CON TELE-MELONI GODE SOLO PIER SILVIO BERLUSCONI – MFE HA CHIUSO IL PRIMO TRIMESTRE CON NUMERI DA RECORD: TRA GENNAIO E MARZO I RICAVI SONO IN CRESCITA DELL'8,2% A 699,8 MILIONI, UN UTILE IN AUMENTO DEL 66,5% A 16,8 MILIONI E UNA CASSA IN AUMENTO DEL 34% A 213 MILIONI. LA PUBBLICITÀ È SALITA DEL 6,3% A 669,4 MILIONI - LA RAI NEL 2023 HA GIÀ PERSO LA LEADERSHIP SULL'AUDIENCE DELLE 24 ORE, MA ORA RISCHIA IL SORPASSO ANCHE IN PRIME TIME…

-

Condividi questo articolo


Estratto dell’articolo di Sara Bennewitz per "la Repubblica"

 

pier silvio berlusconi in collegamento con la serata ricordo per maurizio costanzo 1 pier silvio berlusconi in collegamento con la serata ricordo per maurizio costanzo 1

Mfe chiude un primo trimestre migliore delle attese, conferma cinque mesi di raccolta in forte crescita e vede rosa per il 2024. Dati da record, con le tv italiane di Mediaset che spopolano sia sugli ascolti chi in termini di fatturato (+6,3% la raccolta fino ad aprile) e con una Rai che investe molto sui contenuti originali, ma fatica a stare al passo sui giovani (nel target più redditizio tra 15 e 64 anni, Mfe ha il 40,3% di share nel giorno), sia sul tasso Grp che misura l'efficacia di una campagna, dove le tv di Cologno (il 57,2% nel 2023) rendono quasi il triplo di quelle della Rai (18,5% nel 2023).

 

RAI MEDIASET RAI MEDIASET

Merito anche del nuovo palinsesto voluto da Pier Silvio Berlusconi, fatto di nuovi contenuti originali del gruppo come Io canto (con pochi sconti e senza diritti milionari) e che strizza l'occhio a un nuovo pubblico, come quello di Bianca Berlinguer su Rete 4. Tra gennaio e marzo Mfe ha realizzato ricavi in crescita dell'8,2% a 699,8 milioni, un utile in aumento del 66,5% a 16,8 milioni e una cassa in aumento del 34% a 213 milioni, risultati record che ha ridotto l'indebitamento di fine marzo a 676,9 milioni (dai 902,8 milioni di fine 2023).

antenne mediaset ei towers antenne mediaset ei towers

 

La pubblicità tra gennaio e marzo è salita del 6,3% a 669,4 milioni (di cui in Italia +5,7% a 489,2 milioni e in Spagna +8% a 180,2 milioni), migliorando in aprile e portando i primi quattro mesi a salire del 7,1% (di cui in Italia +6,3% e in Spagna +9,3%). Un trend che per Mfe «sembra perdurare anche nei primi 5 mesi dell'anno» e che porta il gruppo a confermare l'obiettivo di un 2024 «con un risultato operativo, un risultato netto e una generazione di cassa decisamente positivi».

pier silvio berlusconi pier silvio berlusconi

 

[…] Le reti pubbliche che nel 2023 hanno perso la leadership sull'audience delle 24 ore, battono Mfe solo nella fascia oraria tra le 20.30 e le 23,30: escludendo il programma di Amadeus delle 20,30 e partendo dalle 21.30 alle 23.30, tra il 20 aprile e il 20 maggio lo share di Canale 5 (17%) avrebbe infatti già superato Rai (16,8%).

pier silvio berlusconi - mediaset pier silvio berlusconi - mediaset pier silvio berlusconi ai palinsesti mediaset 2018 pier silvio berlusconi ai palinsesti mediaset 2018 MEDIASET MEDIASET pier silvio berlusconi pier silvio berlusconi pier silvio berlusconi - mediaset pier silvio berlusconi - mediaset torri mediaset torri mediaset pier silvio berlusconi in collegamento con la serata ricordo per maurizio costanzo 2 pier silvio berlusconi in collegamento con la serata ricordo per maurizio costanzo 2 PIER SILVIO BERLUSCONI E GIORGIA MELONI - FUNERALI DI SILVIO BERLUSCONI PIER SILVIO BERLUSCONI E GIORGIA MELONI - FUNERALI DI SILVIO BERLUSCONI pier silvio berlusconi pier silvio berlusconi pier silvio berlusconi pier silvio berlusconi pier silvio berlusconi pier silvio berlusconi pier silvio berlusconi pier silvio berlusconi messaggio di auguri di natale di pier silvio berlusconi sulle reti mediaset messaggio di auguri di natale di pier silvio berlusconi sulle reti mediaset SILVIO E PIER SILVIO BERLUSCONI SILVIO E PIER SILVIO BERLUSCONI pier silvio berlusconi pier silvio berlusconi

