COME IN PACE, COSI’ IN GUERRERA – DOPO LE USCITE DI RAMPINI E CUZZOCREA, MOLINARI RILANCIA: DAL 30 NOVEMBRE FRANCESCO GUERRERA SARA’ IL NUOVO VICEDIRETTORE DI "REPUBBLICA" - E’ UN NOME “FORTE” PERCHÈ HA FATTO IL CAPO DELLA FINANZA DEL FINANCIAL TIMES E PURE DEL WALL STREET JOURNAL A NEW YORK. IL 49ENNE REPORTER MILANESE ASSUMERA’ ANCHE LA DELEGA PER L'ECONOMIA...

-

Condividi questo articolo


Da repubblica.it

 

francesco guerrera francesco guerrera

Francesco Guerrera sarà vicedirettore di Repubblica. Lo ha annunciato il direttore Maurizio Molinari. Guerrera - a coronamento di una carriera internazionale nel giornalismo economico-finanziario (Financial Times, Wall Street Journal) - assumerà il nuovo incarico a partire dal 30 novembre, con delega all'economia. Nel suo curriculum 27 anni di esperienza maturati in Europa, Asia e America a documentare fatti economici di rilevanza internazionale, durante i quali ha contribuito a guidare l'evoluzione digitale delle testate più autorevoli del mondo, seguendone anche gli aspetti tecnologici, organizzativi e commerciali.

 

"La nostra redazione - ha detto il direttore Molinari - si arricchisce in modo strutturato del lavoro di un collega che per profilo, competenze e storia professionale consolida il percorso editoriale di Repubblica e ne conferma la coerenza e le ambizioni".

 

Francesco Guerrera ha 49 anni. Nato a Milano, dopo aver completato gli studi superiori a Roma si è trasferito a Londra a studiare alla City University dove ha conseguito la laurea in Giornalismo ed Economia. Da lì, ha iniziato a Londra una carriera internazionale da reporter specializzato in temi economico-finanziari per varie testate, tra cui il Financial Times.

francesco guerrera francesco guerrera

 

Proprio il quotidiano finanziario londinese lo sceglie come corrispondente prima da Bruxelles (per i temi su concorrenza e mercato unico) e poi da Hong Kong  (dal settore bancario alle fusioni e acquisizioni in tutta la regione, tra cui Cina, Corea del Sud, Giappone e Australia). Nel 2007 il FT lo nomina caporedattore e senior reporter finanziario negli Stati Uniti: dalla sede di New York guida un team di giornalisti seguendo da vicino le vicende legate alla crisi finanziaria del 2008, quali il crollo di Lehman Brothers e la risposta del sistema americano.

 

maurizio molinari foto di bacco (4) maurizio molinari foto di bacco (4)

Quattro anni dopo lascia il FT per assumere sempre a New York l'incarico di global finance editor per il Wall Street Journal: per l'importante quotidiano economico, Guerrera dirige la copertura delle notizie finanziarie e di mercato su carta stampata, online e per l'agenzia Dow Jones, gestendo un team globale di circa 300 giornalisti. Un'esperienza pluriennale a cui fanno seguito incarichi di responsabilità in Europa presso Politico, Barron's, dove ha guidato sia la parte giornalistica, sia lo sviluppo della strategia aziendale, e più recentemente Global Data, dove ha guidato 60 giornalisti impegnati a produrre notizie per 40 verticali di informazione specializzata. L'incarico di vicedirettore di Repubblica giunge dopo un anno e mezzo in cui Guerrera è stato editorialista. "Francesco sceglie il nostro giornale lasciando Londra - prosegue Molinari - nella nostra comunità era entrato con le sue puntuali analisi, le corrispondenze sui mercati finanziari e i temi dell'economia globale".

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

TRAVAGLIO DIXIT: CONTE VUOLE IL VOTO ANTICIPATO – PEPPINIELLO APPULO NON CONTROLLA I GRUPPI PARLAMENTARI E RISCHIA DI NON ARRIVARE AL 2023: È PER QUESTO CHE HA RIFIUTATO LA GENTILE OFFERTA DI LETTA, CHE GLI VOLEVA REGALARE IL SEGGIO DI GUALTIERI ALLA CAMERA – IL DIRETTORE DEL “FATTO” DA MESI SPINGE PER PRESERVARE L’AVVOCATO DI PADRE PIO SOTTO URNA. COSÌ CONTE SI TOGLIEREBBE DALLE PALLE L’ALA GOVERNISTA DEL MOVIMENTO CAPEGGIATA DA DI MAIO – C’È SOLO UN PROBLEMA: BISOGNA SPEDIRE DRAGHI AL COLLE…

business

cronache

sport

“LA DIVERSITÀ NON STA PIÙ TANTO NELLA CORSA MA NELLA QUALITÀ DEI GIOCATORI” – SCONCERTI: “GLI INGLESI SONO PIÙ BRAVI DEI NOSTRI. IL LIVERPOOL TROVA ARMONIE DI SQUADRA ANCHE QUANDO NON CORRE. SONO TUTTI FANTASISTI. NON SBAGLIANO MAI UN APPOGGIO. GIOCANO IN SOSTANZA UN ALTRO CALCIO” – “QUESTI CLUB CLASSICI HANNO GIOCATORI TROPPO DIVERSI E HANNO L'ABITUDINE A QUESTE PARTITE. NON A CASO L'INGHILTERRA PORTA AGLI OTTAVI QUATTRO SQUADRE SU QUATTRO E TUTTE AL PRIMO POSTO. LA SPAGNA NE HA PER ORA DUE SU DUE, LE ALTRE DUE GIOCANO OGGI…”

cafonal

CAFONALISSIMO – SARÀ PERCHÉ LA SERATA ERA SPONSORIZZATA DA ARMANI, SARÀ PERCHÉ (FORSE) ERA L’ULTIMA "PRIMA" DI MATTARELLA, FATTO STA CHE IERI ALLA SCALA NON SI SONO VISTE SMANDRAPPATE NÉ SIGNORE IN CERCA DI VISIBILITÀ CONCIATE COME ABAT-JOUR: LA PAROLA D'ORDINE ERA SOBRIETÀ - GLI UOMINI ERANO TUTTI IN SMOKING, LE DONNE AL MASSIMO HANNO OSATO UN VERDE SPERANZA. LA PELLICCIA DI MANUEL AGNELLI, CRISTINA MARINO SCOLLATISSIMA, BARBARA PALVIN  E GRETA FERRO CASTIGATE, CREMONINI CON LA MAMMA E LAURA MATTARELLA: I MIGLIORI E I PEGGIORI

viaggi

salute