“IO SEXY? A 85 ANNI HO UN OTTIMO RAPPORTO CON LO SPECCHIO. MA DI ME STESSO NON VOGLIO RACCONTARE NIENTE. L’ARTE È INVENZIONE, NON COMPENDIO” - IL CANTANTE E MUSICISTA PAOLO CONTE: “LA POLITICA? NON NE CAPISCO NULLA. LE FESTE DELL’UNITÀ CHE MI HANNO VISTO PROTAGONISTA IN PASSATO ERANO FREQUENTATE DA PERSONE COLTE E SIMPATICHE” – “OGGI TRASCORRO LE MIE GIORNATE DIPINGENDO, DISEGNANDO, QUASI SOGNANDO” - VIDEO

-

Condividi questo articolo


 

Raffaella Oliva per milano.corriere.it

paolo conte paolo conte

 

«Torno ancora volentieri sul palco per incontrare i miei musicisti e il mio pubblico: questione di amicizia». Paolo Conte parla così del tour che oggi e domani lo porterà agli Arcimboldi, dove, sulla scia del nuovo album «Live at Venaria Reale», proporrà brani come «Via con me», «Gli impermeabili», «Aguaplano». 

 

E l’inedito del disco, «El Greco», dedicato al pittore cretese, maestro del Rinascimento spagnolo, Domínikos Theotokópoulos. «Mi piacciono le sue figure allungate e sparate verso l’alto, i toni metallici della sua tavolozza. Nella canzone alludo anche all’avvenuto transito di folklore nomade, quello degli zingari gitani, dall’Est all’Ovest latino: Spagna, Portogallo, addirittura Sudamerica. Discorso che vale prima di tutto per la musica, ma anche per la pittura».

Compositore per Caselli e Celentano

paolo conte, via con me paolo conte, via con me

Lo sa bene, lui, ex avvocato che ama disegnare, leggere gialli, risolvere e inventarsi rebus e crittografie, avvicinatosi al mondo della canzone negli anni 60 componendo per altri. Sua la musica di successi quali «Insieme a te non ci sto più» (Caterina Caselli) e «Azzurro» (Celentano). Fu il produttore Italo Greco, nel ’74, a convincerlo a diventare interprete dei suoi pezzi. È così che sono nate «La Topolino amaranto», «Sotto le stelle del jazz», «Gelato al limon»: dal gusto per le piccole storie in grado di esprimere un’epica, per una ricerca compositiva rigorosa tradottasi in un mix di jazz, swing, melodia e suggestioni esotiche che lo ha reso una star in Italia come in Francia. Ma il carattere è rimasto schivo. «Ho sempre lavorato per difendere l’identità delle mie canzoni, di me stesso non voglio raccontare niente: l’arte è invenzione, non compendio».
 

PAOLO CONTE ROBERTO BENIGNI PAOLO CONTE ROBERTO BENIGNI

«Ho un ottimo rapporto con lo specchio»

È il Conte-pensiero, lo stesso che gli fa dire: «La mania di lanciare “messaggi”, tanto più se politici, non mi ha mai interessato; di politica non capisco niente». E se gli chiedi delle Feste dell’Unità che lo hanno visto protagonista in passato, risponde serafico: «Erano frequentate da persone colte e simpatiche». C’è chi lo ha definito burbero, chi sornione, chi misterioso e sexy.

 

All’età di 85 anni, lui ironizza: «Con lo specchio ho un ottimo rapporto, posso fare tutte le smorfie che voglio». A Milano lo lega la stima per Enzo Jannacci, che incise le sue «Bartali», «Sudamerica», «Mexico e nuvole». «Ho sempre avuto una predilezione per lui, e la percezione che il miglior italiano si scriva, probabilmente, in Lombardia. In Jannacci trovo la mistura tra una carezza antica, anche in musica, e l’improvviso scatto di astrazioni tutte sue. “L’avvenire è un buco nero in fondo al tram”, “anche da lontano si vede, che non mi vuoi più bene” e tante altre invenzioni. Uno dei suoi brani che preferisco è “El me indiriss”». Poi c’è «la malinconia per il tempo andato, gli amici scomparsi, per quell’impalpabile bilanciamento tra il voler ricordare e il non ricordare».

