IL MONDO E' TALMENTE IN CRISI CHE S'ALCOLIZZANO ANCHE GLI ANIMALI – UNA SCIMMIA HA SEMINATO IL PANICO IN VILLAGGIO INDIANO, UCCIDENDO UNA PERSONA E FERENDONE ALTRE 250 – IL PRIMATE ERA ABITUATO A BERE, MA QUANDO IL SUO PADRONE È MORTO È ENTRATA IN CRISI D’ASTINENZA ED È IMPAZZITA ATTACCANDO GLI ABITANTI PER STRADA – UNA VOLTA CATTURATO GLI ZOOLOGI HANNO SCOPERTO CHE…

-

Condividi questo articolo

Niccolò Di Francesco per "www.tpi.it"

 

la scimmia alcolizzata la scimmia alcolizzata

1 morto e 250 feriti: è l’incredibile bilancio della furia di una scimmia alcolizzata, totalmente impazzita dopo aver finito l’alcol. Secondo quanto ricostruito da un quotidiano locale, Kalua, questo il nome dell’animale, apparteneva a un occultista del distretto di Mirzapur, in India, che dava da bere all’animale soltanto liquore.

 

Quando l’uomo è morto, la scimmia è rimasta sola, ma soprattutto ha iniziato ad accusare una crisi d’astinenza da alcol. L’animale, così, ha iniziato a vagare per le strade della città attaccando qualsiasi persona e arrivando a provocare ben 250 feriti e la morte di una donna deceduta in seguito alle ferite riportate.

scimmia alcolizzata 6 scimmia alcolizzata 6

 

L’animale è stato successivamente catturato e trasportato allo zoo di Kanpur, dove attualmente si trova. Qui, gli zoologi hanno scoperto che oltre a essere alcolizzata, il primate si rifiuta anche di mangiare le verdure. Gli scienziati ritengono che l’occultista potrebbe aver dato da mangiare all’animale carne di scimmia, il che spiegherebbe anche l’aggressività di Kalua. Gli esperti, infatti, hanno anche notato che l’animale aveva la propensioni ad attaccare le altre scimmie, motivo per cui è stato isolato in una gabbia dove ora passerà il resto de suoi giorni.

scimmia alcolizzata 2 scimmia alcolizzata 2 scimmia alcolizzata 5 scimmia alcolizzata 5 scimmia alcolizzata 4 scimmia alcolizzata 4 scimmia alcolizzata 3 scimmia alcolizzata 3 scimmia alcolizzata 1 scimmia alcolizzata 1

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute