“LA LEGGE DOVREBBE IMPEDIRE ALLE DONNE INTERESSATE AI SOLDI DI AVERE BAMBINI CONTRO IL VOLERE DEGLI UOMINI SOLO PER AVERE DENARO. QUESTO È DIABOLICO, TRISTE E IMMORALE” - MARIO BALOTELLI FURIOSO CONTRO LA EX CLELIA (I DUE HANNO UN FIGLIO CHE SI CHIAMA LION) - "NON USARE TERZE PERSONE COME UN BANCOMAT, TROVA UN LAVORO PRIMA DI AVERE FIGLI. ANCHE SE LA LEGGE A VOLTE NON È GIUSTA, DIO LO È… E LA PUNIZIONE ALLA FINE SARÀ ETERNA” - LA REPLICA DELLA EX

-

Condividi questo articolo


Francesco Fredella per liberoquotidiano.it

 

 

balotelli clelia balotelli clelia

E scoppia un nuovo caso. Al centro di nuovo il gossip che inonda Mario Balotelli e la sua ex fidanzata Clelia, 30enne, di origini svizzere. I due hanno un figlio che si chiama Lion (si tratta del secondogenito del calciatore bresciano dopo la bambina nata dalla storia con Raffaella Fico). Super Mario è su tutte le furie: lo si nota da Instagram dove pubblica una storia dai toni accesi. E sembrerebbe rivolta alla sua ex. Ma il condizionale è d'obbligo, visto che non fa nomi e cognomi.

 

“La legge dovrebbe impedire alle donne interessate ai soldi di avere bambini contro il volere degli uomini solo per avere denaro, questo è diabolico, triste e immorale", scrive Balo.“La famiglia nasce dall’amore e non dalla convenienza. Se tu sei single, ti diverti e non puoi provvedere a te stesso, non usare terze persone come un bancomat, trova un lavoro prima di avere figli. Anche se la legge a volte non è giusta, Dio lo è… E la punizione alla fine sarà eterna”.

 

 

mario balotelli 7 mario balotelli 7

Ma sempre tramite i social l'ex di Balotelli torna a pungere. E scrive: “Sono una sua vittima fisicamente e mentalmente… Non si ferma mai. Non ha rispetto delle madri. L’unica cosa che fa, è mentire”. Si tratta di un duro sfogo rivolto al calciatore? La loro storia è iniziata nel 2017, i due si sono conosciuti a Nizza. Dalla loro love story è nato Lion. Ma tutto sembra essere finito nel peggiore dei modi. Per adesso non ci sono notizie ufficiali, ma solo colpi di Instagram sorrise, che fanno parlare i giornali.

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

BUIO SUL COLLE – DAGOREPORT: MAI SI ERA VISTA UNA TALE SCORRETTEZZA ISTITUZIONALE CHE VEDE DRAGHI IMPEGNATO A FARE UN GIRO DI CONSULTAZIONI CON I LEADER DEI PARTITI PER IL FUTURO GOVERNO, COME SE FOSSE GIÀ CAPO DELLO STATO - L’ARTICOLO DELL’”ECONOMIST” (“DRAGHI AL COLLE È UN MALE PER L’ITALIA”) HA FATTO LETTERALMENTE INFURIARE MARIOPIO - DITE A DRAGHI CHE IL SUO PEGGIOR NEMICO NON SONO I PARTITI BENSÌ UNA MAREA DI FRANCO TIRATORI CHE NESSUN LEADER RIESCE A CONTROLLARE - FINALMENTE OGGI DRAGHI HA CAPITO DUE COSE… 

business

cronache

COSA UNISCE I FIGLI DI PAPÀ DEI PARIOLI E I BORGATARI CHE ERANO AL PARTY DELLO STUPRO DI CAPODANNO A ROMA? DA UNA PARTE L’OSSESSIONE PER DROGA E SESSO, DALL’ALTRO LA STESSA INDIFFERENZA E OMERTÀ VERSO L’ORRORE CAPITATO ALLE 16ENNE. FELTRI: “LE LEVE ODIERNE CHE VENGONO ACCUSATE DI COMMETTERE MISFATTI, DI ORGANIZZARE RISSE IN PIAZZA E DI MOLESTARE FANCIULLE IN FIORE NON MERITANO DI ESSERE ELOGIATE, MA NON CI VUOLE MOLTO PER CAPIRE CHE NON SONO PEGGIORI DEI LORO ANTENATI. ANZI. PURTROPPO L'UMANITÀ NON EVOLVE MAI…”

sport

cafonal

viaggi

salute