FACCIAMO I CONTI: IL TUO CONTO E' MIO! - ELENA ALTOBELLI, DIRETTRICE DI UNA FILIALE DELLE POSTE DI LUOGOSANTO, NEL NORD DELLA SARDEGNA, SI È FREGATA UN MILIONE DI EURO DAI CONTI CORRENTI DEI CORRENTISTI - NEL 2016 UNA FAMIGLIA STAVA PER PARTIRE PER LE VACANZE QUANDO SI E' ACCORTA CHE SUL CONTO ERANO RIMASTI POCHI SPICCIOLI. LA DONNA È STATA CONDANNATA A SETTE ANNI...

-

Condividi questo articolo


ELENA ALTOBELLI ELENA ALTOBELLI

(ANSA) - Sette anni di reclusione più la confisca dei beni personali: è la sentenza di condanna che oggi i giudici del tribunale di Tempio Pausania hanno inflitto ad Elena Altobelli, 56 anni, cagliaritana, ex direttrice dell'ufficio postale di Luogosanto, in Gallura, accusata di peculato, appropriazione indebita e truffa per essersi intascata i risparmi di decine di clienti, molti dei quali pensionati, tramite un sistema da lei stessa messo in piedi che prevedeva il mancato rinnovo dei buoni fruttiferi delle Poste.

 

L'indagine che portò agli arresti domiciliari dell'imputata era partita nell'estate del 2016 quando una famiglia con un conto aperto nell'ufficio di Luogosanto si era presentata allo sportello per prelevare una grossa somma di denaro. E qui l'amara scoperta: sul conto c'erano solo pochi spiccioli, migliaia di euro si erano volatilizzati. Da qui la prima denuncia ai carabinieri, a cui sono seguite decine di segnalazioni di persone che, ignare delle operazioni illecite dell'allora direttrice, si sono ritrovati senza denaro sui loro conti.

 

POSTE ITALIANE POSTE ITALIANE

Le indagini coinvolsero anche la Guardia di Finanza. Elena Altobelli, stando a quanto ricostruito dagli inquirenti, sarebbe entrata in possesso di circa un milione di euro in un lasso di tempo che va dal 2002 al 2016, quando venne rimossa dall'incarico di funzionaria. L'ex direttrice infedele usava il suo rapporto di conoscenza e confidenza con i clienti delle Poste per eseguire dei passaggi di denaro da un conto all'altro, all'insaputa dei correntisti, creando così grossi ammanchi.

 

"Dobbiamo leggere il dispositivo e le motivazioni e poi faremo le nostre valutazioni", è il commento dell'avvocato difensore Massimo Puddu, del foro di Cagliari, subito dopo la sentenza di condanna.

POSTE ITALIANE POSTE ITALIANE

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT - NON HA VINTO FRATELLI D’ITALIA, HA STRAVINTO LA MELONA. LA CAMPAGNA ELETTORALE L’HA FATTA SOLO LEI, COL SUO PIGLIO COATTO E COL SUO MODO KITSCH DI APPARIRE TRA BANCHI DI CILIEGIE E CORRENDO CON I BERSAGLIERI. UNA NARRAZIONE RINFORZATA DALLO SVENTOLIO DEL TRICOLORE NEL MONDO: AHO', CON GIORGIA LA ''NAZIONE'' (NON IL PAESE) CONTA - CHI DICE CHE ELLY SCHLEIN HA VINTO, SPARA UNA CAZZATA. GLI ELETTI DEM SONO IN GRAN PARTE RIFORMISTI, LONTANI DALLE SUPERCAZZOLE DELLA MULTIGENDER CON TRE PASSAPORTI - SEPPELLITO RDC, A BAGNOMARIA IL SUPERBONUS, IL PAVONE CONTE E' STATO SPENNATO. I GRILLINI NON SI IDENTIFICANO NEI CONTIANI IN SALSA CASALINO E/O IN MODALITÀ TRAVAGLIO - LA SORPRESA AVS NON VA ACCREDITATA UNICAMENTE ALLA SALIS: IL BUM È AVVENUTO GRAZIE A UNA TRASMIGRAZIONE DI VOTI DA ELETTORI 5STELLE CHE NON SE LA SENTIVANO DI VOTARE PD - SALVINI: L’UNICO FATTORE CHE PUÒ MANTENERE IN PIEDI LA SUA LEADERSHIP È L’AUTONOMIA - DA QUI AL 2027, LA DUCETTA AVRÀ TRE GATTE DA PELARE: PREMIERATO, AUTONOMIA E GIUSTIZIA. MA IL VERO ICEBERG DELLA NAVIGAZIONE DEL GOVERNO DUCIONI SARANNO L’ECONOMIA E IL PATTO DI STABILITÀ

LA MELONI È PRONTA A SOSTENERE URSULA AL CONSIGLIO EUROPEO E PROVA A CONVINCERE ORBAN A FARE LO STESSO: È LA SUA MIGLIORE CHANCE PER CONTARE QUALCOSA – DOPO LE EUROPEE, AL G7 LA SORA GIORGIA SARÀ MESSA ALL’ANGOLO DAGLI AVVELENATI MACRON E SCHOLZ, CHE FORZERANNO SULL’USO DEGLI ASSET RUSSI PER L’UCRAINA – SOCIALISTI MALE MA NON MALISSIMO – IL CROLLO DI SCHOLZ CAUSATO DALL’ECONOMIA TEDESCA E LA STRATEGIA KAMIKAZE DI MACRON CHE HA DECISO DI PORTARE LA FRANCIA AL VOTO ANTICIPATO PER...

FLASH – COME HA PRESO GIAMPAOLO ROSSI LE DICHIARAZIONI PUBBLICHE DI ROBERTO SERGIO, CHE HA RIVELATO L’ESISTENZA DI UN “PATTO” PER DIVENTARE DIRETTORE GENERALE? MALISSIMO! L’AD IN PECTORE, IN QUOTA COLLE OPPIO, È INFURIATO PER LO STRAPPO POCO ISTITUZIONALE. MA IN RAI SONO TUTTI STRANITI PER LA SPARATA, DIRIGENTI, DIRETTORI E MEMBRI DEL CDA, A PARTIRE DALLA PRESIDENTE MARINELLA SOLDI. E AL MEF NON HANNO PRESO AFFATTO BENE IL FATTO CHE SERGIO SI SIA SOSTITUITO A LORO NEL CAMPO DELLE NOMINE – SECONDO PUNTO: QUANDO SERGIO DICE CHE SERENA BORTONE ANDAVA LICENZIATA, PERCHÉ NON L’HA FATTO? EPPURE DA AD, AVEVA L’AUTORITÀ E IL POTERE SUFFICIENTE PER MANDARE A CASA LA CONDUTTRICE “ANTIFASCISTA”

“QUELLA E' LA TU REGAZZA, O TE C'HANNO VOMMITATO ACCANTO?” – “TE RETTIFICO LA VENA CACATORIA'' - ''SI' TE 'O METTO 'N SPALLA, ALTRO CHE VIA CRUCIS’’ - ‘’ERA COSI' ARRAPATA CHE JO' DOVUTO STRIZZA' LE MUTANDINE – ‘’C'HAI DU' CORNA CHE SE VAI A VEDE 'NA PARTITA DE RAGBI TE FANNO META SUR CRANIO’’ – ‘’OGNI BUCO E' BONO; PURE QUELLO D'OZONO’’ - DAGOSPIA PRESENTA LO ZINGARELLI DELLA COATTERIA ROMANA - UN INDISPENSABILE MANUALE DI CONVERSAZIONE PER COLORO I QUALI DOVESSERO IMBATTERSI, INDIFESI, IN UN DIALOGO CON ''GIORGIA, LA REGINA DI COATTONIA'' – ULTIMA PARTE: APPREZZAMENTI A SFONDO SESSUALE... - VIDEO

‘’TE PIJO A PISELLATE SU'E GENGIVE’’ – ‘’M'HAI SCUCITO LA FODERA DER CAZZO’’ – ‘’TE STRAPPO LE BUDELLA E TE CE 'MPICCO’’ – ‘’’SÒNA 'N MEZZO ALLE COSCE DE TU' MOJE CHE CE STA PIU' TRAFFICO’’ – ‘’SI' TE SGRULLO TE FACCIO CASCA' TUTTI LI TATUAGGI’’ – “- A' COMETECHIAMI” - DAGOSPIA PRESENTA LO ZINGARELLI DELLA COATTERIA ROMANA - UN INDISPENSABILE MANUALE DI CONVERSAZIONE PER COLORO I QUALI DOVESSERO IMBATTERSI, INDIFESI, IN UN DIALOGO CON LA REGINA DI COATTONIA, ALIAS GIORGIA MELONI – SECONDA PARTE: MINACCE E INSULTI - VIDEO