“LA SENTENZA DEVE ESSERE ANNULLATA” - MICHELE PRESTIPINO HA IMPUGNATO AL CONSIGLIO DI STATO E IN CASSAZIONE LA SENTENZA CHE HA ANNULLATO LA SUA NOMINA A PROCURATORE DI ROMA, DOPO IL RICORSO DI MARCELLO VIOLA – GLI AVVOCATI: “LA SENTENZA È VIZIATA DA ERRORE REVOCATORIO”, E LAMENTANO “IL VIZIO DI ECCESSO DI POTERE GIURISDIZIONALE PER INVASIONE DELLA SFERA DI DISCREZIONALITÀ RISERVATA AL CSM PER UNA PLURALITÀ DI PROFILI”

-

Condividi questo articolo


Da “Il Messaggero – Cronaca di Roma”

 

MICHELE PRESTIPINO MICHELE PRESTIPINO

Il procuratore di Roma Michele Prestipino ha impugnato al Consiglio di Stato e in Cassazione la sentenza con cui l'11 maggio scorso è stata confermata la decisione del Tar del Lazio, con cui i giudici amministrativi avevano accolto il ricorso presentato dal procuratore generale di Firenze Marcello Viola contro la nomina del capo della procura della capitale avvenuta il 4 marzo 2020.

 

marcello viola procuratore generale firenze 2 marcello viola procuratore generale firenze 2

I MOTIVI

 «La sentenza è viziata da errore revocatorio e deve essere annullata e riformata, previa concessione di misure cautelari», scrivono gli avvocati Massimo Luciani, Piermassimo Chirulli e Patrizio Ivo D'Andrea, che assistono il procuratore.

 

MARCELLO VIOLA MARCELLO VIOLA

Nel documento di 34 pagine si sottolinea che «Prestipino vanta due esperienze semidirettive in uffici complessi quali la Procura di Reggio Calabria e la Procura di Roma, ove - scrivono i legali nel ricorso presentato al Consiglio di Stato - è stato destinatario di importanti deleghe e ha dimostrato capacità di eccezionale prestigio, sia nella gestione dei flussi, come comprovato dagli eccellenti risultati raggiunti anche a fronte di procedimenti particolarmente complessi».

michele prestipino e giuseppe pignatone (1) michele prestipino e giuseppe pignatone (1)

 

Il procuratore della Capitale ha presentato inoltre un ricorso davanti alla Suprema Corte di Cassazione «lamentando il vizio di eccesso di potere giurisdizionale per invasione della sfera di discrezionalità riservata al Csm per una pluralità di profili».

marcello viola procuratore generale firenze 1 marcello viola procuratore generale firenze 1 PM MICHELE PRESTIPINO PM MICHELE PRESTIPINO

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

OH, CHE BEL CASELLO! - CON IL PASSAGGIO DI ASPI DALLA GALASSIA BENETTON A CDP CON I FONDI ESTERI BLACKSTONE E MACQUARIE, CI SARÀ UNA RIVOLUZIONE SIA IN TERMINI INFRASTRUTTURALI, SIA FINANZIARI: SULLE AUTOSTRADE PIOVERANNO INVESTIMENTI PER 26 MILIARDI MENTRE I FONDI ESTERI VOGLIONO RENDERE LA SOCIETA’ PROFITTEVOLE CON UN RITORNO ATTESO IPOTIZZATO DEL 7-8% -  NEL TEMPO CDP POTREBBE GRADUALMENTE RIDIMENSIONARE LA PARTECIPAZIONE DEL 51% IN FAVORE DI CASSE DI PREVIDENZA E ASSICURAZIONI ITALIANE…

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute

UNA PANDEMIA DA INCUBO – IL CORONAVIRUS HA CAMBIATO IL MODO IN CUI DORMIAMO E SOGNIAMO: IL 55% DEGLI ITALIANI HA AVUTO UN PEGGIORAMENTO DELLA QUALITA’ DEL SONNO – ALCUNI STUDI HANNO RIVELATO CHE DOPO EVENTI TRAUMATICI O STRESSANTI IL CONTENUTO DEI SOGNI TENDE A MODIFICARSI: “LA QUALITÀ EMOZIONALE SI È ORIENTATA VERSO CONTENUTI NEGATIVI, ANCHE IN RELAZIONE A DIFFICOLTÀ SUL POSTO DI LAVORO O IN FAMIGLIA. I DISTURBI DEL SONNO E DEI SOGNI SONO STATI OSSERVATI PIÙ DI FREQUENTE IN…”