[…]

piersilvio berlusconi piersilvio berlusconi

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DOVE ABBIAMO GIÀ VISTO LA VERSIONE SPECIALE DELLA FIAT 500 CON CUI GIORGIA MELONI È ARRIVATA SUL PRATO DI BORGO EGNAZIA? È UN MODELLO SPECIALE REALIZZATO DA LAPO ELKANN E BRANDIZZATO “GARAGE ITALIA”. LA PREMIER L’HA USATA MA HA RIMOSSO IL MARCHIO FIAT – A BORDO, INSIEME ALLA DUCETTA, L’INSEPARABILE PATRIZIA SCURTI E IL DI LEI MARITO, NONCHÉ CAPOSCORTA DELLA PREMIER – IL POST DI LAPO: “È UN PIACERE VEDERE IL NOSTRO PRIMO MINISTRO SULLA FIAT 500 SPIAGGINA GARAGE ITALIA DA ME CREATA...”

SCURTI, LA SCORTA DI GIORGIA - SEMPRE "A PROTEZIONE" DELLA MELONI, PATRIZIA SCURTI GIGANTEGGIA PERSINO AL G7 DOVE È...ADDETTA AL PENNARELLO - LA SEGRETARIA PERSONALE DELLA DUCETTA (LE DUE SI ASSOMIGLIANO SEMPRE DI PIU' NEI LINEAMENTI E NEL LOOK) ERA L’UNICA VICINA AL PALCO: AVEVA L'INGRATO COMPITO DI FAR FIRMARE A BIDEN & FRIENDS IL LOGO DEL SUMMIT - IL SOLO CHE LE HA RIVOLTO UN SALUTO, E NON L'HA SCAMBIATA PER UNA HOSTESS, È STATO QUEL GAGA'-COCCODE' DI EMMANUEL MACRON, E LEI HA RICAMBIATO GONGOLANDO – IL SELFIE DELLA DUCETTA CON I FOTOGRAFI: “VI TAGGO TUTTI E FAMO IL POST PIU'…” - VIDEO

LA SORA GIORGIA DOVRÀ FARE PIPPA: SULL'ABORTO MACRON E BIDEN NON HANNO INTENZIONE DI FARE PASSI INDIETRO. IL TOYBOY DELL'ELISEO HA INSERITO IL DIRITTO ALL'INTERRUZIONE DI GRAVIDANZA IN COSTITUZIONE, E "SLEEPY JOE" SI GIOCA LA RIELEZIONE CON IL VOTO DELLE DONNE - IL PASTROCCHIO DELLA SHERPA BELLONI, CHE HA FATTO SCOMPARIRE DALLA BOZZA DELLA DICHIARAZIONE FINALE DEL G7 LA PAROLA "ABORTO", FACENDO UN PASSO INDIETRO RISPETTO AL SUMMIT DEL 2023 IN GIAPPONE, È DIVENTATO UN CASO DIPLOMATICO - FONTI ITALIANE PARLANO DI “UN DISPETTO COSTRUITO AD ARTE DA PARIGI ”

DAGOREPORT! GIORGIA MELONI È NERVOSA: GLI OCCHI DEL MONDO SONO PUNTATI SU DI LEI PER IL G7 A BORGO EGNAZIA. SUL TAVOLO DOSSIER SCOTTANTI, A PARTIRE DALL’UTILIZZO DEGLI ASSET RUSSI CONGELATI PER FINANZIARE L’UCRAINA - MINA VAGANTE PAPA FRANCESCO, ORMAI A BRIGLIE SCIOLTE – DOPO IL G7, CENA INFORMALE A BRUXELLES TRA I LEADER PER LE EURONOMINE: LA DUCETTA ARRIVA DA UNA POSIZIONE DI FORZA, MA UNA PARTE DEL PPE NON VUOLE IL SUO INGRESSO IN  MAGGIORANZA - LA SPACCATURA TRA I POPOLARI TEDESCHI: C'È CHI GUARDA A DESTRA (WEBER-MERZ) E CHI INORRIDISCE ALL'IDEA (IL BAVARESE MARKUS SODER) - IL PD SOGNA UN SOCIALISTA ITALIANO ALLA GUIDA DEL CONSIGLIO EUROPEO: LETTA O GENTILONI? - CAOS IN FRANCIA: MACRON IN GUERRA CON LE PEN MA I GOLLISTI FLIRTANO CON LA VALCHIRIA MARINE