LA “ZANZARA” PUNGE ODIFREDDI - UN FINTO BERGOGLIO LO CHIAMA E L’ATEO MATEMATICO SCODINZOLA: “MI ALZO IN PIEDI PER RISPETTO E VENGO A MESSA CON LEI. VUOLE FARE LA PREFAZIONE AL MIO NUOVO LIBRO?”.

Odifreddi fa la figura del beota al telefono con un finto Papa che gli chiede lumi sulle dichiarazioni sull’Olocausto: “Non devo difendermi da queste cose, ma mi fa piacere che si sia preoccupato della cosa. Mi piacerebbe parlarne di persona. Sarò anch’io alla messa in Santa Marta del 25 ottobre, vuole che ci vediamo dopo?”…

Condividi questo articolo

Comunicato stampa da "Radio 24"

LUCIANO DE CRESCENZO PIERGIORGIO ODIFREDDILUCIANO DE CRESCENZO PIERGIORGIO ODIFREDDI

A la Zanzara su Radio 24 un finto Papa Francesco beffa Piergiorgio Odifreddi, il matematico al centro di una polemica per alcune sue dichiarazioni sull'Olocausto. "Mi alzo in piedi, come forma di rispetto...", dice Odifreddi quando sente la voce del "finto" Papa Francesco.

cruciani sgarbi xcruciani sgarbi x

"Ho letto quello che ha detto sull'Olocausto...", dice "Francesco". E Odifreddi risponde: "Ma è un completo fraintendimento, non ho assolutamente nessuna intenzione di negare né l'Olocausto, né le camere a gas. Invece ho detto semplicemente qualche cosa sulla verità. La verità storica è diversa dalla verità matematica, ma purtroppo queste cose sul blog sono troppo sofisticate per poterle capire quindi è stato un errore voler parlare di queste cose in un ambiente che non è adatto...".

DAVID PARENZODAVID PARENZO cruciani xcruciani x

"Non devo difendermi da queste cose - aggiunge Odifreddi - mi fa piacere che si sia preoccupato della cosa...". "Mi piacerebbe parlarne di persona...", dice ancora il finto Francesco. "Sarò anch'io alla messa in Santa Marta del 25 ottobre, vuole che ci vediamo dopo?", dice Odifreddi. "Le faccio avere le bozze del libro che esce ai primi di novembre - aggiunge - e lei è l'unico che può fare la prefazione. Chi potrebbe fare la prefazione a un libro con la lettera di Ratzinger se non un altro Papa".

PAPA BERGOGLIO CON IL ROSARIO COME ORECCHINOPAPA BERGOGLIO CON IL ROSARIO COME ORECCHINO

 

 

Condividi questo articolo

media e tv

LA PESTE NUOVA – L’OMAGGIO “EROICOMICO” ALLA “PESTE” DI ALBERT CAMUS DI FULVIO ABBATE È PIÙ ATTUALE CHE MAI: IL PROTAGONISTA DEL SUO ULTIMO LIBRO “LA PESTE NUOVA” È UN INVENTORE DI BARZELLETTE CHE SI MUOVE IN UNA CITTÀ SOSPESA DOVE IMPERVERSA UN VIRUS SCONOSCIUTO. IL CALDO OPPRIMENTE SI MESCOLA AL TAPPETO SONORO DELLE SIRENE DELLE AMBULANZE E L’ANDIRIVIENI DELLE CAMIONETTE DEL GENIO MILITARE – IN QUESTO SCENARIO IL PROTAGONISTA FINISCE PER ABBANDONARSI AL DISINCANTO…

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute