IN GUARDIA! STA PER RIESPLODERE IL CASO DI CEDRIC TORNAY, LA GUARDIA SVIZZERA CHE IL 4 MAGGIO 1998 UCCISE ALOIS ESTERMANN, APPENA NOMINATO CAPO DELLA GUARDIA PERSONALE DEL PAPA, E SUA MOGLIE E POI SI TOLSE LA VITA – DON FILIPPO DI GIACOMO: “DOPO 24 ANNI, UNA SERIE DI MANCHEVOLEZZE NELLE INDAGINI SEMBRA SIANO STATE RISCONTRATE DA UN'AVVOCATA CHE HA AVUTO ACCESSO AGLI ATTI E NE HA TRATTO UNA ‘CONTRO INCHIESTA’ IN VENDITA NELLE LIBRERIE: È DEONTOLOGICO? CON LE VICENDE GIUDIZIARIE A CUI STIAMO ASSISTENDO IN VATICANO, CHI PENSA MALE COMPIE UN'OPERA DI BENE”

Condividi questo articolo


Filippo Di Giacomo per “il Venerdì di Repubblica”

 

Cedric Tornay Cedric Tornay

Prossimo "scandalo" in Vaticano? Potrebbe trattarsi del caso Cedric Tornay, la guardia svizzera che il 4 maggio 1998 uccise Alois Estermann e sua moglie Gladys Meza Romero e poi si tolse la vita. Estermann, da vice-comandante vicario, aveva ricevuto il decreto di nomina al vertice della guardia personale del Papa proprio quel mattino.

 

Lui e sua moglie venivano considerati devoti seguaci della spiritualità di San José Maria Escrivà e oltre ai compiti istituzionali, Estermann curava come "postulatore" le cause di beatificazione e canonizzazione di alcuni servi di Dio e Beati svizzeri.

Alois Estermann Alois Estermann

 

Un uomo mite, insomma. Tuttavia, ci fu chi sul caso gettò fango alludendo ad una questione affettiva-sessuale e poi, e a lungo, gli diede della spia al soldo della Stasi (il servizio segreto della Germania comunista) implicato nell'attentato a Giovanni Paolo II e nel rapimento di Emanuela Orlandi.

 

In un quadro così fosco, Cedric Tornay sarebbe stata la terza vittima, coinvolto suo malgrado nell'assassinio dei due coniugi, che però sarebbe avvenuto per mano di uno o più killer non identificati. Tutte ipotesi smentite dai testimoni e dagli archivi della Stasi una volta che, dopo la caduta del muro, la Germania li ha resi pubblici.

 

LAURA SGRO SANGUE IN VATICANO LAURA SGRO SANGUE IN VATICANO

Si disse che il gesto fu compiuto da un Tornay esacerbato perché non aveva ottenuto la decorazione "benemerenti", indispensabile per il suo futuro professionale e che di solito le guardie svizzere ricevono dopo due anni di servizio.

 

Dopo 24 anni, una serie di manchevolezze nelle indagini sembra siano state riscontrate da un'avvocata che, a nome della madre di Tornay, ha avuto accesso agli atti e ne ha tratto una "contro inchiesta" in vendita nelle librerie: è deontologico? Con i tempi che corrono, e con le vicende giudiziarie a cui stiamo assistendo in Vaticano, chi pensa male compie un'opera di bene.

Cedric Tornay Cedric Tornay Nozze Alois Estermann E Gladys Meza Romero Nozze Alois Estermann E Gladys Meza Romero laura sgro foto di bacco laura sgro foto di bacco guardie svizzere pontifice guardie svizzere pontifice gianluigi nuzzi laura sgro foto di bacco gianluigi nuzzi laura sgro foto di bacco vaticano, guardie svizzere vaticano, guardie svizzere guardie svizzere guardie svizzere guardie svizzere guardie svizzere

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT – SOLO IN ITALIA LE ELEZIONI EUROPEE SONO VISTE COME UNA SFIDA DE' NOANTRI PER PESARE IL CONSENSO E ARRIVARE A UN REGOLAMENTO DI CONTI TRA I DUELLANTI MELONI E SALVINI - AL DI LA' DELLE ALPI SONO INVECE CONSAPEVOLI CHE, NELL'ATTUALE DISORDINE MONDIALE, CON STATI UNITI E RUSSIA CHE HANNO DAVANTI LE PIU' DIFFICILI ELEZIONI PRESIDENZIALI, IL VOTO DEL 9 GIUGNO RAPPRESENTA UN APPUNTAMENTO CHE PUO' CAMBIARE LA STORIA DELL'UNIONE - "IO SO' GIORGIA", ATTRAVERSO IL FEDELE PROCACCINI, INVOCA L'ALLEANZA TRA ECR E IL PPE BUTTANDO FUORI I SOCIALISTI. IDEA SUBITO STRONCATA DAL LEADER DEI POPOLARI WEBER. PERCHE' IL CLIMA È CAMBIATO IN GERMANIA: CDU-CSU E SOCIALISTI MIRANO DI TORNARE ALLA 'GROSSE KOALITION' PER ARGINARE L’AVANZATA DEI NEONAZI DI AFD E SFANCULARE I VERDI…

DAGOREPORT! - IL VENTO STA CAMBIANDO? A OTTOBRE, SI RITORNA ALLE URNE? SALVINI MOLLA MELONI? - DELIRIO PER I SONDAGGI CHOC DELLE REGIONALI IN SARDEGNA: ALESSANDRA TODDE, CANDIDATA DI SCHLEIN+CONTE, AVREBBE DUE PUNTI DI VANTAGGIO SUL MELONIANO TRUZZU - IN VISTA DELLE EUROPEE, UNA SCONFITTA SAREBBE UN PESSIMO SEGNALE PER LA MELONA - SALVINI AL MURO: SE LA LEGA VA SOTTO L’8%, POTREBBE TOGLIERE L’APPOGGIO AL GOVERNO - IN CASO DI CRISI, NESSUN GOVERNO TECNICO: SI VOTA SUBITO, A SETTEMBRE/OTTOBRE. LA MELONA VUOLE CAPITALIZZARE IL CONSENSO, PRIMA DELL'ARRIVO DELLA CRISI ECONOMICA - RESO INERTE TAJANI, PER GOVERNARE, LA DUCETTA HA BISOGNO DI UNA LEGA DESALVINIZZATA - E NON È DETTO CHE IL CAPITONE RIMANGA AL SUO POSTO: LA BASE ELETTORALE DEL CARROCCIO HA UN DNA MODERATO E PRAGMATISTA, E NE HA PIENE LE PALLE DELLA POLITICA DESTRORSA, AFFOLLATA DI LE PEN E NAZISTOIDI. I FEDRIGA, I ZAIA, I FONTANA, I GIORGETTI SONO LEGHISTI BEN COMPATIBILI CON GIORGIA “FASCIO TUTTO IO!”. E’ SALVINI CHE SI È ESTREMIZZATO

DAGOREPORT! FRA 7 GIORNI, LE REGIONALI IN SARDEGNA POTREBBERO RIVELARSI MOLTO SORPRENDENTI - L’ULTIMO SONDAGGIO RISERVATO È UNA DOCCIA GELATA PER I SOGNI DI GLORIA DI MELONI. ALESSANDRA TODDE, CANDIDATA DI SCHLEIN+CONTE, RAGGIUNGE IL 45% MENTRE PAOLO TRUZZU, SINDACO DI CAGLIARI IMPOSTO DALLA DUCETTA IN CULO A SALVINI, SI DEVE ACCONTENTARE DEL 42,5%. SEMPRE A SINISTRA, RENATO SORU, CON LA SUA 'COALIZIONE SARDA’, INTASCA L'11,2% - SE TALI RILEVAZIONI DIVENTASSERO REALTÀ, IL CENTRODESTRA PERDEREBBE LA REGIONE SARDEGNA E PER MELONI SAREBBE LA PRIMA BRUCIANTE SCONFITTA. MENTRE PER IL FATIDICO “CAMPOLARGO” PD-M5S IL SOGNO DI UNIRE LE FORZE POTREBBE DIVENTARE REALTÀ NAZIONALE-. DOPO UN ANNO E MEZZO, LA LUNA DI MIELE E' FINITA? “IO SO’ GIORGIA” HA QUASI DEL TUTTO CASSATO L’IDEA SULLA SUA CANDIDATURA ALLE EUROPEE. FRATELLI D'ITALIA CHE NON SUPERA IL 30% CON LA LEADER IN CAMPO SAREBBE VISSUTO ALLA STREGUA DI UN CLAMOROSO FLOP