Donnarumma.

 

Paolucci, 56 anni, si legge in una nota, è giornalista professionista e già direttore della comunicazione di Telecom Italia, Aiscat e Aeroporti di Roma, direttore relazioni media, opinion maker e mondo accademico del Gruppo Pirelli, direttore delle relazioni esterne e affari istituzionali del Gruppo Condotte e direttore delle relazioni esterne e comunicazione del Gruppo Acea.

 

TERNA: AL VIA IL NUOVO TANDEM DI VERTICE BOSETTI-DONNARUMMA

Celestina Dominelli per il Sole24 Ore

STEFANO DONNARUMMA STEFANO DONNARUMMA

 

Via libera dell’assemblea dei soci di Terna al nuovo tandem di vertice rappresentato dalla presidente Valentina Bosetti che ha preso il posto di Catia Bastioli e dall’ad Stefano Donnarumma (che lascerà il timone di Acea all’attuale cfo Giuseppe Gola) in sostituzione di Luigi Ferraris.

 

Dall’assise, che si è svolta secondo le prescrizioni dettate dal governo per l’emergenza coronavirus tramite l’intervento del solo rapresentante designato dalla società, è arrivato così il disco verde al rinnovo degli organi sociali, al bilancio 2019 e alla distribuzione della cedola 2019 da 24,9 cent per azione (di cui 8,42 cent già paganti in acconto a novembre), nonché a un piano di riacquisto di azioni proprie fino a un massimo di 10 milioni.

 

Via libera anche all’ampliamento del board (da 9 a 13 membri)

valentina bosetti valentina bosetti

Insieme all’ok per i risultati 2019 e il dividendo, gli azionisti (a essere rappresentato in assemblea era il 68% del capitale) hanno approvato anche la modifica proposta dall’azionista di maggioranza Cdp Reti che, presentando la sua lista nelle scorse settimane, aveva chiesto di mettere ai voti l’ampliamento del numero dei consiglieri, passati da 9 a 13.

 

fabio corsico giovanni malago fabrizio pacifici foto di bacco fabio corsico giovanni malago fabrizio pacifici foto di bacco

Accanto alla neo presidente Bosetti e al ceo Donnarumma (a valle dell’assemblea si è riunito il nuovo cda per l’attribuzione delle deleghe) sono stati così designati anche Alessandra Faella, Yunpeng He (indicato dal socio cinese di Cdp Reti, State Grid Corporation of China), Valentina Canalini, Ernesto Carbone, Giuseppe Ferri, Antonella Baldino e Fabio Corsico (in rappresentanza della Cassa), mentre le minoranze hanno designato Marco Giorgino, Gabriella Porcelli, Paola Giannotti e Jean-Michel Aubertin.

 

 

Ferraris: un onore guidare la società in questi tre anni

luigi ferraris terna luigi ferraris terna

Nel congedarsi dalla società, Ferraris ha ricordato innanzitutto i risultati conseguiti nell’ultimo triennio e l’andamento del titolo che ha chiuso il 2019, ha spiegato il ceo uscente, «a 5,954 euro/azione, con una performance annua del +20,2%. Il 6 novembre il titolo ha segnato il prezzo massimo dell'anno pari a 6,012 euro/azione.

 

Considerando sia la performance di Borsa che l’impatto dei dividendi pagati nell’anno, il titolo Terna ha garantito un ritorno totale per i propri azionisti (Total Shareholder's Return o Tsr) del 25,1%». Il top manager ha quindi rivolto un saluto alla società. «Mi preme innanzitutto sottolineare che è stato per me un onore guidare Terna in questi tre anni.

 

CATIA BASTIOLI CATIA BASTIOLI

Un triennio caratterizzato da una trasformazione epocale del settore energetico in Italia, in Europa e nel mondo, verso la completa decarbonizzazione e il pieno utilizzo delle fonti rinnovabili. In questo contesto, Terna esercita un ruolo centrale come abilitatore della transizione energetica in atto».

 

Bastioli: Terna è asset strategico fondamentale per il Paese

Sulla stessa falsariga anche l’intervento della presidente Bastioli che lascia dopo due mandati.

 

terna terna

«Terna è un asset strategico fondamentale per il Paese e per gli investitori, che grazie al lavoro fatto fin qui è pronta a dare un contributo rilevante in questo momento senza precedenti per la storia del nostro Paese e dell'umanità», ha detto l’imprenditrice per poi sottolineare che la società «è stata lungimirante nel cogliere da subito la sfida della evoluzione e crescita di resilienza della rete e delle infrastrutture energetiche nel contesto dinamico della transizione globale, per essere un driver del cambiamento nel sistema elettrico ed energetico del nostro Paese e dell'Europa».

donnarumma paolucci donnarumma paolucci

Luigi Ferraris e Catia Bastioli Luigi Ferraris e Catia Bastioli catia bastioli catia bastioli

MASSIMILIANO PAOLUCCI MASSIMILIANO PAOLUCCI

 

Condividi questo articolo

business

AL DIAVOLO IL ''CEO CAPITALISM''! - CALTAGIRONE E DEL VECCHIO VOGLIONO FARLA PAGARE CARA A DONNET PER L'INGRESSO DI GENERALI IN CATTOLICA CHE CONSIDERANO UN'OPERAZIONE SBAGLIATISSIMA CHE NON VALE 500 MILIONI - QUESTI MANAGER CHE SI SENTONO PADRONI, TUTTI CUCCIA IMMAGINARI, SONO ORMAI PROTAGONISTI IN TUTTE LE GRANDI AZIENDE PRIVATE E PUBBLICHE. MA I NOSTRI VECCHI CAPITALISTI (CHE CI METTONO I MILIONI) HANNO UN'IDEUZZA IN SERBO PER RISPEDIRE IL MANAGER DONNET IN CIMA ALLA TOUR EFFEIL: SALIRE AL 20% DI GENERALI (CON BENETTON) PER SUPERARE MEDIOBANCA E COMANDARE DAVVERO