paolo conte in una scena del film di giorgio verdelli paolo conte in una scena del film di giorgio verdelli

 

Pigrizia e ozio

Di recente ha confidato di aver perso la voglia di comporre. «Non sarebbe la prima volta che mi metto a riposo, ma non ne soffro, anzi. Ho sempre lavorato. Pigrizia e ozio, che non mi appartengono, mi sono, però, simpatici. Oggi trascorro le mie giornate dipingendo, disegnando, “quasi sognando”, come El Greco».

 

MINA PAOLO CONTE MINA PAOLO CONTE PAOLO CONTE MOCAMBO PAOLO CONTE MOCAMBO paolo conte caterina caselli paolo conte caterina caselli paolo conte con la moglie egle paolo conte con la moglie egle cover di alcuni dischi di paolo conte cover di alcuni dischi di paolo conte paolo conte paolo conte paolo conte 5 paolo conte 5 paolo conte e la moglie egle paolo conte e la moglie egle paolo conte 12 paolo conte 12 PAOLO CONTE PAOLO CONTE paolo conte 2 paolo conte 2 paolo conte paolo conte paolo conte paolo conte PAOLO CONTE PAOLO CONTE paolo conte paolo conte paolo conte caterina caselli 1 paolo conte caterina caselli 1

 

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

DAGOREPORT! DOMANI  SALTA IL GOVERNO DRAGHI? PROBABILE, PROBABILISSIMO, ANZI NO - L’INCONTRO A CORTONA TRA LETTA E CONTE È STATO “TRANCHANT”, VALE A DIRE DURISSIMO.  NON SOLO, COME RIPORTANO I GIORNALI DI OGGI, "SE M5S ROMPE CON IL GOVERNO, STOP ALL'ALLEANZA CON IL PD NEL 2023". AL CONTE FURIOSO, ENRICHETTO HA FATTO PRESENTE CHE LA SUA IDEA, IN CASO DI STRAPPO E DIMISSIONI DI DRAGHI, DI PROSEGUIRE CON UN GOVERNO TECNICO A GUIDA DANIELE FRANCO - COSA CHE PERMETTEREBBE AI PENTASTELLATI DI SCAVALCARE SETTEMBRE E INTASCARE L’AGOGNATO VITALIZIO – È SOLO UN SUO PIO DESIDERIO - ANCHE SE MATTARELLA NON HA ALCUNA INTENZIONE DI SCIOGLIERE IL PARLAMENTO, SARÀ IL PD A NON ACCETTARE UN GOVERNO CON APPOGGIO ESTERNO DEI GRILLINI NÉ UN ESECUTIVO TECNICO. A QUEL PUNTO, IL PD CHIEDERÀ SUBITO IL VOTO POLITICO ANTICIPATO

business

cronache

sport

cafonal

SKATE YOUR LIFE! ''CHI FA SKATE NON MANIFESTA, MA SI MANIFESTA'' - DAGO IRROMPE AL “WORLD STREET SKATEBOARDING” DI ROMA CON LA SUA LECTIOSULLA CULTURA SKATE: "RAGAZZI CHE HANNO TROVATO IN UN MOVIMENTO CHE TI STACCA DALLA TERRA IL LORO LEGAME. UN "PARADISO PEDESTRE" DI COLPI D'ANCA, GINOCCHIA ROTTE, TESTE SPACCATE, FUORI DAL QUALE IL TEMPO, LA SOCIETÀ, IL DESTINO, POSSONO TENDERE I LORO LEGITTIMI AGGUATI E LA VITA RITIRARE LE SUE PROMESSE" – DOMENICA GRAN SBALLO FINALE CON DAGO DJ - FOTO + VIDEO

viaggi

salute