LA BARBA IN FACCIA, LE PIGNE IN TESTA - FRANCESCO CHIOFALO (LENTICCHIO DI ''TEMPTATION ISLAND'') SI È SOTTOPOSTO A 12 ORE DI INTERVENTO DOLOROSISSIMO IN UNA CLINICA DI ISTANBUL (COVID? QUALE COVID?) PER FARSI TRAPIANTARE I CAPELLI DELLA NUCA SULLA FACCIA. IL POVERINO AVEVA IL GRANDE COMPLESSO DI NON AVERE ABBASTANZA PELI SUL VISO: ''CE L'AVEVANO PURE I PEGGIO COGLIONI E IO NO. E LA VOLEVO. ORA SARÒ SFIGURATO PER SETTIMANE''

-

Condividi questo articolo


 

 

Novella Toloni per www.ilgiornale.it

 

francesco chiofalo francesco chiofalo

Dodici ore di intervento in una clinica privata a Istanbul, il tutto per avere una barba tanto desiderata e mai avuta. Francesco Chiofalo torna a far parlare di sé e non per la sua storia d'amore con Antonella Fiordelisi.

 

Da settimane l'ex protagonista di Temptation Island aveva seminato indizi e lanciato indiscrezioni su una grossa operazione di chirurgia estetica alla quale si sarebbe dovuto sottoporre in questi giorni.

 

In molti avevano ipotizzato che si trattasse di un intervento al naso o ai denti. Mai nessuno dei suoi follower si sarebbe immaginato che Francesco Chiofalo si sarebbe ripresentato in video con la faccia tumefatta, il sangue sul volto e una nuova barba trapiantata pelo per pelo.

 

E invece Chiofalo, che già una volta era apparso su Instagram con le labbra gonfie e livide per colpa di una reazione allergica, c'è ricascato e si è mostrato nuovamente sui social spettacolarizzando quello che invece aveva detto di voler tenere privato almeno per qualche tempo: "Non voglio mostrarmi in video perché sarò sfigurato per alcune settimane ma è una cosa che volevo fare da tanto tempo e non mi pento".

francesco chiofalo trapianto di barba francesco chiofalo trapianto di barba

 

Subito dopo l'intervento chirurgico invece Francesco Chiofalo prima ha risposto alle domande curiose dei suoi seguaci nascondendo il volto con un filtro digitale, salvo poi mostrarsi con la faccia gonfia e sanguinante poche ore dopo. Con la voce affaticata per il dolore nel parlare, il personal trainer ha raccontato perché ha deciso di sottoporsi a un'operazione così particolare, nella quale i peli del volto vengono prelevati dal cuoio capelluto e impiantati su tutta la parte inferiore del viso. "Penso che vi stia prendendo un colpo anche a voi per come sono cambiato in peggio - ha raccontato nelle storie del suo profilo Instagram Francesco Chiofalo - ma lo accetto perché questo intervento l'ho voluto fare io e non mi devo vergognare di niente. Io non avevo la barba come tutti gli altri, ce l'avevano pure i peggio co***ni e io no e la volevo. Così me la sono fatta trapiantare. Non averla mi faceva stare male, come ce l'hanno tutti gli altri maschi anche io la volevo".

francesco chiofalo foto di bacco francesco chiofalo foto di bacco

 

Le sue storie, riprese da numerose pagine gossip di Instagram, hanno però suscitato l'ilarità del web e Chiofalo è finito dritto dritto nell'ennesima polemica: "Era meglio un trapianto di neuroni", "Ma chi te l'ha fatto fà!!! Soffrire così x la barba ma dai a Francè! Io ti seguo e mi fai spesso sorridere ma sta cazzata te la potevi risparmià", "Io ti consiglio un trapianto di cervello", "Questo è pazzo? C'è gente che non ha un pezzo di pane x mangiare e chi I soldi li butta x cazzate. Vergognoso...".

antonella fiordelisi francesca chiofalo foto di bacco (2) antonella fiordelisi francesca chiofalo foto di bacco (2) Francesco Chiofalo - Lenticchio Francesco Chiofalo - Lenticchio Francesco Chiofalo - Lenticchio Francesco Chiofalo - Lenticchio Francesco Chiofalo e Selvaggia Roma Francesco Chiofalo e Selvaggia Roma francesco chiofalo sulla sua ex selvaggia roma francesco chiofalo sulla sua ex selvaggia roma antonella fiordelisi francesca chiofalo foto di bacco (1) antonella fiordelisi francesca chiofalo foto di bacco (1)

 

 

Condividi questo articolo

media e tv

“DORMO CON LO STEREO ACCESO, DEDICO ALMENO OTTO ORE AL GIORNO ALL’ASCOLTO DELLA MUSICA” - QUANDO LUCIO DALLA RACCONTO’ COME NACQUE LA SUA PASSIONE PER LA MUSICA: “IL ‘REQUIEM’ DI MOZART RIAFFIORA NELLE MIE COMPOSIZIONI, COME FOSSE UN TRATTO GENETICO. SONO UN CONTAMINATORE: MESCOLO LA SINFONICA AL JAZZ E ALL’OPERA. IL MIO AMICO PAVAROTTI CONDIVIDEVA QUESTA BULIMIA MUSICALE: ASCOLTAVAMO DI TUTTO, CI SCAMBIAVAMO TITOLI. RICORDO LE LUNGHE DISCUSSIONI SULLA ‘TOSCA’, PER ME IL CAPOLAVORO ASSOLUTO DEL MELODRAMMA”

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute