UN GIORNO DI ORDINARIA FOLLIA A PADOVA – PER SFUGGIRE A UN CONTROLLO, UN 55ENNE DI ORIGINI ALBANESI INVESTE CON LA MACCHINA UN CARABINIERE, SCENDE DALLA VETTURA CON UN COLTELLO IN MANO E VIENE FREDDATO DA UN ALTRO MILITARE CHE GLI HA SPARATO 4 COLPI DI PISTOLA – L’UOMO ERA STATO FERMATO DAI CARABINIERI PERCHÉ AVEVA INFRANTO IL DIVIETO DI AVVICINAMENTO ALLA CASA DELL’EX MOGLIE CHE LO AVEVA ACCUSATO DI STALKING...

-

Condividi questo articolo


Estratto dell’articolo di Andrea Pistore e Rashad Jaber per www.corriere.it

 

A PADOVA UN UOMO INVESTE UN CARABINIERE E VIENE UCCISO A PADOVA UN UOMO INVESTE UN CARABINIERE E VIENE UCCISO

Un carabiniere investito e un uomo morto in ospedale dopo essere stato centrato da quatto colpi di arma da fuoco è il bilancio di quanto avvenuto venerdì nel primo pomeriggio a Padova, in vicolo Castelfidardo nel quartiere Sacra Famiglia a poca distanza dal centro storico. 

 

Stando a una prima ricostruzione sembra che Haxhi Collaku, 55 anni di origini albanesi, sia stato fermato dai militari per non aver rispettato il divieto di avvicinamento all'abitazione dell'ex moglie dopo un provvedimento emesso da un giudice per una vicenda di stalking. La coppia ha una figlia di diciotto anni.

A PADOVA UN UOMO INVESTE UN CARABINIERE E VIENE UCCISO A PADOVA UN UOMO INVESTE UN CARABINIERE E VIENE UCCISO

 

Una pattuglia di carabinieri è intervenuta nella zona, bloccando l'uomo: mentre i militari erano impegnati nell'identificazione e nella stesura di un verbale, la persona è scappata verso la sua automobile ed è salito nella vettura, travolgendo uno dei militari, e uscendo dall'abitacolo con un coltello in mano.

 

A quel punto il collega del carabiniere avrebbe preso la pistola e sparato i quattro proiettili, colpendo il malvivente con le pallottole in diversi punti del corpo. […]

A PADOVA UN UOMO INVESTE UN CARABINIERE E VIENE UCCISO A PADOVA UN UOMO INVESTE UN CARABINIERE E VIENE UCCISO

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT! LA VENDETTA DEL CALTA – DOPO AVER RICEVUTO DUE PORTE IN FACCIA AL TENTATIVO DI CONQUISTARE PRIMA GENERALI E POI MEDIOBANCA, IL COLPO FATALE AI SOGNI DI GLORIA VENEZIANI DI CALTAGIRONE È STATO AFFONDATO DA “FURBIZIO” PALENZONA, CHE HA SPOSTATO CRT E BENETTON A SUPPORTO DI DONNET E NAGEL - CON MILLERI CHE SI SAREBBE RIAVVICINATO A NAGEL, CALTA “HA RIMASTO” SOLO CON FAZZOLARI A TRASTULLARSI COL DL CAPITALI – QUANDO LA MILIARDARIA VENDITA DELLA PRELIOS DI PALENZONA AL PIGNATARO RIMANE INCAGLIATA, PARTE LA VENDETTA DI CALTA. E SUL SUO “MESSAGGERO” DI IERI….

DAGOREPORT! - TRATTENETE IL RESPIRO. GOVERNATE LO SHOCK. AVVISATE I CITTADINI ABRUZZESI: IL CICLONE SARDO AVANZA E NON PERDONA - SECONDO L’ULTIMO SONDAGGIO, IL DISTACCO CHE SEPARA IL MELONE MARSILIO DAL CAMPO LARGHISSIMO DI D’AMICO SI È RIDOTTO ALLA MISERIA DELL’1,2% (APPENA QUATTRO MESI FA IN ABRUZZO LA DESTRA GODEVA DI UN VANTAGGIO DI BEN 20 PUNTI) - PARADOSSALMENTE, IN CASO DI DISFATTA, CON DUCETTA RIBASTONATA, PER MATTEO SALVINI POTREBBE ESSERE L’OCCASIONE DI AVER MAGGIOR POTERE NEL GOVERNO (FERROVIE, CDP, AISI) - SE INVECE “FASCIO TUTTO IO!” VINCE CON IL SUO MARSILIO, PER IL CAPITONE SI AVVICINA IL CAPOLINEA - A QUEL PUNTO TUTTO PUO’ SUCCEDERE: ANCHE CHE GLI PARTA L’EMBOLO DI UN PAPEETE2 SFANCULANDO IL GOVERNO MELONI (QUANTI PARLAMENTARI LO SEGUIREBBERO, SAPENDO CHE IN CASO DI VOTO ANTICIPATO, QUELLO SCRANNO NON LO VEDREBBERO PIÙ?)

DAGOREPORT - COME MAI I QUOTIDIANI DEGLI ANGELUCCI (“LIBERO” A FIRMA SECHI, “IL GIORNALE” CON MINZOLINI) HANNO SPARATO A PALLE INCATENATE CONTRO LA MELONA, DOPO LA SCONFITTA IN SARDEGNA, BEN EVIDENZIANDO I SUOI ERRORI E LA SUA ARROGANZA? - MAGARI L'ANGELUCCI FAMILY E’ SCONTENTA PER LE PROMESSE NON MANTENUTE DALLA DUCETTA? - O FORSE LE RASSICURAZIONI RICEVUTE, DOPO LA PRESA DEL SECONDO QUOTIDIANO A MILANO, SI SONO RIVELATE ARIA FRITTA? - LA CAUTELA DI SALLUSTI CHE, PER NON IRRITARE LA DUCETTA, HA LASCIATO SCRIVERE L'EDITORIALE A MINZOLINI…